Pensieri fuori dal coro: Nocetti di Montersino ma con le nocciole

FotorCreatedBBBBA metà novembre tutto bene, mi sembra un sogno pensare che con le feste di Natale arriverà anche qualche giorno di ferie. A fine novembre mi sento ansiosa. Dovunque vado il Natale è li sulla soglia in attesa di poter entrare in scena. Se da piccola fantasticavo pensando a Babbo Natale e al regalo che mi avrebbe portato, ora invece ritrovo quella dimensione incantata nei preparativi per quel giorno e in tutte le piccole cose che vi ruotano attorno: scrivere e confezionare i biglietti d’auguri, decorare l’albero, cercare un pensiero giusto da regale, cucinare dolcetti e stuzzichini per il pranzo natalizio…. Più di ogni altra cosa mi piace pensare a piccoli pensieri speciali da donare con il cuore a chi amo. Pensierini realizzati da me, come segno del mio affetto. Natale è anche tornare bambini. Perdersi nell’incanto delle luci che illuminano la città, lasciarsi travolgere dalla bellezza di un paesaggio innevato, ritrovarsi a condividere un sorriso con i propri cari. Non ho dei bellissimi ricordi di noi in famiglia il giorno di Natale. Non siamo in tanti ma fin da piccola ricordo che … si finiva sempre a litigare! Ora sono sporadiche le occasioni per ritrovarsi tutti insieme e le cose, forse per questo vanno decisamente meglio… non è sempre così ma siamo migliorati… Forse si finge… ma che dire per un giorno proviamo a mettere da parte i problemi e le incomprensioni, anche se non è facile riuscirci.
In verità, crescendo però mi rendo conto di sentire sempre meno la gioia e il senso delle festività e trovo che sia un vero peccato. Così all’inizio di dicembre solitamente la dolce metà mi guarda ed emette la sua sentenza: “Ecco che è tornato il Grinch che c’è in te!”. I giorni passano e con l’avvicinarsi del 24 dicembre il mio umore peggiora inesorabilmente. Ho come la sensazione che ci sia sempre qualcosa che mi infastidisce, ma non saprei dire cosa, rendendomi irrequieta, insoddisfatta, scontrosa, in attesa di qualcosa che non arriverà mai.. Gli ultimi giorni che precedono il Natale mi assale un senso di depressione e abbandono inaudito e cosí cerco, come posso, di reagire sublimando i miei malumori in attività socialmente più utili e creative: sforno torte, biscotti, focacce, dolcetti; disegno e ritaglio biglietti, menù, letterine… e non si sa come, nonostante tutto questo lavoro, arrivo comunque al giorno fatidico in affanno, alla ricerca della carta per impacchettare gli ultimi regali o della teglia di biscotti ancora da infornare alle 11.00 della mattina del 25 dicembre! Proprio loro, i biscotti, per fortuna riescono sempre bene anche quelli dell’ultimo minuto. Così, come l’anno scorso, anche quest’anno ho pensato di regalarne un po’ ad alcune colleghe. Mi piace prepararne di diversi tipi, ognuno con una forma diversa e confezionarli in una scatola di latta con un bigliettino e la ricetta per realizzarli. Oppure impilo uno sopra l’altro quelli dello stesso tipo e li rivesto di carta trasparente e con piccoli disegni, chiudendoli a caramella con un fiocco colorato ad ogni estremità proprio come questi. Sono solo piccoli pensieri ma per me valgono di più di un regalo costoso di circostanza.

NOCETTI DI MONTERSINO MA CON LE NOCCIOLE

FotorCreatedNNN

Ingredienti per circa 30/35 pezzi
Per la frolla bianca fine:
220 gr di burro
160 gr di zucchero a velo
32,5 gr di tuorli
312,5 gr farina 00 (180 w)
62,5 gr fecola di patata
un pizzico di sale
1 bacca di vaniglia
Per la frolla al cacao e nocciole:
220 gr di burro
160 gr di zucchero a velo
42,5 gr di tuorli
312,5 gr di farina 00 (180 w)
5o gr di fecola di patata
20 gr di cacao amaro in polvere
un pizzico di sale
1 bacca di vaniglia
225 gr di nocciole (la ricetta prevede le noci)

Per la pasta frolla bianca: lavora il burro e lo zucchero. Quando inizierà ad essere cremoso unisci il sale e la polpa della bacca di vaniglia dopo averla incisa e privata dei semi (la bacca può essere riutilizzata per aromatizzare lo zucchero in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente). In una ciotola riunisci i tuorli e aggiungili al composto gradualmente. Setaccia la farina e la fecola e aggiungile a più riprese. Appena tutto sarà amalgamato bene, forma una panetto rettangolare, coprilo con la pellicola e lascialo riposare 1 ora in frigorifero. Oppure se come me sei impaziente lascialo in frigo fino a quando non avrai preparato la frolla al cacao poi passa entrambi in freezer per 15/ 20 minuti circa.
Intanto che aspetti prepara la frolla al cacao e nocciole procedendo in modo analogo: lavora il burro con lo zucchero a velo, il sale e la vaniglia. Unisci poco alla volta i tuorli. Setaccia la farina con la fecola e il cacao e unisci tutto al composto in più riprese, poco per volta. La ricetta originale prevede infine di aggiungere le noci tritate grossolanamente. Io ho invece unito le nocciole in precedenza tostate leggermente in forno per pochi minuti. Forma un panetto rettangolare, avvolgilo con la pellicola e metti in frigo a riposare per 1 ora. oppure mettilo in freezer per 15/20 minuti, insieme a quello bianco (momentaneamente in attesa in frigo se abbiamo deciso di procedere così per fare prima).
Trascorso tale tempo assembla i biscotti: stendi la pasta bianca in un rettangolo spesso circa 4 mm. Con la frolla al cacao invece forma dei cilindri lunghi leggermente meno del lato più corto del rettangolo di frolla bianca. Quest’ultimo spennellalo leggermente con un goccio di acqua. Posiziona il rettangolo di frolla bianca con il lato più corto davanti a te. Allinea sul bordo il cilindro di pasta al cacao posizionandolo quindi orizzontalmente. Avvolgi la frolla bianca intorno al cilindro formando un rotolo. rifila il bordo e continua così fino ad esaurimento della pasta. Anche se la ricetta non lo prevede, per esperienza personale consiglio di posiziona i rotoli ricavati su un vassoio e di farli riposare in frigo altri 15 minuti per indurirli un po’ visto che lavorando l’impasto il burro si sarà ammorbidito. Poi con un coltello taglia il rotolo a fette formando dei dischetti regolari con uno spessore simile. Riponili nuovamente in freezer finché non saranno induriti bene (questo passaggio serve per preservare in cottura la forma dei biscotti). Posizionali su una teglia rivestita di carta forno e cuocili subito a 180 °C per 15 minuti circa. Una volta pronti falli raffreddare completamente prima di toglierli dalla teglia.

BISCOTTI 4

I biscotti si conservano bene in una scatola di latta e sono ottimi come dolce pensiero di Natale. Per variare, visto che mi ero accorta che di frolla al cacao ne sarebbe avanzata di più rispetto a quella classica, ho pensato di prepararne alcuni rettangolari: ho steso un rettangolo di frolla al cacao, ho sovrapposto un rettangolo più sottile di frolla bianca e infine ho ricoperto con un altro rettangolo di frolla al cacao. Ho dato un giro di mattarello per compattare e ho tagliato tanti piccoli rettangoli. A pensarci prima, per questi di forma diversa sarebbe stato carino sostituire le nocciole con altra frutta secca per avere così dei biscotti assortiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...