PATATRAC!

Philippe Corentin
Babalibri, 2006
Illustrato
Età di lettura: scuola dell’infanzia, scuola primaria

 
Qualche settimana fa ho avuto il piacere di seguire una mia cara collega durante una lettura ad alta voce rivolta a bambini 3-6 anni nell’ambito delle iniziative realizzate per il progetto NPL. 
Seguirla è sempre un piacere e per me l’occasione per intraprendere una nuova avventura lavorativa… speriamo positiva.  Per l’occasione aveva scelto 4 o 5 albi illustrati sul tema delle emozioni ognuno dei quali comportava da parte dei bambini un livello di attenzione differente. 

Tra questi, il bellissimo PATATRAC!, albo illustrato a me sconosciuto fino a quel momento.  Philippe Corentin è un grande illustratore e dei suoi numerosi albi questo non avevo mai avuto l’occasione di leggerlo, e me ne sono letteralmente innamorata.
Humor e divertimento sono gli ingredienti principali che connotano il so lavoro di scrittore e illustratore per l’infanzia, un lavoro che ha come missione principale quella di far ridere e divertire i bambini, obiettivo non certo facile e, visti i tempi, direi indispensabile.
Lo fa invitando il lettore ad andare dietro l’apparenza, ad osservare meglio per scoprire gli indizi che ha lasciato lungo il sentiero della narrazione, e che, se colti, donano al racconto un nuovo sviluppo inaspettato.
Così scene, frammenti di storia, oggetti e personaggi, a volte contraddittori e ambigui, nascondono sempre qualcosa di diverso da quello che in apparenza sembrano… o fanno. Corentin rompe gli schemi e si diverte a ribaltare luoghi comuni ed etichette che connotano i personaggi di fiabe e favole.. ma anche del genere umano.
Come il lupo protagonista di questo albo illustrato che, come in ogni fiaba che si rispetti, sembra essere davvero arrabbiato e pericoloso. Fin dalla prima pagina facciamo la sua conoscenza imbattendoci nel suo ghigno imbronciato.
E’ arrabbiato perchè ha fame, una fame da lupi ovviamente, ma sopratutto perchè è il bersaglio preferito per gli scherzi degli altri animali del bosco che si divertono un mondo a prendersi gioco di lui. Sempre più arrabbiato il nostro lupo però, a differenza di altri suoi “parenti”, vorrebbe essere un lupo buono, vorrebbe anche trovare qualche amico… Ma chi?
E mentre cammina sul sentiero del bosco, in prossimità della tana di un succulente coniglietto “PATATRAC!” inciampa su una carota cadendo disastrosamente a terra.
Decide allora di seguire un invitante scia di carote che lo conducono direttamente all’interno di una tana di conigli. La fame è molta, e solitamente pensa il lupo, dove ci sono le carote ci sono anche i conigli. Si guarda intorno, cerca in ogni luogo ma di loro nessuna traccia: “ehi, ma dove saranno tutti all’ora di pranzo?
Il nostro lupo è anche un po’ tontolone poverino e non si rende conto che in realtà i conigli ci sono, nascosti ovunque pur di non farsi vedere: sotto al letto, dietro ad una porta e ad un divano…
Allora prosegue le ricerche nella speranza di trovare un buon pasto con cui placare la fame, fino ad arrivare nella stanza del bagno dove un coniglietto tremante è intento a fare i suoi bisogni. Ma il lupo non si accorge di lui, la sua attenzione è rivolta alla grande vasca da bagno piena d’acqua su cui naviga una bella barchetta colorata. Non può resistervi e ci si immerge, lui ama così tanto giocare, ma si ritrova sempre solo, nessuno sembra essere disposto a fargli compagnia…
Il lupo si intristisce sempre più: oggi è anche il giorno del suo compleanno e nessuno sembra essersene ricordato. Povero lupo!
Il coniglietto intanto, aiutato da altri suoi compagni corsi in suo soccorso, ne approfitta per fuggire mentre il lupo torna in se e riprende la sua faticosa caccia…. esce dal bagno e riscende le scale per ritrovarsi nuovamente nella sala d’ingresso della tana.
Ormai ha raggiunto i conigli in fuga, ancora qualche gradino e li potrà acciuffare ma, “PATATRAC!”, inciampa sull’ennesima carota ruzzolando sul pavimento. E a questo punto cosa potrebbe mai capitargli? Intorno a lui si sono radunati i pestiferi conigli che muniti di chitarre e altri strumenti musicali intonano una bella canzoncina di buon compleanno.
Una festa a sorpresa il nostro lupo non se l’aspettava proprio… e ora la fame e la rabbia sembrano essere solo un ricordo lontano.
Lo osserviamo nell’ultima pagina del libro: sopracciglia aggrottate e broncio hanno lasciato il posto ad un bel sorriso e ad uno sguardo compiaciuto e rilassato… in fondo basta poco per ritrovare il buon umore!

53aca-cattura7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...