Calendario del cibo italiano: girelle di peperoni arrostiti al tonno, con erbe aromatiche e cialde croccanti

rotoli di peperoni 5

C’era una volta un peperone rosso di vergogna // che insieme al suo compare giallo abitava a Bologna. // Un giorno decise di partire per il mare // dove incontrò un tonno a cui insegnò a nuotare // Non è più tornato a Bologna, quel peperone rosso di vergogna

All’uscita dal lavoro a Pianoro, il termometro digitale del cruscotto segna 43°C. sperando di non sciogliermi metto in moto la macchina e mi avvio verso Bologna.
Sono ufficialmente in ferie fino alla fine di agosto, anche se non riesco ancora a crederci.
Ma è difficile staccare la spina, e la testa continua a pensare alla riunione di coordinamento appena conclusa per programmare le attività educative del nuovo anno scolastico… Mi sale l’ansia. Per distrarmi faccio tappa in erboristeria e, mentre attendo il mio turno, non posso che ascoltare la cliente al bancone lamentarsi della cellulite che non vuole saperne di andarsene. Anche la ragazza che la sta servendo ha lo stesso problema.

girelle di peperoni La conversazione, inizialmente dai toni sommessi e confidenziali, si fa via via più concitata richiamando l’attenzione di tutte le altre donne presenti nel negozio, compresa la sottoscritta. Nel giro di qualche minuto ci ritroviamo a confabulare animatamente su temi quali ritenzione idrica, gonfiore, capillari e massa adiposa…
L’argomento a quanto pare tocca tutte da vicino. Ma ancora di più della cellulite per tutte il vero dramma  è l’incapacità dei rispettivi compagni, mariti e fidanzati, di notarla. Non è superficialità la loro, è che proprio il loro sguardo a differenza del nostro si concentra su altro, sulla linea generale del corpo e non sul singolo dettaglio. Forse in questo loro sono più bravi di noi, diamogli merito. Sono capaci di andare oltre e non formalizzarsi troppo, ne logorarsi per un’inezia.

peperoni 8

Chi riesce in questa operazione, uomo o donna che sia, ha tutta la mia stima. Io invece percepisco ogni più piccolo e impercettibile cambiamento, imperfezione, mutamento fisico, ma non solo. Vorrei sempre che quello che faccio fosse perfetto e finisco così per essere perennemente insoddisfatta di me e del mio operato. Capita spesso anche in cucina. Un esempio pratico?
Per la giornata nazionale dei peperoni, promossa dal Calendario del cibo italiano, avevo preparato queste girelle di peperoni rossi e gialli arrostiti, con una farcia di tonno, ricotta, capperi, erba cipollina e pomodorini.
Le fette di peperone, le avevo arrotolate con tanto amore  e dedizione ma poi una volta pronte e sistemate sul piatto con tutte le loro foglioline, l’emulsione di olio e le cialde croccanti, ho subito pensato che avrei potuto fare meglio. Buone lo erano, ma per me non era sufficiente.

dwwdwdQuesto il mio punto di vista. Molto differente da quello di lui che dopo aver ingurgitato tre girelle intere, ha letteralmente distrutto  le rimanenti in un nano secondo, separando i peperoni dal ripieno con un colpo netto di forchetta. Trascorso qualche secondo, dopo la terza girella, il suo piatto pareva lo sbarco in Normandia. Roba da non crederci. “Sono davvero ottime!” Ha proclamato dopo aver spolverato tutto. Naturalmente ero felice che avesse apprezzato il cibo e quindi ho preferito non proferire parola. Ma la prossima volta forse non farei prima a portare a tavola peperoni a fette e ciotola con il ripieno da mangiare a cucchiaiate? La sostanza, più che la forma, è quella che conta.

GIRELLE DI PEPERONI ARROSTITI AL TONNO,
CON ERBE AROMATICHE E CIALDE CROCCANTI

lll Ingredienti per le girelle:
1 peperone rosso e 1 peperone giallo di media grandezza
118 gr (un barattolo) di ventresca di tonno sott’olio
4 cucchiai di ricotta
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di capperi
2 pomodorini
timo secco
erba cipollina
foglie di basilico
olio evo
succo di limone
sale e pepe q.b.

