Pensieri fuori dal coro: cassata cheesecake eretico

MTChallenge = “un sasso gettato in uno stagno suscita onde concentriche che si allargano sulla sua superficie, coinvolgendo nel loro moto, a distanze diverse, con diversi effetti, la ninfea e la canna, la barchetta di carta e il galleggiante del pescatore. Oggetti che se ne stavano ciascuno per conto proprio, nella sua pace o nel suo sonno, sono come richiamati in vita, obbligati a reagire, a entrare in rapporto tra loro. Altri movimenti invisibili si propagano in profondità, in tutte le direzioni, mentre il sasso precipita smuovendo alghe, spaventando pesci, causando sempre nuove agitazioni molecolari. Quando poi tocca il fondo, sommuove la fanghiglia, urta gli oggetti che vi giacevano dimenticati, alcuni dei quali ora vengono dissepolti, altri ricoperti a turno dalla sabbia. Innumerevoli eventi, o micro eventi, si succedono in un tempo brevissimo. Forse nemmeno ad aver tempo e voglia si potrebbero registrare tutti, senza omissioni….” (da Gianni Rodari, La grammatica della fantasia)

C’è chi crede nel destino ed è convinto che a prescindere della propria condotta, per ognuno di noi esiste un futuro prestabilito e immutabile, o delle tappe obbligatorie, che nulla e nessuno potrà mai cambiare. Al contrario invece c’è chi sostiene che il futuro sia in perenne evoluzione plasmato dalle scelte e dalle azioni che ogni individuo compie. Karma o fato, in questo caso l’essere umano ha la possibilità di costruire il proprio percorso determinando così il proprio futuro. Nessuno può saperlo e ognuno di noi è libero ancora una volta di scegliere. E’ il grande vantaggio di noi esseri umani. Possiamo anche non prendere una posizione, ma anche in questo caso avremo comunque preso una decisione, ovvero quella di non decidere. Io opto per entrambe poiché sono convinta che non esista una verità assoluta ma solo relativa. Penso alle coincidenze ad esempio e credo che per entrambe le posizioni possa considerarsi vero il detto che “nulla avviene per caso”. Combinazione e conseguenza dell’insieme delle scelte e delle azioni di più individui, oppure eventi che “sarebbero accaduti in tutti i modi” trovo che le coincidenze non siano affatto casuali…. Ne sono sempre più convinta, sopratutto da quando ho iniziato a partecipare all’MTC. Sarà per qualche strano allineamento dei pianeti, o per l’influsso dell’insieme delle azioni di ognuna di noi messe in moto dalla sfida, ma ogni mese, in prossimità della fatidica ricetta, si verificano sempre fatti al quanto singolari, come in questi ultimi due giorni, per esempio.

Contenta di essere riuscita a realizzare il mio piccolo cheesecake la sfida di questo mese per me era chiusa. Non avevo proprio intenzione di cimentarmi in un secondo tentativo, anche se la versione salata mi allettava particolarmente. Ero soddisfatta così e poi, con la dolce metà che fatica a restare a dieta, mi sembrava la cosa migliore. Almeno fino a ieri sera. Fino a quando verso le 12.30 mi sono assopita nel mio lettuccio. Soffrendo di insonnia, come tutte le notti verso le 4.00 ho spalancato gli occhi un po’ perplessa. Avevo sognato di preparare la cassata siciliana. Mai fatta. Mai immaginato di farla. Non amo molto i canditi. L’unico dolce in cui li mangiavo era la torta di riso bolognese della mia nonna paterna. La cassata che avevo preparato nel sogno era bellissima. Sembrava uscita da una delle più rinomate pasticcerie. Forse vedo troppi programmi di cucina, ho pensato, perchè questo maestoso dolce l’avevo cucinato per una sfida di pasticceria. Indossavo pure grembiule e cappello da chef. Davanti alla mia torta c’era un paniere pieno di frutta candita dai colori vivaci. Era un sogno dolcissimo. Mi sono riaddormentata felice. Tutto è proseguito normalmente fino alle 10.00 di stamattina momento in cui mi chiama mio padre per dirmi che lui e mia madre sarebbero passati a salutarmi. Non esito, e li invito a pranzo. Come sempre mi chiedono la pizza ma questa volta declino la proposta. Non ho tempo e il gancio dell’impastatrice è rotto. Mi chiedono il dolce. Si raccomandano di non usare frutta secca, mia mamma è diventata allergica. Mi chiedono se potrei provare a fargli un dolce nuovo. L’hanno visto su una rivista e ora ne fanno voglia: LA CASSATA SICILIANA! Non potevo crederci! Li ho accontentati ma a quel punto nella mia testa si era già insinuata una malsana idea. Trasformare la cassata per l’MTC, che per questo mesa ha come protagonista il cheesecake proposto da Anna Luisa e Fabio del bellissimo blog “Assaggi di viaggio” . Astenersi puristi dunque! Ho impiegato più di 4 ore per farlo ma alla fine ammetto di essere soddisfatta. Esteticamente potevo fare di meglio ma come capita spesso, papà e mamma avevano molta fretta di mangiarselo ed io ho deciso allora di lasciar perdere i dettagli, mannaggia la fretta!

