Calendario del cibo italiano: zucchero all’anice stellato, zucchero ai fiori di camomilla e altre idee per aromatizzarlo

zucchero 5 Oggi per la giornata nazionale dell’anice, promossa dal Calendario del cibo italiano, ho pensato di condividere un’idea veloce e pratica che può tornare utile per arricchire una tazza di latte o di te, ma anche frolle e dolci: lo zucchero aromatizzato.
Come il sale può essere profumato con scorze di agrumi ed erbe aromatiche, anche con lo zucchero si può fare la stessa cosa. Le possibilità in questo caso sono infinite e lo zucchero vi tornerà utile anche per caratterizzare dolci semplici come biscotti e crostate, confetture o per spolverare frittelle e bomboloni rendendoli un po’ più particolari. Potrete confezionarlo anche per i futuri pensierini natalizi.

zucchero 7Se utilizzate la polpa della vaniglia non buttate via la bacca ma tenetela per profumare lo zucchero. Basterà versarlo in un vasetto con chiusura ermetica insieme alla baccello di vaniglia e lasciarlo riposare per qualche settimana chiuso ermeticamente.
Allo stesso modo si possono aggiungere scorze di agrumi ma anche polveri ricavate da infusi per tisane o semi frullati al mixer o pestati al mortaio, setacciati e uniti poi allo zucchero. Se volete uno zucchero finissimo, quasi impalpabile, una volta mescolato con polveri e aromi, sarà sufficiente frullarlo nuovamente nel mixer.
zucchero 1 Anche se non si tratta di una vera e propria ricetta, vi racconto come potete ottenere in pochi minuti lo zucchero aromatizzato ai fiori di camomilla e all’anice stellato.
Quest’ultimo, originario dell’Asia e molto diffuso in Oriente venne importato in Italia intorno al 1600. Il guscio legnoso dalla caratteristica forma di stella racchiude semini marroni oleosi dal particolare sapore deciso molto simile a quello della liquirizia (fonti: Viversano e Wikipedia).
L’anice stellato potete sostituirlo con quello tradizionale più diffuso in Italia, mentre al posto dei fiori di camomilla potrete utilizzare ad esempio fiori di malva, petali di rosa, o altri fiori e frutti essiccati acquistabili in erboristeria per preparare infusi e tisane.

ZUCCHERO AROMATIZZATO ALL’ANICE STELLATO
(Procedimento tratto dal libro Nopi di Ottolenghi)

zucchero 82 o 3 frutti di anice stellato interi,
70 gr di zucchero semolato

Pestare al mortaio l’anice stellato fino a ridurlo quasi completamente in polvere. Passare al colino per eliminare tutti i residui legnosi e i pezzetti grossolani rimasti. Unire la polvere ottenuta allo zucchero (se lo si vuole più fino frullare al mix un secondo).
Versare lo zucchero aromatizzato in un vasetto con chiusura ermetica insieme a qualche frutto intero. Conservare chiuso al riparo dall’umidità.

DSC06503

ZUCCHERO AROMATIZZATO AI FIORI DI CAMOMILLA

zucchero 6
2 cucchiai di fiori di camomilla,
80 gr di zucchero semolato

Frullare i fiori di camomilla e passarli al setaccio. Unire alla polvere ottenuta lo zucchero semolato. Mescolare bene e frullare nuovamente al mixer un istante. Versare lo zucchero aromatizzato in un vasetto con chiusura ermetica. Conservare chiuso al riparo dall’umidità per un paio di giorni prima di utilizzarlo.

zucchero 4

logo_HEADER_CCI_byMTC

Annunci

21 pensieri su “Calendario del cibo italiano: zucchero all’anice stellato, zucchero ai fiori di camomilla e altre idee per aromatizzarlo

  1. AleB. ha detto:

    Amo gli zuccheri aromatizzati e mi piacciono così tanto che ne ho tantissimi barattoli:alla cannella, agli agrumi, alla vaniglia..ma all’anice stellato non mi era ancora venuto in mente di provare a farlo. Poi visto che finito Agosto ho già iniziato a pensare ai regali di Natale fai da te, questo zucchero potrebbe essere un candidato 😊

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Sui biscotti ci sta benissimo! Per quel che ne so nel bolognese ci sono gli zuccherini montanari sono dei biscottini a forma di ciambella che si preparano con l’anice e la glassa di zucchero. Proprio buoni! Un saluto caro

      Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Cara Giovanna grazie. Quello all’anice è anche il mio preferito. QUello alla camomilla è un po’ particolare. Io banalmente lo uso per insaporire una tazza di latte, una macedonia delicata con banane mele e pere o scaldandolo con latte e panna per preparare la panna cotta. Ma non a tutti piace. Mio padre come te non lo ama tanto. Un baciotto grande giovanna e buona serata

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...