Per le cialde croccanti
(ricetta di “Trattoria da Martina“)
175 gr di acqua a t. ambiente
40 gr di olio evo
20 gr di farina 00
sale e e pepe q.b.

Prepara le girelle: Metti sul fuoco la grigia e portala a temperatura. lava e asciuga i peperoni, tagliali a metà elimina il picciolo, i semi e la parte bianca amaragnola. Dividi ogni metta in quarti. Rifila i bordi. Adagia i peperoni sulla griglia ben calda con la parte interna rivolta verso l’alto. Profuma con il timo.
Cuocili a fuoco lentissimo coprendoli con una grande padella in modo tale che all’interno della griglia si crei una certa umidità che contribuirà a rendere i peperoni teneri. Controlla di tanto in tanto in modo che non si brucino, poi una volta che la parte sottostante sarà cotta e grigliata, girali.
Continua a cuocerli così, sempre lasciandoli coperti. Versa la fine della cottura, quando saranno ormai teneri e arrostiti (a noi piacciono molto arrostiti!) condiscili con un goccio di olio evo e un pizzico di sale. Attendi qualche minuto poi spegni il fuoco e lasciali riposare per una decina di minuti sulla griglia ancora coperti. Infine trasferiscili in un piatto e falli raffreddare completamente.
peperoni collage Nel frattempo prepara il ripieno: in una ciotola versa il tonno eliminando l’olio di conservazione. Riducilo in briciole con una forchetta. Unisci la ricotta e il parmigiano. Lavora il composto amalgamando bene tutti gli ingredienti poi aggiungi un goccio di olio, i capperi, l’erba cipollina e i pomodorini tagliati a dadini finissimi. Regola di pepe ed eventualmente di sale. Taglia a metà per il lungo i peperoni arrostiti ricavando così delle strisce sottili larghe circa 1,5/2 cm (dipende dalla grandezza delle fette di peperone). Colloca su ogni fetta la farcia di tonno appena preparata e partendo dall’estremità più stretta arrotola il peperone così farcito su se stesso formando delle girelle. Continua così fino ad esaurimento degli ingredienti. Colloca le girelle gialle e rosse su un piatto alternandole. Condisci con un emulsione preparata con un due cucchiai di olio evo, due cucchiai di succo di limone, pepe verde e erba cipollina, shakerando gli ingredienti in un contenitore con il tappo. trasferisci in frigo.

peperoni 9

Per le cialde croccanti: versa tutti gli ingredienti in un contenitore stretto e alto. Emulsiona tutto con il frullatore ad immersione. Otterrai un composto liquido di colore bianco. Scalda sul fuoco una padella antiaderente di 14 cm circa di diametro. Una volta che sarà ben calda versa 1/3 del composto preparato (prima di versarlo meglio mescolare perchè tende a stratificare). Il composto inizialmente tenderà a sfrigolare formando delle bolle poi pian piano lo sfrigolio si farà meno inteso e il composto in padella si stabilizzerà. A quel punto l’acqua sarà evaporata e l’olio affiorerà in superficie.

cialdeAttendi con la pastella prenda un colore dorato. Elimina quindi l’olio in eccesso e con una spatola solleva la cialda dalla padella. Non importa se si rompe. Trasferisci i frammenti di cialda su carta assorbente e tamponali bene.

Servi le girelle di peperoni decorandole con foglioline di basilico profumato e accompagnale con i frammenti di cialda croccante.
girelle di peperoni 2
logo_HEADER_CCI_byMTC

Annunci

43 pensieri su “Calendario del cibo italiano: girelle di peperoni arrostiti al tonno, con erbe aromatiche e cialde croccanti

    • Mile81 ha detto:

      Giovanna, in una giornata non troppo felice, mi riempe di gioia sapere che avete apprezzato i miei peperoni! Sono felicissima! Se ti va, quando vuoi mi farebbe piacere sapere come è andato il pranzo e sopratutto come è andata con il dolce. Ma sono certa che i tuoi commensali avranno apprezzato i tuoi meravigliosi piatti! Un bacione grande grande Giovanna! 🙂

      Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Certo Giovanna! Assolutamente. Poi le tieni al riparo dell’umidità. Secondo me conoscendo un pochino i vostri gusti potresti anche pensare di preparare quelle cialdine che fai anche tu ma con il parmigiano o il grana. Qualche settimana fa anche io avevo rifatto i peperoni e in quell’occasione li avevo serviti così perchè si fa prima. Sono tanto felice che li provi spero vi piacciano!!! Un bacione grande

      Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Grazie dell’idea sai che non ci avevo pensato, dialogare allarga la mente.
        Ci piaceranno sicuramente, sono tutti ingredienti che vanno alla grande qui da me.
        Grazie per la risposta immediata, ti ho scritto apposta che la cena sarebbe stata venerdi x non metterti fretta.

