Pensieri fuori dal coro: panna cotta allo yogurt con cuore di fragole

Fragole! Si si lo so non è ancora la stagione giusta, manca qualche mese, ma non ho potuto resistere. Al supermercato c’erano questi cestini di fragole rosse succulente che mi chiamavano a gran voce. Ho provato ad ignorarle, rimproverandole di essere in anticipo sui tempi, ma nulla, loro non la smettevano di sussurrarmi parole dolci. Mi sono lasciata corrompere e così alla fine sono tornata a casa con il cestino tra le mani felice come una bambina in un negozio di giocattoli. In verità i cestini acquistati erano due, perché con uno di questi avevo già deciso di preparare un dolce.

Le fragole mi hanno fatto tornare in mente quando da bambina in mancanza del gelato mettevo nel congelatore uno yogurt alla fragola con in mezzo un cucchiaino a modi stecco. Era per così dire una valida alternativa al “fior di fragola” un gelato confezionato alla panna ricoperto da uno strato ghiacciato di fragola appunto. D’estate lo mangiavo spesso a merenda anche se mia mamma ha sempre nutrito una certa avversione per i gelati confezionati e i ghiaccioli, che a suo avviso, avrebbero irrimediabilmente bloccato la mia delicata digestione…. Insomma il gelato dovevo sudarmelo, mentre per il vasetto di yogurt le cose erano decisamente più semplici! Anche se ad un certo punto la mia trovata destabilizzò completamente la gestione del congelatore, stipato fino all’orlo di vasetti di ogni sorta.

Quei sapori semplici di bambina, yogurt, panna e fragole, sono quelli che caratterizzano questo semplicissimo dolce al piatto che in qualche modo ha la presunzione di rappresentare il gelato che amavo così tanto e la bontà di pochi e genuini ingredienti, di momenti di spensierata allegria, di avventure vissute, tanto per restare in tema, a cuor leggero, di un mondo visto con gli occhi ingenui, ma non troppo, di chi ancora non ha consapevolezza della caducità della vita. Forse è proprio questa uno dei più importanti spartiacque che segna il passaggio dal mondo dell’infanzia a quello adulto: la presa di coscienza della mortalità umana, l’accettazione della finitezza, dell’impossibilità di controllare il tempo, la lotta per rincorrerlo nel tentativo di non perdere istanti preziosi. Se prima di allora non si aveva coscienza del tempo, ecco che un giorno dolore, affanni, sofferenze, tensioni, rabbia, amore ti spezzano le ali, costringendoti a fare i conti con un passato da ricordare, un presente da vivere, un futuro da costruire. Non voli più libero senza un domani e ti accorgi che ogni giorno per te e per i tuoi cari il viaggio si accorcia, il tempo a disposizione è sempre meno, sempre più prezioso e difficile da gestire al meglio. La malattia, più di ogni altra cosa, la sofferenza fisica e mentale, ti mettono di fronte a verità che non vorresti fossero tali, di cui probabilmente dentro di te, avresti volentieri fatto a meno di conoscere. Ma infondo è il viaggio di tutti noi. Non resta che goderselo fino infondo, coltivando il nostro bambino interiore, quello che ci permette di vivere lievemente, sulla soglia, sognando, sperando, continuando ad innamorarci per un non nulla, un soffio di vento, un fiore che sboccia e perché no, anche di un dolce fanciullesco, frivolo e colorato, semplicemente per giocare, per ritrovare la libertà di volare per poco…di tornare bambina con in mano un vasetto di yogurt ghiacciato.

La panna cotta non avrebbe bisogni di nient’altro: glassa e frollino alla base, anche se completano il dolce, si possono benissimo omettere. Il cuore di fragole può essere preparato anche con altri frutti rossi: frutti di bosco, lamponi, mirtilli….

