Calendario del cibo italiano: ghiaccioli di fragole con lamponi e stevia e fior di fragola con yogurt greco!

fragoleVenere, Dea dell’amore e della bellezza, si innamorò perdutamente del giovane e bellissimo Adone che divenne il suo amante. Ma un giorno Marte eterno amante di Venere, accecato dall’odio e dalla gelosia, con l’aiuto di Diana, gli tese un agguato nel parco, scagliandogli contro un cinghiale. Adone lo affrontò con le armi di Meleagro, fatali a chi le porta, e colpendo la belva con una freccia di Amore, generò nell’animale una furia amorosa. Un vento, intanto, inviato da Marte e Diana, scoprì la coscia nuda di Adone ed eccitò la fiera che gli morse l’anca per baciarlo  provocandogli una ferita letale. Venere, avvisata in sogno del tragico evento, pianse disperata sopra il corpo ormai esanime del’amato, e le sue copiose lacrime, cadendo a terra, si trasformarono in piccoli cuori rossi, le fragole.

gggg

Oggi il Calendario del cibo italiano dedica questa giornata alla fragola, un piccolo gioiello rosso che trova largo impiego in cucina, ma non solo, e che fin dall’antichità ha ispirato artisti, scrittori e grandi poeti, come ad esempio William Shakespeare che le dedicò questi versi: “La fragola profumata fiorisce sotto l’ortica; ed è vicino ai frutti selvatici, che le piante salutari s’innalzano e maturano di più…” (Atto I, Scena I, p. 329).
Il suo nome deriva dal latino fragrans, che significa fragrante, odorosa, profumata, e anticamente veniva considerata il frutto attribuito a Venere Dea dell’amore e della bellezza. Ricca di vitamina C e di preziosi nutrienti benefici per l’organismo, le proprietà curative della fragola erano conosciute già ai tempi dei greci e dei romani che la utilizzavo anche per la cura del corpo, ma con tutta probabilità le sue origini sono molto più antiche. Come testimoniano infatti alcuni reperti rinvenuti in zone montagnose e lacustri dell’Europa centro-occidentale, la fragola era conosciuta e apprezzata già dall’uomo della preistoria!

a1

Anche se dal punto di vista nutrizionale contiene vitamine e minerali, la fragola però è considerata dalla botanica un falso frutto, o frutto aggregato. I veri frutti sono i piccoli semini gialli che si trovano sulla sua superficie, detti anche acheni. Oltre alla fragola selvatica di bosco, ne esistono numerosissime altre varietà coltivate in tutto il mondo, a cui se ne aggiungono sempre di nuove come ad esempio la ” Sabrosa”, varietà nata in Spagna da incroci naturali, dalla forma conica allungata e di colore rosso brillante, i cui esemplari possono arrivare a pesare in media circa 20/23 gr.

3e33e

Succose e saporite le fragole sono perfette per preparare dolci e dessert, ma possono essere utilizzate anche per piatti salati e agrodolci. Tagliate a rondelle e condite con succo di limone, ad esempio, possono rendere più vivace e golosa una semplice insalata di piselli, asparagi e rucola, magari accompagnata da yogurt greco o fiocchi di ricotta! Con la bella stagione le fragole possono trasformarsi in rinfrescanti gelati, semifreddi e ghiaccioli.
Oggi per celebrare il loro gusto e valorizzarle ho pensato di preparare proprio questi ultimi. E’ sufficiente un goccio di limone e un po’ di zucchero per ottenere dei ghiaccioli succosi che si sciolgono sotto i denti.  Dato che le fragole contengono già una buona percentuale di zucchero, sarà sufficiente aggiungerne giusto un pizzico per ottenere dei ghiaccioli della giusta consistenza. Ma possiamo volendo anche ometterlo o utilizzare altri dolcificanti come il miele o la stevia, come ho fatto io.
La stevia è un dolcificante naturale, ottenuto dalla pianta omonima, con un potere dolcificante, racchiuso nelle foglie, duecento volte superiore al comune saccarosio e un contenuto calorico pari a 0. Bisogna però usarlo con parsimonia e attenzione.

a2
Se i ghiaccioli non fanno per voi, ma avete voglia di rinfrescarvi comunque la mente… lasciate perdere la ricetta che segue; prendete le fragole congelatele e poi frullatele al mixer oppure affettatele e distribuitele all’interno degli stampini del ghiaccio. Copritele di acqua e via in freezer. Usate i cubetti ottenuti in una bibita o semplicemente in un bel bicchiere di acqua!