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        Ma figurati Giovanna ero proprio qui che navigavo tra blog di ricette e siti di libri da leggere!!! E’ sempre bello organizzare le cene con ospiti e amici! Chissà quante cose buone farai! Io con questo freddo sono sempre pigra. Ora sono qui arrotolata nel panno sul divano insieme al mio gatto! 🙂

        Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Non mi ricordavo che eri a casa, devo ancora decidere di preciso cosa preparare, mi piace fare tanti stuzzichini e un piatto forte, quello già scelto e poi se c’è la faccio pure la torta è il compleanno di mio figlio e glielo festeggio quà da me come tutti gli anni anche se è sposato, a parte il piatto principale farò le tue girelle e vedremo, di solito metto il lista tante cose ma non sono più veloce come un tempo e poi finisce che dimezzo.
        Qui adesso è venuto l’autunno oggi una giornata un po’ uggiosa ma niente di che sono in maniche di camicia e la finestra aperta, per uscire un leggero giacchino.

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        Bhé é un bel menù quello che fai. Quando si devono preparare tante cose il tempo vola e non é mai sufficiente! Tu con le verdure sei bravissima potresti preparare dei crostini con la tua caponatina, verdurine grigliate, anche quelle belle crepe che avevi fatto oppure le polpettine di zucchine che sono di un buono!!!! É una festa di compleanno in famiglia quindi!! Che bello. Avrai tante cose da fare. Ma verrà tutto perfetto 🙂

        Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Sai che la caponatina è in programma, ho intenzione di fare dei cestini di brisee ripiene con la caponata, le tue girelle, poi vedrò, ogni anno preparo tante cosine non mi piace ripetermi quindi devo cercare qualcosa di nuovo ancora e definire il dolce se tu fossi stata da queste parti avresti potuto aiutarmi con qualcosa di particolare, ma vediamo cosa riuscirò a fare ho perso allenamento con i dolci.Grazie per l’incoraggiamento

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        Sarebbe bello essere li e darti una mano e cucinare insieme!!! Ti capisco anche a me non piace tanto ripetermi. I cestini di brisé con caponatina mi piacciono tantissimo. X la torta io trovo che una crostata con crema e frutta fresca é sempre perfetta! Visto che é un compleanno potresti usare la base california. Oppure anche un bel pan di spagna con chantilly e frutta. Sono certa che anche il dolce alla fine verrà buonissimo! E se posso aiutarti a distanza puoi contare su di me x qualche consiglio “pasticcioso” 🙂

        Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Sai che le crostate sono i dolci preferiti da mio figlio, però ne ho già preparati tanti, l’ultima una di montersino, lo scorso anno sua moglie gli ha preparato una crostata inglese con una mousse al cioccolato buonissima,scusami cos’è la base california?avevo pensato ad una cheesecake cotta con una gelatina di fragole, oppure una daquase al pistacchio come base, ho comprato un libro di Kayser tutto crostate c’è ne sono tante.

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        uhhh lo conosco è bellissimo. Io ce l’ho in francese! Che bella idea le sue crostate sono magnifiche! mi piace anche l’idea del cheesecake con gelatina di fragole. La base california è una specie di torta soffice bassa che sostituisce la frolla. Al centro si riempe di crema pasticcera e sopra la frutta tipo questa: https://goo.gl/FHze2i. A me piace anche guscio di frolla con panna cotta e sopra tanta frutta fresca. La tua panna cotta è bellissima. Parlando con te di dolci mi sono resa conto che non ho mai pubblicato sul blog quei dolci che in casa ho sempre fatto fin da ragazzina! Rimedierò!

