CASETTE NATALIZIE

Qualche giorno fa per caso, ho scoperto il meraviglioso mondo di Creamamma e immediatamente mi è venuto il desiderio dirompente di realizzare qualcosa di creativo. In effetti mi capita spesso un pò per lavoro un pò per passione di dedicarmi a lavoretti manuali e fantasiosi, sopratutto con i materiali di recupero. Il tempo poi è sempre poco e immancabilmente mi dimentico di fare qualche foto da postare sul blog. Questa volta quindi mi sono organizzata meglio! L’anno scorso avevo realizzato con il cartone da imballaggio la facciata di una casetta natalizia molto semplice e un pò rustica come sfondo per la lettura ad alta voce “Il piccolo babbo natale”. anche quest’anno riproniamo questo libro e per rendere un pò più interattiva la lettura coinvolgendo anche i più piccoli, la casetta si è diciamo evoluta grazie all’ispirazione che ho tratto appunto dal “diario di una Creamamma” un super Blog che vi invito a visitare perchè è veramente una miniera di idee… anche culinarie! In sostanza per realizzare la casetta è sufficiente procurarsi degli scatoloni daimballaggio. Più sono grandi meglio è! Io ne utilizzerò tre. per il momento ne ho assemblati solo due aiutandomi con nastro adesivo e colla a caldo. Ho poi dipinto e decorato le pareti della casetta con colori acrilici e cotone idrofilo.

Avevo poco tempo per cui mi rendo conto che si poteva fare di meglio… ma insomma l’importante è provarci! Ed ecco qui una casetta natalizia che potrà accompagnare i giochi festivi dei vostri bambini in attesa del grande giorno. Sarebbe delizioso costruire sempre con il cartone e magari la raffia sintetica delle scope un bell’alberello di natale che i più piccoli potranno decorare. Le varianti sul tema sono infinite… Provare per credere! 

PS: raffie, stoffe, cartoni, bottoni e altri strampalati materiali si possono reperire facilmente. A Bologna ad esempio possiamo contare su ReMida, un centro di riuso creativo che smista e riorganizza materiali di scarto di aziende e industrie per scopi didattici, educativi, formativi e artistici. Per prelevare il materiale basta fare una tesserina annuale. Il costo posso assicurarvi si ammortizza tranquillamente. Di tutto ciò che è disponibili ognuno può prelevarne la metà munendosi di borse per il trasporto. Per il territorio bolognese rappresenta una grande risorsa per tutti coloro che lavorano nei servizi scolastici, socioculturali ed educativi. 

Ad ogni modo in casa siamo pieni di oggetti e materiali di scarto e ridargli nuova vita è sempre un bene per noi e per l’ambiente, oltre a rappresentare anche un grande esercizio di creatività!
Insomma, basta poco, per intrattenersi insieme ai piccoli che possono imparare a giocare con immaginazione e fantasia senza bisogno
Vi aggiornerò sul proseguire dei lavori di ampliamento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...