Pensieri fuori dal coro: i miei spaghetti alla Nerano per il club del 27!

 

spaghetti alla nerano 7In casa mia di verdure, secondo la stagionalità, ce ne sono sempre molte, ma sicuramente quelle che non mancano mai sono le zucchine.
Questo ortaggio, che in cucina si presta a mille interpretazioni, piace a me e pure alla dolce metà e questo mi pare già qualcosa di incredibile. Noi anche in cucina siamo come il giorno e la  notte, opposti ma perfettamente complementari.
Io adoro la frutta e la verdura, mi piace il pesce e faccio parte di quella categoria di persone che potremmo definire carnivore. La consumazione di prodotti animali però è molto limitata per questioni di salute. Lui, invece, innamorato della pasta asciutta, mangia pochissime verdure e, come un bambino, è sempre diffidente dalle novità.
Costantemente dunque quando cucino preparo sempre due menù diversi.
Sono rarissime le occasioni in cui si mangia la stessa cosa. E in questi casi quando succede nei nostri piatti compaiono sempre petto di pollo cotto sulla piastra, patate al forno, pesce bianco, e … naturalmente le zucchine, che sono anche le protagoniste di questo piatto di spaghetti alla Nerano, preparate in occasione del tema del mese di settembre del club del 27 (se non lo conoscete, leggete qui!), secondo la ricetta di Rosaria Orsù del blog Sosi dolce salato.

spaghetti alla nerano 5

Squisita e semplicissima, poichè si prepara con pochi e semplicissimi ingredienti, la Pasta alla Nerano pare trarre il suo nome da luogo in cui é  nata, Nerano appunto, un piccolo borgo di pescatori situato nel parco marino di Punta Campanella che si estende nel napoletano tra il comune di Massa Lubrense e il comune di Positano, in costiera amalfitana.
Anche se intorno alle sue origini incerte circolano tante storie e leggende, secondo quelle più verosimili pare che proprio qui, nel dopo guerra, intorno agli anni cinquanta, a “Marina del Cantone”, una delle tante splendide spiagge di Nerano, questi spaghetti furono ideati da una ristoratrice di uno dei tanti locali della zona apprezzati sopratutto per le specialità di pesce fresco. Un giorno, questa signora non sapendo cosa servire al Principe di Sirignano che era solito farle visita (fonte: cibi-amo-napoli), per non far brutta figura, si inventò un semplice piatto di pasta con quello che aveva a disposizione nel suo ristorante: zucchine, basilico fresco e provolone del Monaco, un formaggio locale che dal 1700 venne prodotto da alcune famiglie di pastori che dal Vomero, dove abitavano, si trasferirono sui Monti lattari (fonte: Napoli più).
zucchine 14

Per la ricetta di questi spaghetti, che a quanto pare conquistarono anche Totò ed Eduardo De Filippo, in rete si possono trovare tantissime variazioni. Infatti, come per molti piatti storici, diventati famosi, la ricetta originale é ancora oggi top-secret.
Tralasciando quindi dosi e quantità, seguendo anche i consigli di Rosaria, qui quello che conta è scegliere gli ingredienti giusti e seguire alcuni passaggi fondamentali: dorare bene le zucchine lasciandole morbide, mantecare la pasta creando un bel sughino avvolgente finendo la cottura in una casseruola, quella in cui si sono cotte le verdure e aggiungendo qualche mestolo di acqua di cottura della pasta.

Semplice vero? Non resta che provarli! Prima però, mi raccomando, fate un salto qui, sulla pagina MTC per scoprire tanti altri meravigliosi piatti di pasta preparati del nostro numeroso gruppo del Club del 27!

SPAGHETTI ALLA NERANO

zucchine 12

Ingredienti

200 g di spaghetti n. 5,
430 g di zucchine verdi di medio-piccole dimensioni,
80 g di Provolone del Monaco grattugiato (io  50 gr di caciocavallo stagionato e 30 gr di parmigiano),
uno spicchio di aglio pulito,
Olio extravergine di oliva,
6 foglie di basilico fresco, più qualcuna per la decorazione,
Sale q.b.,
Pepe q.b.

