AMICA TERRA

Sabrina Giarratana, Arianna Papini
Fatatrac, 2008, 44 p
Illustrato
Età di lettura: scuola dell’infanzia, scuola primaria

Nelle opere di Sabrina Giarratana, scrittrice e poetessa bolognese, il viaggio è spesso il fulcro centrale in torno a cui si sviluppano storie, filastrocche e poesie. Un viaggio per conoscere e porsi in relazione con l’altro, per imparare a rispettare la terra e le sue risorse, per convivere insieme senza barriere e pregiudizi. Parole e pensieri riescono così ad evocare immagini, colori, sapori e odori che, superando confini e limiti, ci conducono alla scoperta di terre lontane, creano legami e sentieri da seguire con lo sguardo e con la mente.
Attraverso 21 filatrocche che hanno per protagoniste le meraviglie del creato e i suoi elementi (aria, acqua, nuvole, sassi, nebbia, neve, sole, stelle, onde ..), AMICA TERRA in particolare tocca temi complessi e sempre più importanti come quello dello sviluppo sostenibile la cui filosofia di base ruota attorno a quella che viene definita regola delle tre E “ecologia, equità, economia”. Riprendendo le riflessioni di Greenreport, che nel 2008 ha curato un’attenta recensione del libro, testo e immagini invitano grandi e piccini al rispetto della natura e delle sue creature, sottolineando l’importanza della “diversità culturale”, considerata il quarto pilastro dello sviluppo sostenibile, secondo il concetto ampliato e rivisto nel 2001 dall’UNESCO: “la diversità culturale è necessaria per l´umanità quanto la biodiversità per la natura (…) la diversità culturale è una delle radici dello sviluppo inteso non solo come crescita economica, ma anche come un mezzo per condurre una esistenza più soddisfacente sul piano intellettuale, emozionale, morale e spirituale”. (Greenreport). 
Proprio sul piano della diversità  è importante iniziare a riflettere per comprendere come la ricchezza del mondo debba essere protetta e preservata mettendo in atto nuovi modelli comportamentali condivisi e sostenebili. Un viaggio attraverso le rime che vuole dunque essere un omaggio alla natura in ogni sua forma ed espressione, ma anche un monito per grandi e piccini per non dimenticare che ciò che abbiamo è un bene prezioso da curare e preservare. E come già sottolineato, ognuno di noi ha la responsabilità di farlo nel mondo migliore possibile, condividendo i doni che ci offre e convivendo pacificamente con ogni creatura che proprio dalla terra trae origine e rifugio.
Parole e immagini poetiche danno voce alle ricchezze delle natura e ne denunciano i soprusi: la Terra depositaria di storie e memorie, dimora di ogni nazione; la pioggia che scende, che accarezza e pulisce; l’albero che unisce la terra e il cielo, ma che rischia di essere abbattuto per sempre; l’aria indispensabile per sopravvivere, ma che purtroppo se inquinata dannosa e pesante; il mare con le sue acque pronte a donare e ospitare la vita; le antiche montagne rugose dalla cui vetta osservare le meraviglie che ci circondano, i sassi di cui la terra è fatta, millenari e dai mille volti; le nuvole matte che attraversando il cielo ci regalo percorsi immaginari con cui sognare; … l’uomo a cui il testo si rivolge perchè possa ricordare che il suo ruolo nel mondo, terra di tutti senza distinzione di razza e di colore, è quello di guardiano e difensore,”(…) Una è la terra, una e di tutti. Alberi, uomini, pesci e frutti. E nella terra ciascuno ha il suo posto. Difendi il tuo a qualunque costo. E se ti perdi e non sai dove andare tu segui sempre la strada del cuore (…)“. Un inno alla vita e un messaggio speranzoso per il futuro perchè tu “Uomo che stai venendo al mondo” possa amare sempre “con cuore profondo“.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...