Pensieri fuori dal coro: orata al vapore al te marocchino con pita e Tzatziki

-2. i giorni che mi separano dalle ferie. – 25 i giorni a disposizione per asciugare, almeno di qualche grammo, la compromessa silhouette della dolce metà, che per natura, a differenza mia, è un pantofolaio nato. Se solo potesse, e se non fosse per me che glielo impedisco, vivrebbe la sua intera esistenza sdraiato sull’isola divano. Disinteressato a tutti gli argomenti che riguardano dieta, sport e vacanze, non è per nulla facile riuscire a convincerlo che ne andrebbe anche della sua saluta e della sua autostima interessarsi almeno ai primi due argomenti di cui sopra. Di conseguenza, come tutte le estati non mi rassegno e tento di prendere in mano la situazione continuando a cercare compromessi accettabili per entrambi: qualche giorno di mare senza esagerare, camminate non tropo impegnative altrimenti andrò da sola, un’alimentazione un pochino più bilanciata per lui. Quest’ultimo punto non lo abbiamo però concordato. Sto cercando di disintossicarlo da merendine, panini, pasta al ragù, a sua insaputa, visto che il signorino non collabora. Non posso controllarlo 24 ore su 24, ma almeno posso scegliere io come cucinare quello che mangia la sera e nel weekend, preparando pasti meno calorici. Peccato che cibo sano, leggero essenziale nel suo vocabolario corrispondono a: menù ospedaliero, o al massimo per situazioni disperate tipo febbre a 40. Dopo anni di tentativi miseramente falliti, continuo comunque a perorare la causa cercando soluzioni alternative x far apparire il cibo come lui vorrebbe anche se in realtà è l’esatto opposto. Come in questo caso. Non poteva di certo lamentarsi di fronte alla cena che gli ho servito. Un’orata al te marocchino, pita e Tzatziki. Per quest’ultimo ho usato yogurt greco con basso contenuto di grassi, ma questo alla dolce metà non l’ho detto. Ho omesso anche di informarlo sull’assenza di grassi nell’impasto della pita. Lui tanto di lievitati non ci capisce nulla.potrei anche raccontargli che ci sono volute settimane per prepararlo che lui ci crederebbe. Cucinare non è il suo forte, mangiare invece si. Sull’orata non c’è molto da dire se non che è un pesce bianco pregiato, magro e altamente digeribile come il branzino e il merluzzo.
La cottura a vapore consente di mantenere intatti i nutrienti e le caratteristiche organolettiche dei cibi che potranno così essere cotti restando naturali senza aggiunta di grassi. Essendo una tecnica di cottura “neutra” per profumare i cibi possiamo aromatizzare l’acqua di cottura con erbe, aromi, spezie, ma anche infusi e te. Nel caso potete scegliere fragranze diverse da abbinare al pesce come ad esempio l’infuso al finocchietto e zenzero o un semplice te verde. Il profumo che conferisce al cibo rimane comunque leggero e delicato, quindi volendo si potrebbe anche osare con qualcosa di più insolito (liquirizia? prima o poi proverò poi vi saprò dire!).

Anche senza il pesce, la pita con verdure e la salsa greca con yogurt magro sono ottimi per un bel pranzo al sacco o per la pausa in ufficio, gustosi ma senza appesantire! E se avete paura di non digerire per colpa dell’aglio fate come me mettetene un micro pezzettino piccolissimo, sarà comunque ottimo! I semi di papavero potete ometterli ma donano un tocco diverso e sfizioso alle verdure. Alla fine non sarà un pasto propriamente dietetico ma certamente è più salutare di una cotoletta con patate fritte con doppia dose di maionese!

ORATA AL VAPORE AL TE MAROCCHINO CON PITA E TZATZIKI LEGGERO

PER LA PITA (4 O 5 PANINI)
250 gr di farina 0
150 gr di acqua tiepida
5 gr di lievito di birra fresco
sale rosa

PER IL PESCE
2 orate intere piccole
4 foglie di menta
2 cucchiai abbondanti di te verde
mezzo limone
un pizzico di sale
2 bacche di ginepro

TZATZIKI
150 gr di yogurt ,agro a basso contenuto di grassi
5 fettine di cetriolo pultio e tagliato finemente
un fettina sottile di aglio fresco
mezzo cucchiaino scarso di aneto fresco e un filo di olio evo

INSALATA DI VERDURE MISTE
mezzo cetriolo
2 cipollotti
1 baby finocchio
1 baby peperone giallo
1 cucchiaio di daikon grattugiato
3 ravanelli
una manciata di semi di papavero
sale rosa q.b.
il succo di mezzo limone
aneto
olio evo q.b.

