Pensieri fuori dal coro: bicchierini di zuppa inglese rivisitata e … Auguri a tutte le mamme!!!

Le madri alimentano l’esistenza, mettendo al mondo anche chi madre non è: la relazione che corre tra madri e figli non è un tema da donne. Non serve essere un cane per fare il veterinario, non occorre essere già morti una volta per lavorare in terapia intensiva. Non bisogna aver partorito per aver voglia di capire come funziona il delicato meccanismo che si mette in moto all’alba dei giorni: è il cuore della vita di tutti” (Concita De Gregorio, una madre lo sa, ed.  Mondadori 2010).

Auguri a tutte le mamme del mondo, a quelle che ancora non sanno di esserlo e a quelle che sognano di diventarlo, a tutte coloro che con pazienza ci hanno insegnato a volare per spiccare il volo, a coloro che con dedizione e amore hanno nutrito il nostro spirito e la nostra mente. Mamme sincere, esigenti, amorevoli, talvolta complicate e spinose come rovi di moro, a loro le nostre scuse per non averle sempre capite, per aver dubitato dei loro consigli, per esserci talvolta allontanati prendendo le distanze dal loro mondo.

Mamme, se non ci fossero, bisognerebbe inventarle, possono metterci a dura prova, criticarci, renderci la vita impossibile ma, alla fine, restano un fiore raro in mezzo al deserto, che con il tempo puoi solo imparare ad amare più della tua stessa vita.

A tutte voi mamme dedico questi bicchierini di zuppa inglese rivisitata, un dolce semplice, genuino, un dessert della tradizionale che sa di casa e che si presta facilmente a mille possibili interpretazioni.
Forse con questo dolce non riuscirò ad accontentarvi tutte, ma con tutta probabilità almeno la mia, ne sarà entusiasta… o forse no?

Quella tradizionale, che solitamente viene composta in una pirofila alternando strati di crema pasticcera e al cioccolato con pan di spagna o savoiardi bagnati nell’alchermes, è uno dei dolci preferiti di mia madre ed è anche quello che più di tutti ha portato sull’orlo della pazzia intere schiere di nonne, zie e mamme varie. Capitava spesso, infatti, che durante i nostri burrascosi pranzi di famiglia, le malcapitate cuoche che avevano avuto la sfortunata idea di preparagliela, finivano puntualmente per essere sommerse da un fiume di critiche senza fine, mosse nei confronti di una crema pasticcera sempre e comunque in perenne difetto: troppo granulosa, troppo densa, poco saporita, troppo intenso e persistente il sapore di uovo…. insomma era impossibile riuscire ad accontentare mia madre!

In occasione della festa della mamma, proprio come un tempo altre mamme la preparavano per lei per compiacerla, oggi ho voluto provarci io con questa versione rivisitata monoporzione, un omaggio al nostro legame e un dolce promemoria per ricordarci sempre che alla fine non siamo poi così diverse l’una dall’altra.
E per non correre inutili rischi e mettere a tacere fin da subito ogni possibile critica, sono corsa subito al riparo seguendo la ricetta perfetta della crema pasticcera di Loretta Fanella, la fatina dei dolci! La crema al cioccolato invece ha lasciato il posto ad una crema ganache più ricca e golosa del Maestro Iginio Massari.

Cara mamme, con questa dolce ricettina, ancora auguri di cuore a tutte voi!

BICCHIERINI DI ZUPPA INGLESE

Crema pasticcera
(da una ricetta di Loretta Fanella in, Dessert al piatto)
500 gr di latte fresco intero
60 gr di tuorli
150 gr di zucchero semolato
55 gr di amido di riso (nell’originale 75 gr)
1/2 stecca di vaniglia

Crema ganache al cioccolato fondente
(ricetta di Iginio Massari in, Non solo zucchero Vol. 1  – 
dosi ridotte rispetto all’originale)
200 gr di latte intero
250 gr di cioccolato fondente 70/75%
50 gr di burro di ottima qualità

Biscotto savoiardo
(ricetta di Maurizio Santin in, Le mie ricette di base –
dosi ridotte rispetto all’originale)
90 gr di farina
150 gr di albumi
125 gr di tuorli
125 gr di zucchero semolato
32,5 gr di fecola di patata
Zucchero a velo q.b.

