Calendario del cibo italiano: conchiglie al pesto cremoso di piselli, erbette e prosciutto cotto, con parmigiano e scamorza affumicata

conchiglie 3

Se penso alla cosa che più di ogni altra viene cucinata e consumata tra queste mure, posso solo pensare alla pasta asciutta in ogni sua variante. Ed è strano notare come qui su queste pagine mancano completamente i piatti di pasta che da sempre fanno parte della storia della mia famiglia. Sarà che forse facendoli spesso, avendoli così tanto interiorizzati, ora per me sono diventati come  l’aria che respiro e parlarne sarebbe come, per dire, dovessi raccontarvi come la mattina mi scaldo il latte o mi preparo un caffè…
Io e la dolce metà, infatti, siamo cresciuti a suon di pasta ripiena, tagliatelle e maccheroni. Sulla pasta il ragù alla bolognese e il sugo di pomodoro classico sono i condimenti che fan da padroni ma, sopratutto in casa dai miei genitori, la pasta è sempre stata fonte di creatività e di grande varietà.  Nonna, mamma, papà, parenti più o meno stretti, a noi è sempre piaciuto preparare sughi differenti, talvolta anche sperimentando, il più delle volte seguendo la stagionalità degli ingredienti e l’onda delle nostre “voglie culinarie”!

conchiglie 6amm

E poi i grandi classici della cucina italiana, la pasta alla norma, la carbonara, gli spaghetti allo scoglio oppure aglio, aglio e peperoncino, la pasta con il pesto genovese, tanto per citarne alcuni, non sono mai mancati. Come resistervi? La pasta asciutta è uno dei fiori all’occhiello del patrimonio gastronomico di noi italiani, invidiata da tutto il mondo, copiata da molti fuori dai nostri confini geografici.
E la pasta al forno, vogliamo parlarne? Preparata con gli avanzi del giorno precedente, questa era uno dei cavalli di battaglia di mia madre, che insieme al risotto, eccelleva nella preparazione di altri due piatti di pasta tradizionali: le penne alla boscaiola e la pasta panna, piselli e prosciutto, che nel periodo invernale accompagnava spesso i nostri abbondanti pranzi domenicali. Da bambina mi piaceva tantissimo; litigavo con mio padre per averne più di lui!

conchiglie 1bis

Oggi quella pasta continua ad essere uno dei piatti che cucino spesso, specie se ho poco tempo a disposizione, ma la mia versione è molto differente da quella di mia madre.
Mi piace preparare una fondutina leggera di latte e parmigiano per sostituire la panna, oppure, sempre per omettere questo ingrediente, preparo un pesto di piselli ed erbette molto cremoso che abbino a parmigiano e formaggi saporiti.

Alla fine, anche se scegliere non è stato per nulla semplice, per la giornata mondiale della pasta, promossa dal Calendario del cibo italiano, ho pensato di proporvi proprio questa, la mi versione della pasta panna, prosciutto e piselli, che dedico alla mia mamma. Le quantità degli ingredienti sono approssimativi. Potete tranquillamente aggiungere o togliere a seconda dei vostri gusti visto che questo piatto è davvero di una semplicità unica. Qui invece per scoprire altri primi piatti di pasta asciutta!

CONCHIGLIE AL PESTO CREMOSO DI PISELLI, ERBETTE E PROSCIUTTO COTTO, CON PARMIGIANO E SCAMORZA AFFUMICATA

conchiglie 9

100 gr di conchiglie o altro formato a piacere meglio se penne o rigatoni,
50 gr di piselli sbollentati o giù pronti in barattolo per il pesto + due o tre cucchiai di piselli interi da tenere da parte,
60 gr di prosciutto cotto tagliato a dadini,
Un rametto di prezzemolo, timo e basilico freschi (5 o 6 foglie di ognuno),
qualche foglia verde avanzata da ortaggio vari a piacere (come ad esempio sedano, ravanelli, carote o cavolfiore. Io 3 foglie di cavolfiore viola, solo la parte più tenera verde),
1 cucchiaio di succo di limone freddo da frigorifero,
parmigiano grattugiato,
un fetta di scamorza affumicata tagliata a cubetti piccolissimi,

olio evo q.b.,
sale q.b.,
pepe nero in grani da macinare al momento q.b.,
uno spicchio di aglio in camicia

Per prima cosa frullare nel robot da cucina i piselli, le foglioline delle erbe aromatiche e degli ortaggi insieme ad un pizzico di sale, 40 gr circa di acqua ghiacciata e due cucchiai abbondanti di olio evo. Si dovrà ottenere un pesto fluido e cremoso. Nel caso fosse troppo asciutto e denso aggiungere un altro po’ di acqua per ammorbidirlo.
pesto cremosoConservare la cremina ottenuta in frigorifero. Nel frattempo cuocere la pasta. A parte scaldare un filo di olio evo e uno spicchio di aglio in camicia in una capiente casseruola. Qualche minuto prima di scolare la pasta tenere da parte una tazzina di acqua di cottura. Scolare la pasta al dente e trasferirla nella casseruola con l’olio ormai caldo.
Mescolare bene per qualche istante a fuoco vivo poi spegnere la fiamma. Eliminare l’aglio, aggiungere il pesto cremoso di piselli, 3 o 4 cucchiai di parmigiano e due o tre cucchiai di piselli interi tenuti da parte. Unire un po’ di acqua di cottura per mantecare. Mescolare bene tutto infine unire il prosciutto cotto a cubetti e i pezzetti di scamorza tagliati finemente. Condire con un filo di olio evo a crudo e servire ben caldi con una spolverata di pepe nero.

conchiglie 2bis
ss
logo_HEADER_CCI_byMTC

11 pensieri su “Calendario del cibo italiano: conchiglie al pesto cremoso di piselli, erbette e prosciutto cotto, con parmigiano e scamorza affumicata

  1. giovanna ha detto:

    La pasta è proprio un classico della nostra cucina,a me spesso non va però la cucino tutti i giorni, qualcuno non può farne a meno.Ottimo il tuo condimento è proprio invitante, quel tipo di pasta la utilizzo quasi esclusivamente per la pasta e piselli.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...