IL PAESE DEI COLORI

Paolo Marabotto
Lapis, Nuova edizione 2007, 32 p.
Illustrato
Età di lettura consigliata: scuola primaria

Come sarebbe vivere in un luogo in cui tutto è solo di unico colore sempre uguale? la noia e la monotonia prima o poi dilagherebbero, come la curiosità e la necessità di scoprire prospettive diverse. E’ quello che succede in questa storia che racconta l’incontro da differenti culture attraverso la fiaba di 5 regni, uno per ogni colore: il paese del blu dove tutto è del colore del mare, il paese del rosso in cui ogni cosa è del colore del fuoco, il paese del bianco in cui nemmeno le ombre esistono perchè ogni cosa è bianca come il latte, il paese del nero dominato dalla notte e dalle tenebre e il paese del giallo dove tutto è lucente e luminoso. Ogni paese è diviso da un altissimo muro e nessuno sa nulla e ha mai incontrato gli abitanti delle terre confinanti. Ma un giorno nel paese del blu una grandissima crepa nel muro induce gli abitanti del regno a smantellarlo e stringere amicizia con gli abitanti del paese del giallo. La vita agli abitanti dei due regni sembra ora meno triste e più gioiosa tanto che  il sovrano del paese del blu e del paese del giallo decidono di abbattere tutti i muri per unire i 5 paesi: distrutte le barrere della diversità che dividono e respingono ogni possibile incontro, la molteplicità e le differenze possono incontrarsi, fondersi e generare così un mondo più ricco e aperto alle possibilità della vita e alla scoperta dell’altro. Se riadattato il testo può essere letto anche alle materne per introdurre i temi della diversità e la scoperta dei colori. I colori sono una bella metafora della diversità, dell’incontro e della convivenza. E dopo la lettura? proviamo ad abbattere i muri che ci dividono lasciando le nostre impronte su un cartellone usando la pittura a dito …. le impronte si incontrano e si sovrappongono; i colori si mescolano e dalla loro fusione quale nuova tinta nascerà?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...