Pensieri fuori dal coro: insalata di riso freddo con uova strapazzate, prosciutto cotto, champignon, piselli e qualche consiglio pratico sulla cottura dei cereali

riso2bis

Fame atavica. La piccoletta sembra non essere mai sazia. Ha una fame che divorerebbe i portoni!
Appena nata era uno scricciolo invisibile di 43 cm con una forza da ercole. Quando il pancino si svuotava, per sottolineare meglio il suo bisogno di cibo, si infilava una mano intera in bocca. Fame e solo fame, quella l’ha presa da suo padre che al posto dello stomaco ha un buco nero. La figlia idem, senza fondo. Se l’appetito rimarrà quello, finito lo svezzamento mi ritroverò in cucina a preparare chili di maccheroni.
A me piace tanto cucinare cose nuove e diverse, ma per il mio compagno esiste solo la pasta asciutta o se proprio deve rinunciarvi, un bel piatto di riso. Anche d’estate entrambi non mancano mai sulla nostra tavola, solo che il più delle volte, fortunatamente, si trasformano in una versione fredda.

GinevraL’insalata di pasta e di riso trovo siano piatti giocosi ideali in questa stagione. Fanno molto “compagnia”, cibo da condividere, facile da consumare all’aperto o per la pausa pranzo al lavoro.
Per prepararli non occorre tanto una ricetta precisa quanto piuttosto osare con la fantasia e tenere presente alcune procedure da seguire e indicazioni utili.
Queste per la pasta e queste per il riso:

  • Scegliere una tipologia di chicco che tiene la cottura, come un Roma, un  parboiled, ma anche un arborio può andare bene. Il riso freddo è interessante anche con altre qualità come quella rossa, il venere, l’integrale o il basmati. Si possono usare anche cereali differenti.
  • Scegliere il metodo di cottura del riso che più si preferisce. Bollito in acqua salata. Oppure per assorbimento. In questo caso il riso viene cotto solitamente in una quantità di acqua pari al doppio del suo peso, ma il rapporto può variare a seconda della tipologia del cereale. Ad esempio per 1 bicchiere di riso serviranno 2 bicchieri di acqua. Si versa il riso in una pentola con il liquido, che può anche essere brodo. Si copre la pentola con il coperchio e senza mai mescolare si attende fino al completo assorbimento del liquido. Prima di cominciare è sempre consigliabile sciacquare bene il riso. Per la cottura ad assorbimento dei cereali io ho trovato molto utile queste indicazioni che ho riassunto in una tabella
CEREALE

TOSTATURA E AMMOLLO CONSIGLIATI

RAPPORTO LIQUIDI

TEMPI DI COTTURA

AMARANTO

No ammollo

1:2

30 minuti

AVENA

Ammollo 12 ore

1:3

1 ora

FARRO DECORTICATO

Ammollo 12 ore

1:3

45 minuti

FARRO PERLATO

Tostatura

1:2

30 minuti

GRANO SARACENO

Tostatura, no ammollo

1:2

20 minuti

KAMUT

Ammollo 12 ore

1:2

1 ora

MIGLIO

tostatura

1:3

25 minuti

ORZO DECORTICATO

Ammollo 12 ore

1:3

45 minuti

ORZO PERLATO

No ammollo

1:2

30 minuti

QUINOA

No ammollo, sciacquatura

1:2

20 minuti

RISO INTEGRALE

Ammollo 12 ore

1:2

50 minuti

RISO VENERE INTEGRALE

Tostatura leggera con un filo di olio

1:2

30 minuti

RISO ROSSO

Tostatura leggera con un filo di olio

1:2

30 minuti

SEGALE

Ammollo per 12 ore

1:3

1 ora

Informazioni tratte dal blog Timo e lenticchie-giallo zafferano
  • In fase di cottura è possibile aggiungere eventualmente spezie e profumi come lo zafferano, la curcuma, il cherry, la vaniglia…
  • Scolare il riso al dente, condirlo con un filo di olio e lasciare riposare i chicchi, ben sgranati, su un canovaccio pulito
  • Evitare assolutamente di raffreddare  il riso sotto l’acqua corrente
  • Una volta freddo, condire il riso a piacere come si desidera.

Il riso che vi propongo si prepara velocemente. Io l’ho preparato la sera per il giorno dopo. Vi lascio la mia ricettina e … buon appetito!

INSALATA DI RISO CON UOVO STRAPAZZATO,
PROSCIUTTO COTTO, CHAMPIGNON E PISELLI

insalata di riso 1

Un bicchiere di riso arborio,
130 g di piselli cotti al vapore,
3 o 4 champignon, non troppo grandi, tagliati a fette e passati in padella con un filo di olio, un pizzico di sale e prezzemolo,
Prosciutto cotto a dadini,
1 uovo grande strapazzato,
sale e pepe q.b,
olio evo q.b.

Mettete sul fuoco una pentola con l’acqua. salatela e appena arriva a bollore buttate il riso. Scolatelo al dente, conditelo con un filo d’olio di oliva, poi versatelo su un canovaccio pulito. Allargate i chicchi con le mani distanziandoli e lasciateli raffreddare bene.
Versate quindi il riso in un’ampia ciotola e conditolo con gli ingredienti riportati sopra. Regolate di sale e pepe. Se necessario aggiunte un altro goccio di olio.
Mescolate e servite a temperatura ambiente.
riso insalata di riso 4

4 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: insalata di riso freddo con uova strapazzate, prosciutto cotto, champignon, piselli e qualche consiglio pratico sulla cottura dei cereali

  1. infuso di riso ha detto:

    mile la tua bimba è un sogno, un angioletto delicato e morbido…
    complimenti perchè trovi il tempo per seguire con la stessa passione di prima il tuo bellissimo blog, sei mamma e creativa eccellente…
    un abbraccio a te e un bacino alla tua piccolina…
    daniela

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...