Pensieri fuori dal coro: spigola al cartoccio con limone e timo, insalatina depurativa e pane azimo integrale ai semi di cumino

Voglia di mare. Mentre continuo giorno dopo giorno il conto alla rovescia che mi separa dalle tante agognate vacanze, provo a portare qui in città un po’ di mare. Quest’anno non l’ho ancora visto e mi manca terribilmente. Anche il mio corpo ne sente la mancanza, sente di volere più di ogni altra cosa il contatto con l’acqua salata, la sabbia calda della spiaggia, il riposo di ore trascorse passeggiando, giocando, nuotando libera da ogni pensiero. Al mare se potessi mi ci trasferirei. Ma ho legami e radici che mi tengono ancorata qui e pur desiderandolo molto, non sono mai riuscita a partire, lasciare tutto e ricominciare altrove la mia vita. Mi chiedo se non sia troppo tardi per farlo e se mai avrò la forza di riuscirci. Ogni anno con l’arrivo dell’estate ci penso, mi incazzo, ma poi nulla, eccomi ancora qui aspettando la prossima estate. Lo sbaglio più grande che si possa fare è proprio quello di non fare nulla per paura di cambiare, per paura di dover affrontare le conseguenze delle proprie scelte.

Mi consolo portando il mare, il sole, e un po’ di allegria nel piatto, cucinando qualcosa di semplice e genuino per disintossicarmi dai pensieri assillanti, dalle preoccupazioni quotidiane, dai rimorsi e i sensi di colpa per le occasioni perse. Chiudo gli occhi e mi ritrovo là, a camminare in riva al mare mentre il sole si abbandona all’orizzonte tuffandosi nell’acqua che intanto, sotto il mio sguardo, si colora di oro e turchino. Ascolto in silenzio il rumore costante delle onde che si infrangono a riva, il vento leggero che con una carezza mi saluta, l’odore pungente della salsedine che si mischia a quello del pesce cucinato sul fuoco. Preparo la mia spigola profumandola con limone e timo e ad ogni mio gesto equivale un ricordo di giornate lievi trascorse in vacanza, di momenti sereni ormai lontani. E mentre ci sediamo a tavola per cenare con questo semplice pesce dai sapori estivi mi ritrovo per un breve momento nella mia isola felice.

PS: Diciamolo, alla fine questo menù è anche una scusa per preparare qualcosa di gustoso e fresco perfetto però per mantenere la linea! La spigola o branzino non ha bisogno di tante presentazioni. Nei nostri mari si pesca tutto l’anno e le sue carni sode e tenere si prestano a mille interpretazioni gastronomiche mantenendoci in piena forma con solo 81 kcal per 100 gr e l’1,5% di grassi. Se ne volete uno ancora più magro  può fare al caso vostro il merluzzo (il mio preferito) con 71 kcal  e 0,3% di grassi e il rombo 81 kcal e 1,3% di grassi.

Per l’insalata non avremo problemi scegliendo verdure depurative e drenanti ad alto contenuto di acqua da abbinare ad erbe aromatiche, semi di sesamo e cumino (utile per sgonfiare l’addome).

Il pane senza lievito, simile ad una piadina o al pane indiano Chapati, è a base di farina integrale più digeribile e con un elevato potere saziante. I due cucchiaini di burro fuso si possono ridurre a 1 volendo aggiungendo un pochino di acqua tiepida in più rispetto a quella prevista a temperatura ambiente della ricetta.

SPIGOLA AL CARTOCCIO CON LIMONE E TIMO, INSALATINA DEPURATIVA,
PANE
AZIMO INTEGRALE CON SEMI DI CUMINO

Per due porzioni

Per l’insalatina depurativa
6 ravanelli
1 costa di sedano
mezza carota
1 piccolo cetriolo
1 finocchio con la sua barbetta
4 o 5 foglie di basilico
timo
semi di sesamo
semi di cumino
sale rosa
olio evo q.b
succo di 1 limone
succo di mezzo lime

Per il pane azimo integrale ai semi di cumino
300 gr di farina integrale di grano tenero
2 cucchiai di burro fuso tiepido
sale rosa q.b
un pizzico di bicarbonato di sodio
semi di cumino
150/160 gr di acqua a temperatura ambiente

Per le spigole al cartoccio
2 spigole di media dimensione
timo fresco
1 limone
1 lime
sale rosa macinato al momento
pepe verde
semi di cumino
2 piccoli cipollotti bianchi
1 sacchetto di carta fata per la cottura in forno o al micro-onde. Oppure carta stagnola (in questo caso non cuocere nel micro!)