Prepara il pane: in una ciotola versa la farina. A parte versa un po’ di acqua presa dal totale in un bicchiere con mezzo cucchiaino scarso di miele e il lievito sbriciolato. Stempera bene con un cucchiaio. Versa il lievito sulla farina inizia a mescolare e unisci pian piano l’acqua regolandoti con la quantità. A metà lavorazione unisci un pizzico di sale. Impasta bene per 12 minuti. L’impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso. Ponilo in una ciotola a lievitare coperto a campana fino al raddoppio (con questo caldo non ci vorrà molto!).
Una volta trascorso tale tempo dividi l’impasto in 5 porzioni. Copri con un telo pulito e attendi 30 minuti. Mentre aspetti metti sul fuoco a fiamma vivace una padella in ghisa. Aiutandoti con il mattarello stendi una pallina di impasto formando un disco sottile e circolare su un tagliere spolverato di farina. fai attenzione l’impasto è delicato. Partendo dal centro e compiendo dei movimenti delicati rotatori puoi stendere i dischi di pasta anche con le mani. Trasferisci il disco nella padella. Appena inizierà a gonfiarsi abbassa la fiamma e giralo per cuocere anche l’altro lato. Togli dal fuoco e appoggialo su un canovaccio pulito coprendolo per mantenerlo caldo. Continua nello stesso modo fino ad esaurimento delle porzioni. Mano a mano che le pite sono pronte impilale una sopra l’altra e tienile coperte. Una volta ultimate inserisci il canovaccio con le pite all’interno di una busta di plastica. Chiudila e posizionala nel forno spento (mi raccomando!) fino al momento di servirle. Così facendo si manterranno tiepide e morbide. E’ fondamentale che la padella sia ben calda e l’impasto privo di buchi. Anche il minimo buchino impedirà alla pita di gonfiarsi. La mia padella non era bella bella rovente e le prime due pite ne hanno risentito.

Nell’attesa che il pane lieviti puoi preparare lo tzatziki e l’insalata.
Per lo tzatziki versa nella brocca del frullatore ad immersione lo yogurt, dopo averlo scolato dal suo liquido in un colino, il cetriolo tagliato fine, una fettina di aglio precedentemente tagliata finemente, l’aneto, un pizzico di sale e un filo di olio evo. Emulsiona tutto fino ad ottenere una crema densa, profumata ed omogenea. Versala in un recipiente, copri con la pellicola trasparente e trasferisci in frigo.
Per l’insalata: lava e pulisci le verdure tagliale finemente. In una ciotola mescolata il limone e un pizzico di sale. unisci mezzo cucchiaino di olio ed emulsiona. Aggiungi le verdure, il daikon (ravanello cinese invernale, è un grosso e lungo tubero di colore bianco dal sapore leggermente più deciso del ravanello e con un retrogusto piccante) e mescola bene meglio se con le mani per condire il tutto. Se necessario aggiungi altro succo di limone e spolvera con i semi di papavero e l’aneto. Copri con pellicola e metti in frigo.

Per il pesce:
Lava, pulisci ed eviscera le orate. Eimina la coda e la testa (conserva gli scarti per un’eventuale zuppa o brodo di pesce), ricava 4 filetti e spinali lasciando la pelle.

Riempi la pentola della vaporiera con una quantità di acqua bollente relativamente ridotta affinché in cottura non venga a contatto con il cestello superiore in cui si trova il cibo. Versaci dentro le foglie di menta spezzettate con le mani e i 2 cucchiai di te verde. Mescola con il cucchiaio e copri con il coperchio. Lascia in infusione per 15 minuti. Togli il coperchio posiziona sopra la pentola il cestello della vaporiera con i filetti di orata, una fetta di limone, qualche foglia di aneto e le bacche di ginepro. Quindi copri con il coperchio e cuoci a fiamma moderata per 6/8  minuti.

Servi il pesce caldo con l’insalata di verdure, la pita e lo tzatziki. La cosa migliore è farcire il pane, arrotolare e e mangiare a morsi! Buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...