Pensieri fuori dal coro: tortine al miele con limoni sciroppati

E’ affascinante scrutare la semplicità della vita, il flusso costante di pensieri, eventi ed azioni che si producono nello stesso frangente. Affascinante è pensare che quella apparente semplicità, quasi banale se non si è attenti, è in realtà così complessa da restare ai nostri occhi imperscrutabile. Si rischia quasi di rimane travolti alla ricerca di risposte che non possono esserci.

Ci sono giorni che osservando la quotidianità che mi circonda rimango sospesa, a volte vorrei scappare, altre invece quando lo sguardo si fa più attendo e va oltre l’apparenza, ecco che quello che ho di fronte, che si tratti di un sasso, di una bambino che corre, di una nuvola passeggera, riesce a stupirmi con la sua semplicissima complessità.

La natura produce meravigliose opere d’arte, uniche irripetibili legate tra loro da un filo invisibile e se solo avessimo il tempo necessario per ammirarle, forse riusciremmo ad essere più consapevoli di quanti tesori preziosi, microscopici o infiniti, si celano intorno a noi. Ma non capita sempre di potersi concedere il lusso di fermarsi a contemplare quello che casualmente incrociamo nel nostro cammino, ne tanto meno di poterlo esplorare utilizzando in modo inedito i nostri canali sensoriali (udire prima di osservare, annusare prima di toccare…).

Talvolta mi capita di poterlo fare durante i laboratori creativi e di lettura rivolti ai bambini. E’ un gioco di sguardi per scrutare il mondo, per scovare quello che c’è ma non si vede, che mi permette di riscoprire il senso della vita e ciò che di solito darei per scontato. Ad esempio, vi siete mai fermati a contemplare un limone?

Di un limone se ne possono ammirare infinite qualità, le sue forme sinuose, il colore giallo oro che sfuma nei toni del verde e del bianco, la rugosità della buccia che al tempo stesso risulta così liscia e setosa. E poi tagliandolo a metà ecco un girotondo di colori, nascosti nella sua fragile polpa c’è la vita che pulsa, ed il suo profumo inteso, dolce, aspro, fresco, una girandola di raggi di sole. Se si chiudono gli occhi queste sensazioni producono associazioni mentali infinite a tal punto da riuscire a sentire in bocca il suo sapore.

Quel sapore, quelle sfumature che virano dal giallo all’oro più intenso ho pensato di trasferirle in un dolce, tante piccole morbide tortine soffici come nuvole grazie alla presenza della panna acida, con una nota zuccherina, calda e avvolgente,  del miele.  In cima ad ogni dolce una fetta di limone sciroppato con vaniglia e zucchero di canna fine e grezzo, il cui sapore ricorda molto quello della melassa. E con lo sciroppo di cottura rimasto basterà preparare una morbida glassa per impreziosire i dolcetti. Guardandoli, mi mettono di buon umore, con i loro raggi sembrano quasi dei piccoli soli sorridenti.

TORTINE AL MIELE CON LIMONI SCIROPPATI
(per realizzarle ho preso spunto da una ricetta di
Dahlia Bakery Cookbook presa da qui)

Per quattro tortine

Limoni sciroppati
1 limone
100 gr di zucchero di canna
10 gr di zucchero di canna grezzo
180 gr di acqua
un pizzico di vaniglia in polvere

Tortine
85 g di burro a dadini a temperatura ambiente
100 g di miele di acacia
buccia e 1 cucchiaio di succo di 1 limone
50 g uova
20 g tuorlo d’uovo
160 g di farina 00
1/4 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/4 di cucchiaino di lievito per dolci in polvere
un pizzico di sale, un pizzico abbondante di vaniglia in polvere essiccata
100 g di panna acida

Glassa di zucchero al limone
succo di mezzo limone appena spremuto
2 cucchiai di sciroppo di cottura dei limoni
mezzo cucchiaino di miele
zucchero a velo q.b.

Per le fette di limone sciroppate: con un coltello lungo ben affilato taglia 4 o 5 fette di limone intere e sottili. Elimina i semi. In una casseruola porta a bollore gli zuccheri, l’acqua e la vaniglia. Aggiungi le fette di limone, abbassa la fiamma e continua la cottura per una decina di minuti. Spegni la fiamma e lascia riposare fino a quando non le utilizzerai.

Per le tortine: Mescola in una ciotola gli ingredienti secchi e tieni da parte. In una ciotola monta il burro tagliato a dadini e il miele. Aggiungi un pizzico di vaniglia e il tuorlo. Frulla con il mixer per 10 minuti a media velocità poi unisci l’uovo e continua a frullare per altri 10 minuti. Aggiungi le polveri alternandole alla panna acida mescolando con la spatola.  Profuma con un goccio di limone e lo zeste.

Imburra 4 cavità di uno stampo per muffin. Trasferisci l’impasto in una sac a poche e riempi le cavità fino a 2/3. Disponi su ognuna una fetta di limone candito. Inforna a 160/170° C. Per 20 minuti. Sforna e fai raffreddare completamente.

Prepara la glassa al limone: Mescola gli ingredienti liquidi e la vaniglia in una ciotola. Mescolando con una frusta a mano, aggiungi poco per volta lo zucchero a velo, precedentemente setacciato, continuando a versarlo fino a quando il composto sarà denso, ma ancora liquido (vedi foto). Cospargi la superficie di ogni tortina con un cucchiaio generoso di glassa, facendola colare lungo i bordi, e attendi che si rapprenda.

NOTE: i limoni sciroppati si possono conservare in un barattolo di vetro sterilizzato. Potranno far comodo per preparare altri dolci profumati. Qui qualcuno li ha apprezzati molto e si è bevuto lo sciroppo aggiungendolo al te caldo! I gusti sono soggettivi, che vi devo dire! Le tortine si possono preparare anche con altri agrumi come ad esempio il mandarino. A seconda degli agrumi utilizzati scegliete con cura il tipo di miele da abbinare. Buon appetito!

Annunci

18 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: tortine al miele con limoni sciroppati

  1. giovanna ha detto:

    Rieccomi, stasera sono più sveglia di ieri e posso gustarmi per bene il tuo post e leggermi la ricetta che giudico alla mia portata, sai che non ho molta pazienza, i limoni mi piacciono tantissimo e i miei alberi sono carichi di frutti, penso di abbinarci dell’ottimo miele di agrumi prodotto da mio nipote, li agiungo alla mia lista che si allunga sempre di più.Ciao carissima.

    Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Ciao Giovanna, le tortine sono facili e veloci da preparare. Puoi anche sostituire la panna acida con lo yogurt. Che fortuna avere alberi da frutto!!! Oltre ai limoni ne hai altri? Con quelli del tuo albero verranno benissimo! e il miele agli agrumi direi che è perfetto lo avevo preso anni fa da una signora. Era strepitoso da utilizzare nei dolci.

      Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Aspetto mia figlia il mese prossimo glieli farò trovare.Ho due limoni due due aranci, un mandarancio, un mandarino quelli cinesi non ricordo adesso come si scrive, e due mandarini normali che ancora non hanno cominciato a fruttificare, speriamo per il prossimo anno.
        Per il miele sono fortuata, mio nipote ha il laboratorio qui vicino casa mia.

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        Immagino il sapore che avranno! É davvero una fortuna poter disporre di frutta colta dall’albero. Un sogno! Tra gli agrumi Io ho un debole x i mandarini e qualche giorno fa ho provato a usarli in una bavarese. Tua figlia vedrai che sarà contenta, spero siano di suo gusto! Un saluto caro e buona giornata

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...