Calendario del cibo italiano: spaghetti al pesto veloce di basilico e foglie di sedano, con arachidi e parmigiano

wxxwwEstate. Voglia di vacanze e di mare. Le giornate si allungano e sale la voglia di uscire per godersi ogni attimo. Le notti in giro per la città, o magari in spiaggia con gli amici in riva al mare, le passeggiate tra il verde in cerca di refrigerio, si rimanda il momento di infilarsi il pigiama per chiudere gli occhi. Da soli o in compagnia, in giro per il mondo o in casa, la notte è giovane e con tutto quel che c’è da fare ad un certo punto un discreto languorino sale. Ma cosa preparare?
Ci vuole qualcosa capace di soddisfare il gusto di tutti, veloce da preparare, golosa e saporita ma senza appesantire. E allora non c’è niente di meglio di una bella spaghettata notturna. Quella aglio olio e peperoncino è un classico, ma le varianti sul tema sono davvero infinite, anche utilizzando altri formati di pasta.
Da ragazzina quegli spaghetti li preparavo spesso con mio padre quando d’estate di andare a dormire proprio non ne avevamo intenzione. E tra una forchettata e l’altra mi raccontava di quando appena ventenne, rientrando a casa dopo aver giocato a carte tutta la sera al bar, ad attenderlo in cucina c’era sempre un piatto di spaghetti o una cotoletta preparati da sua nonna che si alzava appositamente per lui. Fortunato vero? Quando rincasavo di notte, io al massimo trovavo mia madre in preda ad una crisi di nervi, causata dal ritardo (costante) della sottoscritta, e la lista scritta delle cose che per almeno un mese non avrei più potuto fare! Altro che spaghettata!

e3e

Nonne e mamme a parte comunque, preparare la pasta di mezzanotte è una cosa seria. Per evitare di buttare a casaccio nel piatto quello che ci capita sotto mano basta tenere a mente alcune paroline magiche:
Semplicità – disfarsi di qualsiasi idea strampalata, di tutti quei piatti complessi e laboriosi che ad altri orari saremo soliti scegliere ad occhi chiusi.
Velocità – scegliere pochi ingredienti, che si sposino bene tra loro, veloci da utilizzare e che possano incontrare i gusti di tutti. Per evitare drammi inutili meglio essere rapidi e come prima cosa porre sul fuoco la pentola con l’acqua per cuocere la pasta e salarla (la scienza dice che così facendo la pasta cuocerà meglio, io dico che così non potremo dimenticarcene)
comodità: mettersi comodi, rilassarsi e godersi il momento. Infine anche l’ambiente è importante: creare un’atmosfera confortevole con qualche candela o la luce soffusa, cuscini e … tutto il necessario per mangiare! Anche se poi alla fine in piedi, seduti per terra o intorno ad un tavolo poco importa l’importante è stare bene e godersela. E per i suppellettili? Ognuno ha i suoi gusti, c’è chi gradisce i piatti di plastica a quelli tradizionali oppure c’è anche chi in solitaria preferisce mangiare direttamente dalla pentola!

In occasione della Giornata nazionale della spaghettata di mezzanotte, promossa dal Calendario del cibo italiano, noi ieri sera ne abbiamo cucinato un bel piatto condito con un pesto veloce, parmigiano e arachidi. Il pesto si può preparare anche con altre erbe o con le foglie di ortaggi, come la corata o i ravanelli, che altrimenti andrebbero sprecate.

xx

SPAGHETTI AL PESTO VELOCE DI BASILICO E FOGLIE DI SEDANO,
CON ARACHIDI E PARMIGIANO

180 gr di spaghetti n.3
20/30 gr di foglie miste di basilico e sedano
una manciata di arachidi tostate non salate
olio evo q.b.
1 cucchiaio abbondante di parmigiano reggiano
Scagliette di parmigiano e arachidi per completare

Poni sul fuoco una pentola alta colma di acqua. Salala e attendi che arrivi a bollore.
Nel frattempo in una ciotola di acqua bollente immergi le foglie di basilico e di sedano. Attendi qualche minuto poi spezzettale con le mani e trasferiscile nella brocca del frullatore. Aggiungi 2 cucchiai di acqua calda prelevandola dalla pentola per la pasta e un giro abbondante di olio. Frulla tutto. Versa anche una manciata di arachidi e il cucchiaio di parmigiano. Frulla di nuovo per un secondo. Regola di sale e pepe. Tieni da parte. Trita grossolanamente le arachidi per la rifinutura pestandole con il batticarne o un bicchiere.
dde Appena l’acqua bolle immergi gli spaghetti. Cuocili al dente. Preleva una tazzina di acqua di cottura poi scolali. Condiscili con il pesto direttamente nella pentola, unendo un goccio di olio evo e l’acqua di cottura, quel tanto che basta per renderli cremosi, eventualmente aggiungi anche altro parmigiano. Servi subito completando il piatto con scagliette di parmigiano e arachidi tritate grossolanamente. Buon appetito!
spaghetti pesto basilico arachidi 2

Gli spaghetti di mezzanotte sono anche il titolo del libro di Claudio Nobbio (Dario Flaccovio, 2007) con illustrazioni a fumetti di Sergio Staino, che ne ha ripercorso in breve la storia dando indicazioni e consigli su come cucinarli e condirli a regola d’arte, nonché fornendo un decalogo sulla cottura perfetta della pasta.

 spaghetti-di-mezzanotte

logo_HEADER_CCI_byMTC

Annunci

15 pensieri su “Calendario del cibo italiano: spaghetti al pesto veloce di basilico e foglie di sedano, con arachidi e parmigiano

    • Mile81 ha detto:

      Ciao Mile, siamo proprio sintonizzate!!! Gli anacardi sono troppo buoni nel pesto e poi diciamocelo costano decisamente meno rispetto ai classici pinoli! Ma dai chissà quante altre volte senza saperlo abbiamo cucinato la stessa cosa nello stesso giorno!!! 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...