PANNA COTTA ALLO YOGURT CON CUORE DI FRAGOLE
(Liberamente tratta e riadattata da una ricetta di C. Felder in,
Le petits gateaux, Ed. La Martiniere)

Ingredienti per 4 dolci

Cuore morbido di fragole
stampo in silicone monoporzioni a semisfera diametro 4 cm
150 gr di fragole pulite senza foglioline e private della parte superiore bianca
6 foglioline di menta fresca
35 gr di zucchero semolato
4 gr di pectina

Panna cotta cremosa allo yogurt
stampo in silicone monoporzioni a semisfera diametro 7 cm
250 gr di panna liquida
1 stecca di vaniglia
60 gr di zucchero semolato
65 gr di yogurt bianco greco al naturale

Sablee petit beurre al limone (ingredienti per una frolla di 280 gr)
12o gr di farina
45 gr di zucchero a velo
125 gr di burro a pomata
scorza di mezzo limone e un pizzico di sale

Crumble alle fragole
25 gr di burro
10 gr di fragole (in pratica 1 fragola) pulite e tritate finemente
25 gr di zucchero semolato
25 gr di farina
vaniglia

Glassa neutra colorata
5 gr di gelatina in fogli
75 gr di acqua minerale
100 gr di zucchero semolato
25 gr di glucosio oppure miele d’acacia
un pizzico di colorante alimentare rosa in gel o liquido
vaniglia essiccata

Guarnizione
fettine di fragole fresche spruzzate di limone
menta fresca o essiccata

Procedimento
Per il cuore di fragole: pulisci le fragole, elimina la parte superiore, tagliale a pezzetti e versale in una piccola casseruola. Ponila sul fuoco a fiamma bassa con le foglioline di menta tagliuzzate grossolanamente con le mani insieme a un goccio di acqua (se usi fragole congelate non aggiungerla). Mescola lo zucchero con la pectina e aggiungili alle fragole. Mescola tutto e porta a bollore. Togli dal fuoco, elimina le foglie di menta. Frulla velocemente con il mixer ad immersione lasciando intero qualche pezzetto di fragola. Cola in uno stampo in silicone monoporzioni a semisfera diametro 4 cm. Riponi in freezer a congelare per almeno 4 o 5 ore.

Per la panna cotta: Metti in ammollo la gelatina in una ciotola con acqua ghiacciata. Poni sul fuoco un pentolino con la panna. Incidi la stecca di vaniglia, preleva la polpa e uniscila alla panna insieme alla bacca. Scalda il liquido a fuoco lento senza farlo bollire. Togli dal fuoco quando sarà ben caldo e lascia in infusione la stecca di vaniglia per 10 minuti, poi eliminala. Unisci la gelatina strizzata. Mescola bene con un cucchiaio di legno. Fai intiepidire. In un recipiente mescola lo zucchero semolato e lo yogurt. Aggiungi il composto alla panna. Amalgama il tutto con una spatola. Poni in frigo 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario cola la panna negli stampi semisferici diametro 7 cm circa riempendoli fino a metà. Adagia al centro di ognuno l’inserto ghiacciato di fragola, ricopri con la restante panna. Poni in freezer fino a congelamento.

Per il crumble di fragole: unisci tutti gli ingredienti lavorandoli con la punta delle dita. Stendi il composto tra due fogli di carta forno, poni in freezer fino a congelamento. Riprendi il panetto ottenuto e grattalo con una grattugia a fori larghi su una teglia foderata di carta forno formando così tanti piccoli frammenti di pasta. Cuoci in forno a 160° C. fino a doratura. Sforna e fai raffreddare completamente. Tieni da parte.

