Calendario del cibo italiano: margherite di stresa, frolla con tuorli sodi

margherite 4

Delicati come le margheritine bianche che sbocciano a primavera, questi biscotti semplici e friabili furono dedicati alla regina Margherita nel 1857 dal pasticcere di Stresa Pier Antonio Bolongaro. A quei tempi il pasticcere aveva aperto una sala da té dove lei, ancora bambina, e sua madre erano solite trascorrere i loro pomeriggi. Per la comunione di Margherita, Pier Antonio decise così di preparare in suo onore questi biscotti tondi con un piccolo avvallamento centrale che raccoglieva perfettamente lo zucchero a velo.
Madre e figlia se ne innamorarono tanto che Margherita, divenuta regina, quando istituì a corte la Festa di Ferragosto, volle nel suo buffet questi biscotti, la cui fama si diffuse rapidamente in tutto il Regno (Fonte: Calendario del cibo italiano).

margherite 3

Con il tempo, e nelle versioni più moderne, la forma originaria è stata modificata con quella appunto della margherita.
L’impasto che li caratterizza è una sorta di frolla (ovis mollis) a base di tuorli d’uovo sodo, che garantiscono un’eccezionale friabilità, e aromi quali agrumi e/o vaniglia.
Se volete potete anche accoppiarli con creme e confetture, ma io vi consiglio di provarli così perchè questi biscottini sono dei veri e propri pasticcini ideali per l’ora del té e della merenda.

MARGHERITE DI STRESA (da una ricetta di Elena Chesta)

margherite 13 tuorli d’uovo sodi
190 g di burro a dadini a temperatura ambiente
150 g di fecola di patata
150 g di farina 00
90 g di zucchero a velo vanigliato + quello per lo spolvero
scorza di 1 limone biologico piccolo
un pizzico di sale fino

In una ciotola lavorate il burro morbido con lo zucchero a velo vanigliato setacciato. Profumate con la scorza di limone e il pizzico di sale. Passate i tuorli al setaccio e mescolateli con qualche cucchiaio di burro e zucchero. Mescolate bene e unite il restante composto. Incorporate infine fecola e farina precedentemente setacciate due volte. Impastate velocemente il tutto, come se fosse una frolla. Risulterà un impasto molto tenero. Trasferitelo tra due fogli di carta forno e mettetelo in frigorifero per almeno 1 ora, meglio ancora per mezza giornata. Riprendete l’impasto. Tiratelo con il mattarello spolverato di farina a mezzo cm di altezza, o se preferite 1 cm, tra due fogli di carta forno.margherite 6Con uno stampino a forma di fiore ricavate tante margherite e disponetele sulla teglia foderata di carta forno.
Impastate nuovamente i ritagli di pasta e procedete nello stesso modo.
Trasferite le teglie in frigo o in un luogo fresco per 30 minuti circa poi infornate a 180° C per 10 minuti regolandovi in base al vostro forno. Le margherite si devono colorire appena. Sfornatele, fatele raffreddare e cospargetele di zucchero a velo.margherite 7logo_HEADER_CCI_byMTC

5 pensieri su “Calendario del cibo italiano: margherite di stresa, frolla con tuorli sodi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...