        Liked by 1 persona

      • giovanna ha detto:

        Bellissimo parlare con te,ma sai che quella che tu hai chiamato california è stata uno dei miei cavalli di battaglia appena sposata, la preparavo perchè avevo uno stampo di quelli che oggi chiamano furbo, poi ripiena di pasticcera e spesso in estate con le pesche, sono anni che non la preparo più. ogni tanto me la ricorda un’amica, perchè l’ho portato a casa sua x un invito a pranzo.
        Andrò ad aprire il link e poi a nanna.Un bacione carissima, grazie per i preziosi consigli.

        Liked by 1 persona

      • Mile81 ha detto:

        Grazie a te Giovanna è sempre un piacere. Con le pesche sarà stato ottimo! A volte è bello spolverare quelle ricette che per anni ci hanno tenuto compagnia e sopratutto che erano un po’ come la coperta di Linus! Mi sono appassionata al tema, mi raccomando tienimi aggiornata sugli sviluppi del dolce! Per farne uno con i fiocchi bisogni trovare l’ispirazione giusta 🙂 Ora è venuta voglia anche a me di cercare una torta da preparare 😉 ma direi che è già ora della nanna anche per me! Un baciotto grande e un abbraccio!!!! 🙂

        Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Ciao! Mi dispiace di aver risposto solo ora ma il tuo commento mi era sfuggito! Scusa! M pensa siamo nella stessa città e magari ci siamo incrontate passeggiando, o in qualche negozio, senza saperlo!!! Di che zona sei se non sono troppo indiscreta? Io vivo dalle parti di via emilia ponente. Un saluto e buona nanna

      Mi piace

  1. Caramello Salato ha detto:

    Mi sono soffermata solo ora a leggere tutto l’articolo, spesso vado di fretta ma mi dispiace andarmene senza lasciare nemmeno un saluto, anche se così, come in questo caso ci si perde il meglio, poi capita che ci ritorno su con più calma e apprezzo appieno l’essenza dell’articolo. Hai una mente davvero fantastica e condivido in pieno le tue osservazioni, tante volte è solo questione di prospettiva e la differenza tra la mente dell’uomo e quella della donna è una cosa che mi affascina molto proprio per questo e che come te comprendo solo se analizzo i diversi comportamenti nella stessa situazione 🙂 siamo così simili ma così diversi …

    Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Grazie mille carissima! Faccio così anche io magari sono di fretta guardo velocemente poi quando posso gustarmi meglio gli articoli ripasso. Ultimamente sto cercando di dosare meglio il tempo. Io o sono al pc troppe ore o al contrario non lo accendo nemmeno! Hai proprio ragione “uguali ma diversi”! Se uno senza giudicare si prende la briga di fondere i due punti di vista guadagna sicuramente una visione più completa e piena delle cose. Non è facile ma aiuta a capirsi di più. Un saluto caro e buona serata e nanna! 🙂

      Liked by 1 persona

  2. giovanna ha detto:

    Già salvata e pensata per una cenetta,a me sembra tutto perfetto, certo io non sono una perfezionista ma non vedo difetti.
    Toglimi una curiosità il tuo compagno non mangia i peperoni? non ho capito il motivo della scomposizione.
    Rilassati e non pensare sempre al lavoro o alla cucina, la mia filosofia delle ferie è pietanze semplici, belle letture e cercare di non pensare a nulla.
    Un bacione.

    Liked by 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Che bello sono contenta ti piaccia il piatto! Cara Giovanna credo proprio che farò così devo imparare a rilassarmi e godermi le piccole cose! Per il mio fidanzato i peperoni grigliati sono una delle poche verdure che mangia. “Disfare” è un po’ il suo modo di mangiare. ne mangia un po’ così com’è poi smontata tutto e mangia uno o massimo due elementi per volta. Di solito fa così… pensa che anche le zucchine ripiene mangia sempre prima la carne e poi tiene per ultime tutte le zucchine svuotate!

      Liked by 1 persona

  3. AleB. ha detto:

    Ma come potevano essere meglio? Mile, sono veramente invitanti e credo che anche nel mio piatto avrebbero fatto la stessa “tragica” fine! Si avvicina l’ora di pranzo e mi hai fatto venire l’acquolina 🙂

    Mi piace

  4. Ottavia ha detto:

    Un’idea meravigliosa!
    Li vedo perfetti per una cena tra amici su una bella terrazza…
    …ma anche per il pranzo di oggi!
    Mi hanno messo un gran appetito 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...