GHIACCIOLI DI FRAGOLE CON LAMPONI E STEVIA
E FIOR DI FRAGOLA CON YOGURT GRECO

e3e3e

250 gr di fragole fresche
un goccio di limone
1 tazzina di acqua
1 cucchiaino e mezzo di stevia dolcificante (si può omettere o utilizzarne altro come miele o zucchero di canna)
un pugno di lamponi freschi

Yogurt greco all’albicocca (o altro gusto a vostra scelta)

Lava e pulisci le fragole, elimina il picciolo e affettale grossolanamente. Trasferiscile nel mixer e tieni da parte.
In un pentolino scalda acqua e zucchero fino a quando quest’ultimo non si sarà sciolto completamente diventando trasparente. Fai intiepidire poi versa il liquido sulle fragole insieme ad un goccio di limone. Frulla tutto. Se vuoi passa il composto al setaccio. Io non l’ho fatto! In 4 stampini per ghiaccioli versa alcuni lamponi tagliati a metà e riempili con il succo di fragola. Chiudili e trasferiscili in freezer. Dopo circa 3/4 ore saranno pronti per essere mangiati. Nel frattempo cola parte della purea rimanente in altri 2 stampini riempendoli fino ad 2/4 della loro altezza. Riponi anche questi in freezer fino a quando non si saranno solidificati.
ssss

Trascorso il tempo necessario, estrai dal freezer gli stampini riempiti solo in parte. Colo sopra il composto di fragole ormai congelato qualche cucchiaio di yogurt greco all’albicocca arrivando a circa 1,5 cm sotto il bordo dello stampo. Trasferisci in frigo 40 minuti poi completa i ghiaccioli colando sopra lo strato di yogurt la passata di fragole rimasta in precedenza. Chiudi gli stampini e poni in freezer a solidificare.

ihihn I ghiaccioli sono friabili e succosi, ottimi come merenda ma anche per sostituire il dolce e la frutta a fine pasto. Per lo yogurt è meglio sceglierne uno cremoso del gusto preferito. Per rendere i ghiaccioli più sfiziosi e particolari sarà sufficiente aggiungere altri strati di frutta o qualche fogliolina di menta o di timo fresco! Buon appetito! ssNOTE: per approfondire il ruolo che lo zucchero riveste nel processo di cristallizzazione dell’acqua, e quindi per realizzare ottimi ghiaccioli, vi segnalo questo interessante articolo di Bressanini.

eeee

Qui sul mio blog se volete potrete trovare altre ricette dolci con le fragole!

E come sempre sul sito web e la pagina facebook del Calendario del Cibo Italiano, tante ricette dolci e salate e approfondimenti sul tema!

logo_HEADER_CCI_byMTC

Annunci

20 pensieri su “Calendario del cibo italiano: ghiaccioli di fragole con lamponi e stevia e fior di fragola con yogurt greco!

    • Mile81 ha detto:

      Sono contenta! Anche io come te ho scoperto tante informazioni curiose e utili su questo frutto! I ghiaccioli sono semplici se ti va, provali, a noi sono piaciuti molto! Oggi li ho rifatti!!! Un saluto e buona serata!

      Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Giovanna che bello, sono così felice che tu mi capisca!!! Le fragole in insalata sono divine… ne ho fatta una qualche giorno fa. Inizialmente lui ha fatto le solite resistenze: frutta nell’insalata? Ed io tipo maestrina gli ho ricordato che pure i pomodori sono un frutto! Poi si è convinto! uffi che fatica!

      Liked by 1 persona

  1. infuso di riso ha detto:

    siamo telepatiche? pure io oggi parlo di fragole nel blog^_^
    cara mile che spettacolo i fior di fragola home made by you! era il mio gelato preferito da piccola, che dolci ricordi… mi segno la tua ricetta chissà che magari la provo pure io:)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...