Topolini da passeggio!

In biblioteca le storie  che leggo con più frequenza sono quelle che ruotano attorno al mondo animale. In particolare, tra i piccoli lettori i più gettonati sono le storie che hanno per protagonisti lupi, orsi, pinguini e topi… Proprio questi ultimi, l’inverno scorso, sono stati al centro di diversi albi illustrati che ho letto ad alta voce. I bambini hanno così conosciuto ad esempio l’avventuroso Nicola passaguai, il piccolo topolino e il suo amico orso (un topolino per amico), Ernest e Celestine, i topi di Lionni (Il sogno di Matteo e Nicola dove sei stato?)… Partendo da qui, tra le attività creative di fine lettura, ho pensato di proporre a genitori e bambini la costruzione di un buffo topolino da compagnia… Siamo partiti come al solito da una sagoma da ritagliare, come quelle realizzate nel Safari degli animali, che tanto sono piaciute ad una mamma che mi ha scritto qui sul blog e che ringrazio caldamente. Le sue parole, infatti, mi hanno ricordato che questo spazio virtuale, spesso da me trascurato, è nato proprio con l’intento di promuovere la lettura e le possibilità che offre a bambini e genitori: condividere insieme un momento unico speciale, entrare in empatia, raccontarsi, sviluppare il pensiero, la creatività e la voglia di inventare storie con linguaggi comunicativi ed espressivi molteplici. Non posso allora dimenticarmi dei momenti laboratoriali successivi alla lettura. Credo siano importanti anche per ripercorrere, metabolizzare e rielaborare in modo personale il racconto appena ascoltato. Rimane qualcosa di piccolo, ma prezioso, fatto da loro, i bambini, che potranno portare a scuola o a casa, con il quale, se vorranno, potranno ritrovare quella storia e inventarne altre sempre nuove. Mi immagino magari, e spero, che questi brevi e occasionali momenti invoglino grandi e piccini a ripetere esperienze analoghe anche fuori dalla biblioteca, per allietare un pomeriggio noioso, per trasformare  una storia e farla vivere. Io ci credo, questo mi basta per andare avanti in quello che faccio anche quando mi manca l’energia, anche quando gli aspetti negativi del lavoro prevalgono su tutto il resto.

Non si finisce mai di imparare, non si finisce mai di scoprire nuovi racconti, e allora ecco che la storia ricomincia! Bando alle ciance ecco quello che vi occorre per costruire il topino: cartoncino, pennarelli, forbici, colla, spago.

Per realizzarlo: si piega un foglio a metà sul lato più lungo. si sistema il foglio orizzontalmente davanti a noi con la parte della piega chiusa in alto. Si disegna la sagoma del topo e si ritaglia sempre tenendo piegato il foglio. Si procede così anche per la testa, che dovrà avere la stessa misura della parte più stretta del corpo, per intenderci quella un po’ più assottigliata rispetto alla pancia e opposta alla coda.

sagome chiuse

sagome aperte

sagome assemblate

Pieghiamo le orecchie verso l’interno della testa, come potete osservare nella foto. spalmiamo un po’ di colla sulla testa del topolino e incolliamola sul corpo facendolo combaciare per bene con i bordi.  Mi raccomando di non spalmare colla sulle orecchie, quelle devono rimanere mobili e libere!!!!

Ora disegniamo con un pennarello occhi naso, orecchie e zampe.  Con una striscia di cartoncino prepariamo i baffi e incolliamoli sul retro del muso  al quale possiamo applicare anche un cordoncino per portarlo con noi a passeggio. I topi si possono preparare con cartoncini rigidi di vari colori e anche bianchi. I bambini possono colorarli e personalizzarli a piacere.  Quelli più grandi potranno in autonomia anche assemblare i pezzi.
Come potete vedere il topo ha superato brillantemente la prova di collaudo:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...