CASSATA CHEESECAKE ERETICO

per la cialda al cacao (impasto per le cialde dei cannoli al cacao da una ricetta di Nico Romito, Unforketable.it)

90 gr farina 00
10 gr di cacao amaro
100 gr di burro
100 gr di albume
100 gr di zucchero
granella di nocciola (io l’ho omessa)

per la base

100 gr di cialda al cacao sbriciolata
50 gr di burro fuso

Per il pan di spagna:

2 uova
60 gr di farina 00
60 gr di zucchero
1 bacca di vaniglia
scorza di limone
stampo 18 cm

Per il cheesecake

canditi misti
ciliegie candite
gocce di cioccolato
250 gr di ricotta
150 gr di philadelphia
40 gr di panna acida
5 cucchiai di panna
8 gr di gelatina in fogli
zeste di limone
70 gr di zucchero a velo
stampo con fondo removibile 18 cm di diametro o anello in metallo

Per la bagna:

½ bicchiere di maraschino

Per la ghiaccia reale

15 gr di albume
40/60 gr di zucchero a velo vanigliato
succo di limone

per guarnire

canditi
scaglie di cioccolato fondente
glassa reale

Prepara la cialda croccante: sciogli il burro al microonde facendo attenzione di non bruciarlo. In una ciotola mescola tutti gli ingredienti con lo sbattitore elettrico. Copri con la pellicola e attendi 15 minuti. Su una teglia foderata di carta forno con una spatola stendi il composto in uno strato sottilissimo spesso massimo 2 mm. Inforna a 170 gradi per 10 minuti. Sforna e fai raffreddare completamente.

Nota bene: con queste dosi ne viene di più di quella prevista. I pezzetti di cialda rimasti si possono conservare in un barattolo ed utilizzarli per guarnire dolci o semifreddo. Prima di infornare, parte dell’impasto può essere steso sulla carta forno formando dei cerchi. Una volta cotti avvolgere subito i cerchi ancora bollenti attorno ad un bicchiere o ad uno stampo per cannoli e farcirli a piacere.

Rivesti lo stampo di 18 cm di diametro con carta forno. Fondi 50 gr di burro al micro. Spezzetta la cialda al cacao trasferiscila nel mixer e riducila in briciole. Versale sul fondo dello stampo. Irrorale di burro. Con le dita amalgama il composto e compattalo bene. Poni in frigo a riposare.

Prepara il pan di Spagna:

Con lo sbattitore elettrico monta le uova con lo zucchero, un pizzico di sale e la polpa della bacca della vaniglia fino a quando non saranno ben montate a nastro: sollevando le fruste il composto cadendo su quello sottostante deve lasciare una scia ben visibile, deve “scrivere”. Setaccia la farina e uniscila in più riprese con una spatola. Profuma con la scorza di limone. Versa in una tortiera a cerniera di 18 cm di diametro. Spolvera la superficie con un pizzico di zucchero semolato e cuoci in forno a 175 gradi per 15 minuti. Sforna, fai raffreddare il pan di spagna poi toglilo dallo stampo e taglialo a metà.

Prepara la base al formaggio:

metti in ammollo la gelatina in una bacinella colma di acqua fredda. In una ciotola lavora con le fruste elettriche a bassa velocità la ricotta, il philadelphia, la panna acida e lo zucchero a velo. Poni sul fuoco un pentolino con 5 cucchiai di panna liquida per dolci. Appena si sarà scaldata, toglila dal fuoco e unisci la gelatina ben strizzata. Stempera e fai intiepidire. Uniscila al composto di formaggio. Amalgama bene tutto. Unisci le gocce di cioccolato e lo zeste di limone. Taglia in piccolissimi pezzetti i canditi misti. Frullane 3 cucchiai. Unisci i canditi frullati e a pezzetti a 2/3 del composto di formaggio. Metti tutto in frigo fino al momento di utilizzo.

Montaggio del dolce:

Versa la crema al formaggio con le gocce di cioccolato sulla base del cheesecake e livella bene. Elimina il bordo del primo disco di pan di Spagna riducendone così il diametro di circa ½ cm. (utilizza il disco superiore) Bagna il disco di Pds con il marsala diluito con un cucchiaio di latte. Adagialo centralmente sopra lo strato di formaggio. I bordi devono restare liberi. Spingilo leggermente verso il basso. Ricopri con la crema di formaggio ai canditi e livella bene. Copri con il secondo disco di pan di Spagna lasciandolo questa volta intatto. Metti in frigo per almeno 3 ore.

Trascorso tale tempo apri lo stampo con delicatezza ed elimina la carta forno.

Trasferisci il dolce su un piatto da portata.

Prepara la ghiaccia reale: in una ciotola amalgama con una spatola lo zucchero a velo, il limone e l’albume.

Decorazione:

Versa la ghiaccia in una sac a poche e decora a piacere la superficie del dolce. Completa con alcuni canditi tagliati a fette sottili, ciliegie caramellate e scagliette di cioccolato fondente.

Con questa ricetta partecipo alla sfida MTC n. 57

bannersfida

Annunci

5 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: cassata cheesecake eretico

  1. Anna Luisa ha detto:

    Capitano le coincidenze o forse è il destino che ci manda segnali. In ogni caso il tuo cheesecake cassata è tutt’altro che eretico. Mi piace molto dalla realizzazione alla decorazione che hai fatto. Sarà la tua prima “cassata” ma sono certa che non sarà l’ultima 😉
    Baci
    Anna Luisa

    Liked by 1 persona

  2. Fabio ha detto:

    Io ci credo nelle coincidenze, o meglio, nel fatto che le cose non accadano a caso. Quante possibilità c’erano che tu sognassi di fare una cassata e che poi al mattino te la chiedessero i tuoi, poche, pochissime. Invece è successo, segno che quella era la ricetta che avresti dovuto realizzare per questo MTC. Molto bella la decorazione finale!
    Grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...