L’INVITATO DI NATALE

France Quatromme, Mélanie Allag.
Jaca book, 2012. – [28] p
Illustrato
Età consigliata: scuola dell’infanzia

Finalmente una storia di Natale diversa dalle solite! Questo libro sembra perfetto in ogni suo dettaglio, sono rimasta ore incantata ad osservare le illustrazioni. Un racconto che parla di quotidianità, dei rituali e dei preparativi che ogni anno si svolgono nelle case di quasi tutti noi in vista del giorno di natale. Per i bambini la vigilia è sempre un momento di trepidante attesa per scoprire se i loro desideri sono stati esauditi o se magari ci sarà l’occasione di incrociare babbo natale in carne e ossa. Inizia proprio così questo albo. E’ la vigilia di natale e nella casa del protagonista, non sappiamo se sia maschio o femmina ma poco importa, tutto sembra essere pronto: fuori tutto è avvolto da un leggero strato di nevischio, mamma è intenta a cucinare, l’abete è addobbato (manca solo qualche decorazione), calze e scarpe sono riposte ordinatamente davanti al camino, mentre cane e gatto si rincorrono incuranti di tutto ciò. Il dolce, un goloso tronchetto di cioccolato è pronto e la tavola è apparecchiata. Insomma la casa è proprio ordinata per l’arrivo di ospiti e parenti che il giorno seguente si ritroveranno insieme per festeggiare.

E così ecco arrivare il giorno di Natale. Sceso dal letto dopo essersi felicemente stiracchiato il nostro protagonista però rimane esterrefatto di fronte a ciò che vede: qualcuno ha macchiato il tappeto lasciando le sue orme e ha sporcato tutti i piatti (forse è stato il gatto a tavola?), si è pure mangiato una bella fetta di dolce (gli uccellini in casa intanto indagano muniti di lente di ingrandimento per decifrare orme ed impronte!), le scarpe sono tutte in disordine e un ramo dell’abete è stato spezzato (forse il cane che inseguiva il solito gatto). Mamma e papà sbirciano seminascosti con uno strano sorrisino sulla faccia. Non sembrano preoccuparsi troppo per tutta quella confusione e vuoi vedere che… sotto l’albero ecco tanti pacchetti colorati da scartare! Forse gli animali non centrano nulla… qui sembra proprio esserci lo zampino di Babbo Natale la cui ombra appare nell’ultima pagina del libro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...