Calendario del cibo italiano: il Bonèt di Luigi Veronelli

Tipico dolce tradizionale piemontese il Bonèt è un budino le cui origini vengono fatte risalire alla zona delle Langhe. La versione più antica conosciuta come "alla monferrina"  si prepara con uova, zucchero, latte e amaretti. Secondo alcune fonti la presenza di un dolce molto simile è rintracciabile nei banchetti del XIII secolo. Oggi invece, ne esiste … Leggi tutto Calendario del cibo italiano: il Bonèt di Luigi Veronelli

Annunci

Le mie Egg Cloud per il Club del 27

Vanno, vengono ogni tanto si fermano e quando si fermano sono nere come il corvo, sembra che ti guardano con malocchio. Certe volte sono bianche e corrono e prendono la forma dell'airone o della pecora o di qualche altra bestia ma questo lo vedono meglio i bambini che giocano a corrergli dietro per tanti metri. Certe volte ti avvisano con rumore prima di arrivare e la terra … Leggi tutto Le mie Egg Cloud per il Club del 27

Calendario del cibo italiano: mini ravioli di carbonara

Dopo la seconda morfologica eseguita a pagamento finalmente ho ritrovato un  po' di serenità. La creatura è piccolina, molto piccolina, e la cosa mi spaventa un tantino, ma infondo sono seguita costantemente e poi a dirla tutta anche io non sono certamente un colosso... anzi, diciamo pure che sono una molto piccina fisicamente tanto che, … Leggi tutto Calendario del cibo italiano: mini ravioli di carbonara

Pensieri fuori dal coro: uova alla monachina con ricotta, mortadella, grana padano e pistacchi

La cucina ormai è diventata uno dei miei passatempi preferiti. Mi riempe la giornata, mi aiuta a non pensare e a tenere sgombra la menta, mi spinge ad essere curiosa e andare alla ricerca di cose nuove da scoprire. Il bello della cucina in effetti è che non si finisce mai di imparare, conoscere e … Leggi tutto Pensieri fuori dal coro: uova alla monachina con ricotta, mortadella, grana padano e pistacchi

Pensieri fuori dal coro: frittata al forno con le verdure del brodo

La scorsa settimana vi avevo raccontato la ricetta della zuppa imperiale e del brodo vegetale in cui l'avevo cotta. Con il brodo di verdure, che preparo spesso sopratutto d'inverno per cucinare il risotto, mi piace sperimentare e provare combinazione di ortaggi, erbe e spezie sempre nuove, anche se poi quello classico a mio avviso rimane … Leggi tutto Pensieri fuori dal coro: frittata al forno con le verdure del brodo

Calendario del cibo italiano: pomodori Cuore di bue ripieni di uova e scamorza affumicata

In principio era il tomat, l’avo dei pomodori: un minuscolo ortaggio selvatico dell’America Latina, che gli Aztechi conoscevano già migliaia di anni prima dei Conquistadores. Oggi sono più di cinquemila le varietà derivate dall'antico progenitore, differenti per forma e grandezza, capaci di maturare nei vari periodi dell’anno e in diverse condizioni ambientali (Il pomodoro in cucina, Carlo … Leggi tutto Calendario del cibo italiano: pomodori Cuore di bue ripieni di uova e scamorza affumicata

Pensieri fuori dal coro: frittatine colorate, con verdure grigliate al timo e besciamella allo zafferano

Colori, emozioni, storie e perchè no anche cibo. Al lavoro stiamo tenendo alcuni incontri con i bambini delle scuole dell'infanzia sul tema delle emozioni. Il progetto prende spunto dal Inside out, film della  Pixar Animation Studios distribuito dalla Walt Disney Pictures, che racconta la crescita e l'evoluzione degli stati emotivi di Riley, una ragazzina di … Leggi tutto Pensieri fuori dal coro: frittatine colorate, con verdure grigliate al timo e besciamella allo zafferano

Pensieri fuori dal coro: riso cantonese… come quello che mangiavo a vent’anni!

Prima della convivenza, quando gli impegni lavorativi erano più gestibili e i soldi non mancavano, una volta alla settimana, di sabato o di venerdì sera, si andava spesso a mangiare fuori. Sopratutto durante i primi anni di fidanzamento, trattorie, ristoranti cinesi e pizzerie erano tra le nostre tappe preferite. Pizza e cinese ci piaceva mangiarli anche … Leggi tutto Pensieri fuori dal coro: riso cantonese… come quello che mangiavo a vent’anni!