Pensieri fuori: crostata senza cottura con base di biscotti e panna cotta al profumo di mandarino

4bis

L’autunno è il mese in cui si accendono i forni e si ricominciano a preparare cibi caldi, conviviali e sostanziosi. Quei cibi che scaldano l’anima e che ci accompagneranno per tutto il periodo invernale. Ci vogliono proprio. Fanno bene e prepararli ti pone in uno stato di serenità e di rilassatezza. Ci vuole però anche un po’ di tempo a disposizione per i lievitati, le cotture lente, le preparazioni lunghe di torte a strati con conserve, creme e basi croccanti.
Una settimana fa il clima ci ha regalato due giorni di pieno caldo, un ultimo assaggio dell’estate che è andata e che tornerà a trovarci il prossimo giugno.
Noi quei giorni li abbiamo accolti con sorpresa, ben lieti di poter passeggiare più leggeri con il caldo tepore del sole, i colori brillanti e quell’aria frizzante, abbastanza insolita per essere ormai giunti quasi a novembre.

1Sarà forse stato quel senso di gioia, il clima a me più congeniale, l’umore decisamente migliorato, ma sempre l’assenza di tempo libero a disposizione, a indurmi a preparare una crostata alla panna cotta con base di biscotti senza cottura. In pratica una sorta di cheesecake ma in forma di crostata.
Avevo voglia di panna cotta e così questo è diventato il ripieno del guscio.
Sul web se ne possono trovare infinite versioni, qui ad esempio quella al cioccolato di Giovanna che trovo assolutamente golosa. Le sue ricette poi sono sempre una garanzia. Io sinceramente sono andata più o meno ad occhio, cercando di non abusare del burro, visto che i biscotti scelti ne erano ricchi. Voi potete usare quelli che avete in casa, anche i wafer magari al cioccolato o alla vaniglia. Potete in alternativa velare la base con confettura, prima di versarvi la panna cotta, e decorare con frutta fresca.

Per la panna cotta con queste dosi, per uno stampo circolare da 18 cm di diametro, ve ne avanzerà giusto un po’ da colare in uno stampino monoporzione.
Vi lascio la ricetta e buon appetito a tutti.

CROSTATA SENZA COTTURA CON BASE DI BISCOTTI
E PANNA COTTA AL PROFUMO DI MANDARINO

3

Per la base senza cottura, stampo 18 cm di diametro
250 g di biscotti (io macine)
60 g di burro fuso a temperatura ambiente

Per la panna cotta (da una ricetta di Luca Montersino):
400 g di panna
75 g latte,
6 g di gelatina in fogli,
40 g di zucchero semolato,
30 g di zucchero di canna,
1 bacca di vaniglia,
Scorza di due mandarini.

Cioccolato al latte di ottima qualità

Frullate nel mixer i biscotti e il burro fuso fino ad ottenere un composto fine e pastoso.
Prendete lo stampo da crostata diametro 18 cm, meglio se con fondo amovibile, e ricopritelo con il composto di biscotti e burro. Compattatelo con le mani ricoprendo anche i bordi e aiutandovi con il dorso di un cucchiaio schiacciate bene tutto, livellando per formare uno strato omogeneo più o meno dello stesso spessore. Ponete quindi la vostra base in frigorifero per mezza giornata.
Una volta pronta, preparate la panna cotta.
In una ciotola mettete in ammollo i fogli di gelatina. Scaldate in un pentolino 200 g di panna liquida con i semi della vaniglia, il latte e le scorze di mandarino private della parte bianca. Scaldate il composto senza farlo bollire poi spegnete la fiamma e lasciatelo riposare 30 minuti, così da lasciare in infusione vaniglia e bucce del mandarino. Quindi filtrate tutto e rimettete i liquidi sul il fuoco. Appena giungeranno a bollore toglieteli dal fuoco e unite lo zucchero. Stemperatelo con cura poi aggiungete la gelatina ammollata e strizzata. Mescolate bene e unite la panna liquida rimasta.
Grattate sul fondo della base di biscotti tante scaglie di cioccolato. Versatevi sopra la panna cotta arrivando leggermente sotto il bordo. Trasferite in frigorifero fino a quando non si sarà rassodata. Decorate con altre scaglie di cioccolato e servite.
Potete in alternativa velare la base con confettura, prima di versarvi la panna cotta, e decorare con frutta fresca. Conservate il dolce in frigorifero.2

3 pensieri su “Pensieri fuori: crostata senza cottura con base di biscotti e panna cotta al profumo di mandarino

  1. giovanna ha detto:

    Grazie per la citazione ma la tua è alta pasticceria la mia una cosina cosi, ti copio la panna cotta cosi profumata al mandarino sarà buonissima, appena cominciano i mandarini ancora non se ne vedono in giro.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...