DUE NIDI

43c2c-downloadLaurence Anholt ; illustrato da Jim Coplestone
Lo stampatello, 2013
Illustrato
Età di lettura: scuola dell’infanzia
Sabato mattina: ciclo di letture sul tema delle famiglie dedicate ai bambini e ai loro genitori nell’ambito del progetto NPL. I libri li avevo messi da parte per tempo, così giunta in biblioteca mi sono preoccupata solo di allestire la sala dedicata all’incontro e di preparare il materiale per animare uno dei cinque libri che avrei letto.. poi, non so per quale strano motivo, nella mia mente si è palesata l’immagine della copertina di un albo illustrato che non avevo: DUE NIDI! Mi era sfuggito e ora dovevo assolutamente trovarlo sperando che nessuno l’avesse preso in prestito. Mi precipito in sala ragazzi, cerco tra i libri nello scaffale, ma nulla. Forse era semplicemente fuori posto. Provo a controllare meglio, magari era stato solo collocato male… ma del libro nessuna traccia. Un po’ dispiaciuta mi siedo al banco prestito… guardo tra i testi appena rientrati, … poi ormai rassegnata sento “bello questo libro, è piaciuto molto a mia figlia!” Istintivamente mi giro e vedo una mamma consegnare alla mia collega un albo turchino di medio formato … Sarà un segno del destino, o forse solo una coincidenza, ma con i libri è sempre così: compaiono misteriosamente dal nulla nel momento giusto. Come questo, che sentivo il bisogno impellente di leggere, e che alla fine della giornata è stato scelto da una delle mamme presenti alla lettura “Questa storia è così delicata, capita proprio nel momento giusto, e dire che fino a ieri non sapevamo nemmeno se saremo potuti venire qui in biblioteca per la lettura… Ho pensato di portarlo a casa anche se a mio figlio è quello che è piaciuto meno. In verità sono io che sento il bisogno di ri-leggerlo”.
f4dd2-cam00476Mi ha confidato sussurrando.
Piccole magie quotidiane a cui si assiste lavorando tra i libri. Che si tratti di un romanzo o di un libro di favole per bambini, le storie ci scelgono e sembrano sapere quando è il momento giusto per entrare in punta di piedi tra le pieghe del nostro mondo interiore. L’incontro inevitabilmente genera un cambiamento, ed è così che accade anche con le storie e i libri. Senza troppe pretese come piccoli granelli di sabbia si depositano in noi arricchendoci, come fragili semi aspettano le cure e il nutrimento necessario per germogliare. Alcuni attecchiranno per poi crescere rigogliosi, altri al contrario non troveranno il terreno giusto o magari avranno bisogno solo di tempo e delle giuste condizioni per nascere… La nascita è anche una delle tematiche presenti nell’albo illustrato in rima Due nidi che, attraverso la storia di una neo nata famiglia di pennuti, affronta il delicato tema della separazione famigliare. Betta e Lele, protagonisti del racconto, sono una giovane coppia di pennuti innamorati che iniziano la loro convivenza costruendosi un bel nido accogliente sui rami di un grande 0263f-cam00470ciliegio per ripararsi dalle intemperie dell’inverno. Con l’arrivo della primavera, la natura si risveglia, il freddo invernale lascia piano piano il posto al tepore del sole e le prime gemme sbocciano sui rami del grande albero. Anche per la dolce coppia è ormai tempo di fiorire e Betta annuncia al suo Lele una tenera sorpresa: diventeranno genitori! Così, dopo aver covato per un mese, dall’uovo nasce un piccolo uccellino rosa. Seppur voluta e desiderata, la nascita come altri eventi transizionali della vita, può minare i fragili equilibri costruiti da una coppia. E nel giro di poco tempo, tra Betta e Lele, messi a dura prova dal piccolo uccellino, insorgono i primi screzi e le prime incomprensioni.
67d19-cam00477Stanchi dei continui litigi sempre più frequenti, i due, giungono infine ad una drastica ma necessaria decisione: Lele raccoglierà tutte le sue cose e si trasferirà a vivere in un nuovo nido sul ramo opposto del ciliegio. Una soluzione forte che comporta per tutti i componenti di questo nucleo familiare, molta sofferenza, in particolar modo per il piccolo uccellino che, pur non avendo voce in capitolo, si ritrova suo malgrado a pagarne le conseguenze: diviso tra due nidi vorrebbe tanto poter avere accanto anche il suo papà. Intanto il tempo scorre facendo il suo corso, la vita prosegue e il piccolo uccellino ormai cresciuto, ora che ha imparato a volare può finalmente passare da un nido all’altro ed avere per se l’amore di entrambi genitori!
 
“Lele era molto triste Betta piangeva già il piccolino disse io voglio il mio papà allora si sentì per tutto il vicinato la canzone più dolce che abbiate mia ascoltato: avevi una casa adesso ne hai 2 cinque parole sole: ti amiamo tutti e due”
Rime e illustrazioni delicate per affrontare un tema complesso come quello della separazione famigliare. Le famiglie, nella loro molteplicità sono infatti il focus d’interesse della casa editrice  Lo Stampatello, nata con l’obiettivo specifico di colmare il vuoto nell’editoria per l’infanzia rappresentato dalle famiglie monogenitoriali e omosessuali, ma anche per permettere a grandi e piccini di conoscere (e riconoscersi con) il variegato universo famigliare presente oggi.
Sul tema delle famiglie puoi anche leggere:
Due di tutto, Arianna Papini, Ed. Fatatrac 2006 (separazione)
Un papà su misura, Davide Cali e Anna Laura Cantone, Ed Arka 2005 (separazione)
Piccolo uovo, Francesca Pardi e Altan, Ed. Lo Stampatello 2011 (tante famiglie)
Il grande, grosso libro delle famiglie, M. Hoffman e R. Asquith, Ed. Lo stampatello 2012 (tante famiglie)
Bambine bambini e sapori – Famiglie a colori, Maria Beatrice Masella e Nicolas Gouny, Ed.  Junior 2012 (tante famiglie, in rima)
Più ricche di un re, Cinzia Barbero e BUM ill&art, Ed. Lo Stampatello 2011 (famiglie omogenitoriali)
E con tango siamo in tre, Justin Richardson, Peter Parnell, Henry Cole, Ed. Junior 2010 (famiglie omogenitoriali)
Il papà che aveva dieci bambini, Bénèdicte Guettier, Ed. Ape Junior 2003 (famiglie monogenitoriali)
Il maialibro, Ed.  Anthony Browne, Ed. kalandraka 2013 (stereotipi famigliari)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...