Lavare e asciugare il basilico. Spezzettarlo con le mani tenendo da parte qualche piccola fogliolina per la decorazione del piatto. zucchine Lavare e asciugare le zucchine. Tagliarle a rondelle sottilissime. Scaldare 5 cucchiai abbondanti di olio evo con un spicchio di aglio schiacciato in una capiente casseruola. Appena sarà caldo, eliminare l’aglio e versare le zucchine. olio evo Soffriggerle a fuoco medio finché non saranno ben dorate ma ancora morbide, non devono diventare croccanti (io alcune le ho lasciate abbrustolire perché a noi piacciono tanto così!). Appena sono pronte raccoglierle con una ramina e trasferirle in un piatto. Condirle con un pizzico di sale e coprirle con un secondo piatto per tenerle calde. Tenere da parte anche la casseruola con l’olio delle zucchine rimanente che servirà per concludere la cottura degli spaghetti.
Su fuoco portare ad ebollizione l’acqua per la pasta in un tegame alto. Salare l’acqua e versare gli spaghetti. Mentre si cuociono, frullare nel bicchiere del mini-pimer 2 cucchiai abbondanti di zucchine soffritte con un mestolo generoso di acqua di cottura della pasta. risottare la pasta Con l’apposito forchettone, togliere gli spaghetti dalla pentola  a 2/3 della cottura e versarli nella casseruola utilizzata per la cottura delle zucchine. Aggiungere due mestoli di acqua di cottura e la cremina di zucchine. Mescolare e terminare la cottura risottandoli fino a quando non saranno pronti.
In questa fase regolarsi con l’acqua. Non bisogna aggiungerne troppo, ma in sufficienza adeguata per rendere la pasta cremosa. Come quando si fa un risotto, versarne quindi un pochino alla volta così da non ritrovarsi con una pasta brodosa o al contrario troppo secca.

zucchine 11

Una volta pronti, fuori dal fuoco aggiungere le zucchine fritte, il provolone grattugiato (nel mio caso parmigiano e caciocavallo), il basilico spezzettato e una macinata di pepe fresco. Mantecare e servire nei piatti ben caldi, guarnendo con qualche fogliolina di basilico fresco.
zucchine9

spaghetti alla nerano 1

22008491_1555017714558938_7767926905200515108_n

 

Annunci

25 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: i miei spaghetti alla Nerano per il club del 27!

    • Mile81 ha detto:

      Gaia, al di la della mia versione questa pasta è proprio buona. Forza vai a caccia di zucchine e provala, ne vale proprio la pena! Grazie per essere passata da qui e buona serata!

      Mi piace

  1. Paola ha detto:

    Ricetta semplice (nel senso che forse riesco a farla anch’io) ma davvero interessante. Poi così ben presentata! Non conoscevo questo classico. L’unico rammarico è che qui, non solo le zucchine sono finite, ma non si trovano mai quelle chiare. Ma la soluzione si trova!

    Mi piace

  2. giovanna ha detto:

    Proverò la tua versione, di solito la preparo con le zucchine e per dare cremosità unisco un p0′ di formaggi cremosi nel ripassarla in padella, domani se riesco a coprare le zucchine la preparo.

    Mi piace

  3. milesweetdiary ha detto:

    Ma sai che ti viene proprio bene la pasta risottata?! Ne hai preparata una in fila all’altra – o quasi – che mi stai facendo proprio venir voglia di cimentarmi. Io non sono un’amante della pasta ma a vedere i vostri piatti in giro per la blogo-sfera…che voglia! Un abbraccio Mile e buona fine di settimana :-*

    Piace a 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Cara mile buon fine settimana anche a te e grazie! Se non sei tanto amante della pasta potresti provare xon questi spaghetti super semplici ma molto saporiti. sono certa che li apprezzerai e ti verranno super buoni! Un bacio grande grande!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...