Calendario del cibo italiano: per fare il gelato (istantaneo) al cacao ci vogliono le banane!

gelato al cacao 8

Mentre i colori sbiadiscono e il cielo si copre con un lenzuolo grigio trapuntato di stelle, sul mondo piovono le prime lacrime di pioggia a salutare un’estate consumata troppo in fretta. Qui in città sembra essere sceso un velo sottile, che pian piano con l’arrivo dell’inverno si farà più pesante. In certe giornate qualche raggio di sole spezza il grigiore riportando per un po’ un piacevole tepore. E il mondo torna ad illuminarsi.
Ma è solo un illusione per allenare cuore e mente ai nuovi ritmi stagionali.
Il tempo rallenta, si preferisce trascorre più tempo chiusi nel tepore della propria tana, si cominciano a percepire sensazioni, rumori e odori diversi da quelli estivi che la terra ci regala: il profumo pungente e amarognolo del terriccio bagnato, l’odore particolare che si respira nell’aria prima di un acquazzone, lo scricchiolio delle imposte solleticate dal vento, il crepitio della brocca di acqua per il te sempre sul fuoco…
L’inverno per alcuni è solo un nuovo inizio, un’altra avventura in cui buttarsi a capofitto. Altri invece vorrebbero solo restare chiusi al sicuro nel tepore della propria tana aspettando il ritorno della primavera.

gelato al cacao 3Io che faccio parte di quest’ultimo gruppo, in questi anni sto imparando ad apprezzare l’inverno, ma indubbiamente quello che la bella stagione riesce a trasmettermi rimane qualcosa di impagabile, quasi una scossa leggera che riesce a destarmi facendomi sentire viva e parte di quel brulichio incessante che è il mondo.
Nelle giornate in cui l’estate a fatica si trascina spingendo via il freddo autunnale, per restare li ancora un po’, io cerco di afferrarla per tenerne un pezzetto con me.
Come una bambina rimango incantata ad ammirare le nuvole e le loro bizzarre forme, cerco di fissare nella memoria  i colori della natura ancora brillanti e mi coccolo con qualcosa di buono e decisamente estivo: il gelato al cioccolato!

gelato al cacao 4Quest’anno in casa mia ne abbiamo provati tanti, ma questo è speciale perchè per farlo servono delle semplicissime banane, un po’ di cacao, un frullatore e solo due minuti di tempo!
Insieme a kiwi, ananas, cocco, mango, papaia e tanti altri, la banana fa parte dei “frutti nuovi”, ovvero quella frutta di origine non italiana, che in seguito alla crescente importazione nel nostro paese, è sempre più presente sulle nostre tavole e alla quale oggi il Calendario del cibo italiano ha dedicato questa giornata.
Personalmente la banana, che a quanto pare è il frutto più consumato al mondo, a me non piace tanto mangiata così al naturale. Ma in cucina, questo frutto pastoso ricco di potassio e vitamine, può trasformarsi in una magica base con cui preparare tante piatti creativi come pane, torte, cioccolatini e il gelato che così diventa una merenda genuina e nutriente adatta anche ai bambini da preparare all’ultimo minuto.
Se volete cambiare gusto sarà sufficiente omettere il cacao e aggiungere frutta fresca a piacere con qualche cucchiaio di yogurt intero per ottenere un gelato più pastoso.

GELATO ISTANTANEO DI BANANE AL CACAO
CON BRICIOLE DI AMARETTI E ALCUNE IDEE PER PERSONALIZZARLO

gelato al cacao 9

40 gr di yogurt greco alla vaniglia (o bianco, anche light)
3 cucchiai di miele di acacia
30-35 gr di cacao amaro in polvere
2 banane mature tagliate a pezzetti piccoli e congelate
qualche amaretto (si possono omettere o sostituire con biscotti, croccante o frutta secca)

Frulla nel mixer tutti gli ingredienti tranne gli amaretti. Assicurati che non siano rimasti pezzetti di frutta e che il composto sia cremoso ed omogeneo.
Il gelato sarebbe già pronto per essere servito. Se vuoi renderlo ancora più pastoso e denso, versalo in un contenitore tipo quello per plumcake, coprilo con la pellicola trasparente per alimenti e trasferiscilo in freezer a rapprendere per una trentina di minuti.  Servilo nelle coppette e spolvera la superficie con gli amaretti sbriciolati.

Vuoi ottenere altri gusti? Puoi frullare 200 gr di frutta congelata come fragole e frutti di bosco con 1 banana (tagliata a rondelle e congelata),  40 gr di yogurt e qualche cucchiaio di miele o di sciroppo d’agave.

NOTE: il gelato di banana si può preparare anche senza l’aggiunta dello yogurt. Al posto degli amaretti, è buonissimo anche con le arachidi salate!! Il gelato sa proprio di cacao e la banana si percepisce appena :-). 
gelato al cacao 5logo_HEADER_CCI_byMTC

Annunci

5 pensieri su “Calendario del cibo italiano: per fare il gelato (istantaneo) al cacao ci vogliono le banane!

  1. Macina Caffè ha detto:

    “…Nelle giornate in cui l’estate a fatica si trascina spingendo via il freddo autunnale, per restare li ancora un po’, io cerco di afferrarla per tenerne un pezzetto con me.” ❤
    …anche io sopporto poco le banane da mangiare così al nature!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...