Prepara l’insalata depurativa: lava e pulisci tutte le verdure. Taglia a dadini il finocchio, il cetriolo, le carote e il sedano. Con un coltello affilato sminuzza finemente il basilico e i ciuffi del finocchio. Taglia a fette sottili i ravanelli. In una capiente ciotola spremi il limone e il lime. Aggiungi un pizzico di sale rosa macinato al momento e mezzo cucchiaio di olio evo.

Emulsiona il liquido mescolandolo velocemente con una forchetta. Versa nella ciotola anche le verdure tagliate, il basilico, il timo fresco, i semi di cumino e di sesamo. Mescola tutto con le mani cercando di distribuire su tutte le verdure il condimento sul fondo.

Trasferisci in frigo l’insalata e nel frattempo prepara il pane.

In una ciotola versa la farina integrale precedentemente setacciata per due volte. Regola di sale e unisci un pizzico di bicarbonato di sodio. Mescola bene e fai la fontana. Versa al centro poco per volta l’acqua. Inizia ad amalgamare tutto e aggiungi anche i due cucchiai di burro fuso tiepido e i semi di cumino. Continua ad impastare fino a quando l’impasto risulterà morbido ma non appiccicoso. Forma una palla e trasferiscila in una ciotola. Coprila a campana e attendi 10 minuti. Trascorso tale tempo dividi l’impasto in sei porzioni. Coprile ancora una volta a campana e attendi almeno 20 minuti.

Nel frattempo prepara le spigole.

Lava e pulisci le due spigole, eviscerale e squamale lasciandole intere con la testa e la coda. Qui un video per farlo correttamente!
Trasferisci il pesce in un piatto. Taglia il limone e il lime a metà. Da una metà ricava delle fettine sottili e inseriscile all’interno dell’incisione del pesce, all’altezza della pancia, insieme a qualche rametto di timo e una manciata di semi di cumino. Spremi una parte del succo delle due metà degli agrumi rimasti sulla superficie del pesce e spolveralo con sale rosa e pepe verde macinati al momento.

Lava e pulisci i due cipollotti e tagliali a metà lasciando anche la parte verde superiore del gambo. Prendi il sacchetto di carta fata e inserisci al suo interno le spigole e i cipollotti. Aggiungi timo, altri semi di cumino e spremi altro limone e lime. Chiudi il sacchetto con l’apposito cordoncino. In alternativa seguiamo lo stesso procedimento sigillando il pesce e il suo condimento in un foglio di carta stagnola che richiuderemo bene sigillando ogni lato.

Cuoci in forno ben caldo a 180° per 15/20 minuti (dipende dalla dimensione dei pesci) oppure nel microonde per 4 minuti circa (tenere presente sempre la dimensione del pesce) a 1800W solo se utilizzi il sacchetto di carta fata.

Mentre il pesce si cuoce finisci di preparare il pane: scalda a fiamma vivace una padella larga possibilmente in ghisa o con il fondo spesso. Su un piano da lavoro spolverato di farina stendi con il matterello ogni pallina ricavando un disco molto sottile e spolverandolo mano a mano che lo lavori con altra farina così da non creare buchi e tagli. Cuoci nella padella ben calda i dischi di pasta, uno per volta, esercitando sulla superficie una leggera pressione con i polpastrelli delle dita. Abbassa la fiamma e dopo qualche minuto, appena la superficie dei panini inizierà a gonfiarsi, girali e cuocili anche dall’altro lato.

Mano a mano che si cuociono trasferiscili in un piatto coperto da un canovaccio pulito e avvolgili per tenerli al caldo.

Appena il pesce è cotto, estrai il cartoccio dal forno o dal microonde e attendi qualche minuto  prima di aprirlo.

Servi il pesce in un piatto da portata con il suo condimento o direttamente nel cartoccio, accompagnandolo con l’insalatina depurativa e il pane azimo integrale. Buon appetito!!!

Annunci

5 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: spigola al cartoccio con limone e timo, insalatina depurativa e pane azimo integrale ai semi di cumino

  1. Emmettì ha detto:

    Ma che bella questa ricettina così gustosa e leggerissima.
    Anche io preferisco il merluzzo e non appena ne trovo di fresco come dico io, sarò ben felice di provarlo in questa versione!

    Anche io amo il mare…
    Sento il bisogno di immergermi e star lì, con l’acqua nelle orecchie, ad ascoltare il silenzio!
    Ti auguro di trascorrere giorni belli e di ritrovare presto la tua isola felice.
    Un abbraccio grande! :-*

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Grazie mille!!! il mare è davvero sorprendente riesce a rigenerarti e farti ritrovare la pace. Hai proprio ragione è stupendo poter restare sospesi nell’acqua ascoltando il silenzio! Buone vacanze anche a te e ancora grazie per essere passato da qui! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...