Pensieri fuori dal coro: panna cotta al cacao di Montersino con frutti rossi e sablè alla vaniglia

Oh estate abbondante, carro di mele mature, bocca di fragola in mezzo al verde, labbra di susina  selvatica, strade di morbida polvere sopra la polvere mezzogiorno, tamburo di rame rosso, e a sera riposa il fuoco, la brezza fa brillare il trifoglio nell’officina deserta, sale una stella fresca verso il cielo, cupo, crepita senza bruciare la notte dell’estate.” (Pablo Neruda, Ode all’estate)

Sconcertante. Oggi è domenica e come al solito piove! il brutto tempo mi mette di cattivo umore. Avevo programmato una passeggiata rilassante tra i boschi o una gita fuori porta, ma devo rivedere i miei piani per via della pioggia. Avevo steso il bucato e ora dovrò rilavare tutto. Dopo il caldo di ieri speravo in una bella giornata da trascorrere all’aria aperta. Non che non si possa uscire mentre diluvia, ma proprio questa condizione climatica mi rende pigra e poco incline ad avere contatti sociali. Sono metereopatica, non posso farci nulla. Aspettando con ansia che il cielo si rischiari questa mattina ho preparato un bel dolce per tirarci su di morale.

Tanto per cambiare, una panna cotta! Questa volta al cacao e frutti rossi!

PANNA COTTA AL CACAO DI MONTERSINO CON FRUTTI ROSSI E SABLE’ ALLA VANIGLIA


Per la panna cotta al cacao di Montersino – DOSI PER 6/8 PORZIONI INDIVIDUALI
stampo in silicone con fori di diametro 6,5 cm e altezza 5 cm

500 gr di panna
125 gr di latte intero
100 gr di zucchero semolato
10 gr di colla di pesce
40 gr di acqua
30 gr di cacao in polvere amaro
30 gr di zucchero
1 bacca di vaniglia
lamponi freschi lavati e puliti

Per i dischi di sablè alla vaniglia – coppa pasta diametro 8 cm
230 farina debole
150 gr di burro
100 di zucchero a velo
60 gr di mandorle polverizzate
40 gr di tuorli
1 bacca di vaniglia
un pizzico di sale

Qualche cucchiaio di zucchero a velo per lo spolvero

Per la coulis di frutti rossi
Fragole e lamponi lavati e puliti, succo di limone qualche cucchiaio di zucchero a velo

per decorare: frutti rossi (io solo fragole) lavati e puliti, foglie di menta

Prepara la panna cotta: in un pentolino scalda a fiamma bassa l’acqua e i 30 gr di zucchero. Appena prende bollore togli dal fuoco e unisci il cacao amaro setacciato incorporandolo bene con una spatola fino a quando non saranno più presenti grumi. Pesane 60 gr e tieni da parte.

Ammolla la gelatina in una capiente ciotola colma di acqua fredda. In un altro pentolino scalda il latte con i 100 gr di zucchero e la polpa di vaniglia. Appena inizia a bollire togli dal fuoco e attendi 10/15 minuti. Quando la temperatura sarà leggermente scesa, unisci la gelatina ben strizzata incorporandola con cura. Unisci in più riprese i 60 gr di base al cacao tenuti da parte e infine la panna liquida. Con la spatola amalgama il composto fino a quando non sarà liscio ed omogeneo. Cola la panna cotta negli stampini riempendoli fino a trequarti. inserisci in ogni stampino 3 o 4 lamponi freschi tagliati a metà. Trasferisci tutto in frigo per almeno 6 ore fino a quando la panna cotta non si sarà rappresa.

Prepara i dischi di sablè: sabbia la farina e le mandorle polverizzate con il burro a dadini lavorandolo il meno possibile con la punta delle dita fino a quando non avrà raggiunto una consistenza sabbiosa. Incorpora lo zucchero a velo e il pizzico di sale poi, appena si sarà assorbito unisci i tuorli e profuma con la polpa di vaniglia. Puoi procedere anche utilizzando la planetaria con il gancio a foglia. Raccogli l’impasto formando una palla. coprila con la pellicola e ponila in frigo per 1 ora a riposare. Trascorso tale tempo, stendi la frolla sottilmente con il mattarello tra due fogli di carta forno. Con un coppa pasta di diametro maggiore rispetto a quello degli stampini per la panna cotta, ricava tanti dischetti spessi 3/4 mm . Metti i dischetti su una teglia foderata con carta forno. Con un forchetta bucherella la superficie e inforna a 180 gradi per 8 minuti circa. Sforna e fai raffreddare completamente prima di toglierli dalla teglia poi spolverali di zucchero a velo.

Appena le panna cotte saranno pronte prepara la coulis di frutti rossi: frulla 5 o 6 fragole e alcuni lamponi nel mixer con 1 cucchiaio di succo di limone e 1 cucchiaio di zucchero a velo. Se preferisci un composto più fine e liscio filtra la coulis in un colino. Taglia qualche fragola a fettine sottile irrorale con il succo di limone e tieni da parte in frigo fino al momento di servire il dolce.

Assemblaggio: disponi al centro di ogni piatto un disco di sablè. Sforna le panna cotte adagiandole al centro di ogni biscotto. Versaci sopra un cucchiaio di coulis. Guarnisci la panna cotta con pezzetti di fragola e una foglia di menta. Cola un cucchiaio di coulis intorno al dolce e aggiungi altri pezzetti di frutti rossi. Buon appetito!

NB: la ricetta originale prevedeva di aromatizzare la panna cotta con marsala secco e di colarla nei bicchieri alternandola con strati di chantilly allo zabaione e dischi di pan di spagna al cacao. Io ho stravolto tutto: avevamo voglia di qualcosa di più leggero e con la frutta.  All’interno della panna cotta possiamo omettere l’aggiunta dei lamponi. Personalmente mi piaceva racchiudere all’interno del dolce una piccola sorpresa.

Se volte provarne altre, qui potete trovarne due diverse varianti! Aspettando l’estate non mi resta che augurarvi un buon fine settimana!

Annunci

2 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: panna cotta al cacao di Montersino con frutti rossi e sablè alla vaniglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...