per la sablee al limone senza uova: lavora il burro con la spatola finché non sarà morbido e setoso. Unisci lo zucchero a velo. Amalgamalo velocemente con la spatola e poi continua nello stesso modo aggiungendo un pizzico di sale, la scorza di limone e la farina. Il composto risulterà tenerissimo, quasi una frolla montata. Spalmala tra due fogli di carta forno, in uno strato omogeneo e liscio. Appiattisci con il mattarello passandolo delicatamente sopra il foglio di carta forno superiore. Poni in freezer a congelare per 15/20 minuti. Riprendi la frolla, elimina il foglio di carta superiore coppa la frolla con un taglia biscotti circolare dello stesso diametro delle semisfere di panna cotta. Riponi i dischetti in freezer per altri 20 minuti. Cuocili in forno a 180° C. per 15/ 20 minuti fino a doratura. In fase di cottura il rischio è quello che la frolla burrosa non mantenga la forma. Nel caso non perdersi d’animo. All’uscita coppare nuovamente la frolla cotta ancora morbida con lo stampino e attendi che i dischetti si raffreddino completamente.

Per la glassa lucida alle fragole: ammolla la gelatina in una ciotola con l’acqua gelata. Poni sul fuoco gli ingredienti rimanenti e porta a bollore. Togli dal fuoco, attendi 5 minuti e unisci la gelatina strizzata. Cola la glassa in un recipiente alto e fai raffreddare fino alla temperatura di 32° C. Oppure conservala in frigo e al momento di utilizzarla scaldala a bagnomaria riportandola alla temperatura indicata.

Montaggio. Posiziona sotto una gratella un piatto. Adagia sopra la gratella le panne cotte congelate.

Cola su ognuna la glassa colorata. Fai rapprendere. Decora con il crumble di fragole. Trasferisci ogni panna cotta sul disco di frolla al burro. decora con fettine di fragole e menta essiccata o fresca. Conserva i dolci in frigo prima di servirli per consentire alla panna cotta di acquisire la giusta consistenza.

IMPORTANTE: la panna cotta sarà morbida e tenera. Al momento di tagliarla, il cuore di fragola non sarà compatto e gelatinoso, ma morbido e leggermente liquido. Non è infatti una gelatina! Buon appetito!

Annunci

14 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: panna cotta allo yogurt con cuore di fragole

  1. Fabio ha detto:

    Dolce davvero bellissimo! Io ancora non le ho comprate, ma il fruttivendolo mi dicevano che ovviamente sono di serra, è quello che consente che già ci siano. Tutto sommato niente d chissà quanto sconveniente 🙂 Bella l’idea dello yogurt in freezer 😀 Aaah, il mitico fior di fragola! Quanti ricordi 🙂

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Grazie Fabio. Davvero il fior di fragola mi fa tornare alla mente tanti ricordi anche a me, era buonissimo. Ma si trova ancora in giro? E’ da tanto che non lo vedo, forse si è evoluto in altro! 🙂 per le fragole, si mi piacciono troppo e alla fine anche se sono di serra, ne avevo proprio voglia!!! Un saluto caro… hai in previsione nuovi viaggi? Devo venire a trovarti sul tuo bellissimo blog per curiosare!

      Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Cara giovanna mi dispiace di averti rattristato. Sarà che in questi ultimi anni la vita mi mette sempre più a dura prova e spesso sono triste. Ma infondo si é la vita e per fortuna ci sono ancora piccole e grandi cose per cui vale la pena sorridere e andare avanti. Prometto di essere più positiva e allegra anche perché devo farlo per reagire. Per il dolce grazie mille. Quelle fragole erano davvero buone!!! Un saluto caro 😄😘

      Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Ciao Ivana, ben trovata. Provala, la panna cotta è semplice e se a tua figlia piace la panna vedrai che questo dolce le piacerà. Se vuoi puoi anche omettere il cuore di fragole preparando una coulise di frutta a piacere da versare sul dolce prima di servirlo. Basta frullare la frutta dopo averla passata in padella con un cucchiaio di zucchero! Fammi sapere, spero che le piaccia! un saluto caro e buon fine settimana!

      Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Grazie mille! la panna cotta credo che sia uno di quei dolci che qui da me va per la maggiore. Sono contenta ti piaccia! buona domenica, oggi c’è un bel sole speriamo continui a farci compagnia.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...