Bagna: Alchermes e due cucchiai di latte intero a temperatura ambiente

Per il biscotto savoiardo: monta i tuorli con 100 gr di zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro. A parte monta a neve ferma gli albumi con lo zucchero rimanente. mescola insieme la farina e la fecola e setacciale sulla montata di tuorli unendoli con una spatola senza smontare il composto. Progressivamente incorpora gli albumi mescolando con la spatola dal basso verso l’alto per mantenere areato il composto. Versa tutto su un taglia rivestita di carta forno formando uno strato sottile e omogeneo dello spessore di 2 cm circa. Spolvera con lo zucchero a velo e inforna a 180° C. fino a leggera doratura. In alternativa per risparmiare tempo formare con la sac a poche dei dischetti di impasto sulla teglia e proseguire come da ricetta.
Sforna, fai raffreddare completamente poi incidi il biscotto savoiardo con un coppa pasta circolare dello stesso diametro dei contenitori scelti per la composizione del dolce. Bisognerà attenere due dischetti per bicchiere. Nel mio caso ho usato un coppa pasta di cm … per la base e uno più grande che andrà al centro del bicchiere che ho usato nel punto in cui il diametro si allarga. Tieni da parte.

Per la crema pasticcera: in una casseruola scalda 450 gr di latte con la polpa di vaniglia. A parte mescola i tuorli, il pizzico di sale, l’amido di riso e 50 gr di latte a temperatura ambiente, ma senza montarli. Versa il latte caldo a filo, poco per volta, sul composto di tuorli. Mescola con un cucchiaio di legno sciogliendo eventuali grumi poi rimetti il composto nel pentolino e cuoci a fuoco basso, sempre mescolando, fino a raggiungere la temperatura di 84° C, o fino a quando la crema non si addenserà velando il cucchiaio. Togli dal fuoco, fai raffreddare una decina di minuti, poi copri la crema con la pellicola trasparente a contatto. Trasferisci in  frigo sul ripiano più basso. Tieni da parte.

Per la crema ganache al cioccolato: in una ciotola raccogli il cioccolato tritato finemente. In una pentolina scalda il latte poi, appena raggiunto il bollore, versalo in 3 riprese sul cioccolato mescolando ogni volta con una spatola, compiendo dei movimenti circolari delicati dall’esterno verso l’interno.
Una volta unito tutto il latte, aggiungi poco per volta il burro morbido a dadini. Mescola energicamente con la frusta a mano per stemperarlo completamente. Quando il burro sarà completamente amalgamato al cioccolato, montalo con le fruste elettriche alla massima potenza (o meglio ancora monta con la planetaria) per circa 5 minuti. Ora non disperare, ci vuole pazienza e magicamente dallo stato liquido, continuando a montare con energia, la crema ganache si addenserà diventando spumosa, corposa e vellutata. A questo punto è pronta per essere utilizzata.

Assemblaggio: bagna il primo dischetto di biscotto e ponilo su fondo di ogni bicchierino. Aiutandoti con la sac a poche crea un primo strato generoso di crema pasticcera. Livella con la spatola.

Copri con un secondo dischetto di biscotto inzuppato. Versa uno strato di crema ganache al cioccolato arrivando a circa mezzo cm dal bordo del bicchiere. Guarnisci la superficie con un giro di crema pasticcera decorando con qualche ricciolo di crema e cubetti di biscotto savoiardo al naturale. Nel caso puoi aggiungere decori di cioccolato o frutta fresca per una marcia in più.

NOTE: la crema pasticcera di Loretta Fanella, adatta anche a chi è intollerante al glutine, ha conquistato i difficili gusti di mia madre. Un successone!
Tra tutte le sue meravigliose creazione, questo è solo un piccolissimo assaggio del suo dolcissimo mondo. Se ancora non la conoscete e volete scoprire qualche altra golosa ricetta, un pochino più complessa, vi invito a visitare il suo sito!

Annunci

18 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: bicchierini di zuppa inglese rivisitata e … Auguri a tutte le mamme!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...