Giochiamo con i suoni: Maracas fai da te!

20151201_195216

Con questo freddo paralizzante, che incombe su di noi da diversi giorni, che cosa c’è di meglio che ritagliarsi un po’ di tempo per giocare con i nostri bambini? Per dare spazio alla fantasia e lasciarli liberi di esprimersi, possiamo scegliere tra innumerevoli attività a nostra disposizione giocando con i suoni, i colori e con il corpo per dare voce ad emozioni e pensieri.
Scegliamo un bel libro da leggere insieme, selezioniamo alcune tracce musicali e melodie che richiamino emozioni e atmosfere protagoniste del racconto e lasciamoci andare al ritmo della musica…. Potremmo provare a muovere il corpo per rappresentare particolari stati d’animo. Anche con i suoni e i rumori è possibile. Il silenzio ad esempio potrebbe comunicare pace o tristezza, se battiamo forte i pugni contro una padella o una pentola… quel rumore potrebbe comunicarci rabbia o dolore, il tintinnio di due bicchieri al contrario potrebbe farci pensare alla gioia e all’allegria. Suoni, colori, odori, in ognuno di noi evocheranno stati emotivi diversi, talvolta anche in antitesi.. Scopriamoli insieme. Con oggetti di uso quotidiano allestiamo un piccolo spazio per suonarli… Possiamo usare pentole vecchie, bottiglie di acqua semivuote, plastiche, scatole di cartone, tappi e così via. E alla fine realizziamo il nostro personale oggetto sonoro.

Bastano pochi materiali per costruirlo:
– 2 bicchieri di plastica resistenti o vasetti dello yogurt o la confezione in plastica dell’ovetto kinder
– granaglie varie (semi, riso, etc…)
– maccheroni di piccole dimensioni e bottoni
– colla
– carta velina di diversi colori
– un rotolo di scotch largo trasparente

Versiamo un mix di semi, pasta, bottoni e altri piccoli oggetti che abbiamo a disposizione in un bicchiere. Appoggiamo sopra l’orlo il secondo bicchiere capovolto facendo combaciare i bordi e sigilliamo con lo scotch. Ora possiamo decorarlo come vogliamo. Con i più piccoli se usiamo la carta velina non avremo nemmeno bisogno di usare le forbici, e poi è perfetta perchè la sovrapposizione di colori diversi in trasparenza genera nuove sfumature… Quando abbiamo finito e siamo soddisfatti se vogliamo, per renderlo più resistente e per poterlo usare con più facilità senza rimanere con le mani incollate, rivestiamolo interamente con il nastro adesivo trasparente. Ecco fatto e ora chi ci ferma più! Possiamo divertirci muovendoci e suonando.

llll

FotorCrxxxxxeated

Realizzando le maracas con contenitori di forma e dimensioni diverse, mettendo al loro interno differenti tipologie di materiali potremmo sperimentare una vasta gamma di sonorità. Magari potremmo costruire una maracas per “suonare” ogni emozione che conosciamo o che abbiamo imparato a riconoscere!!! Qui ecco ad esempio le Maracas gonfiabili!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...