Dalla terra alla tavola: venti storie di cibo

imagesa cura di Grazia Gotti e Silvana Sola
Riscritte da Alessandra Valtieri
Einaudi ragazzi, 2015, 148 p.
Raccolta di storie illustrate
Età di lettura: scuola primaria

Visto che ormai su questo blog la cucina sembra aver preso il sopravvento su tutto il resto, per rimanere in tema, ecco un goloso menú etnico composto da storie, fiabe e  favole provenienti da diversi paesi del mondo: 20 racconti raccolti in questo libro, ognuno dedicato ad un cibo diverso, per scoprirlo in modo inedito.

eeeeeee

Carne, frutta e verdura ma anche altri alimenti più o meno diffusi sulle nostre tavole ci vengono presentati attraverso fiabe e favole antiche, accompagnate da tavole illustrate da diversi autori, che ci permettono di cogliere il profondo legame che da sempre unisce l’uomo alla terra nella continua ricerca di fonti e risorse per il sostentamento.

20160111_183730

Illustrazioni di Matilde Lidia Martinelli

L’antologia si configura come un vero e proprio percorso di lettura interculturale per iniziare a conoscere patrimoni culturali e tradizioni diverse, per compiere quindi un primo passo verso “l’altro” e iniziare a comprenderlo meglio. Non a caso cibo, fiabe e favole ci raccontano proprio questo condensando parte della storia di ogni popolo o gruppo sociale, le loro radici, le loro usanze e tradizioni.

Proprio come il cibo, poi, la lettura ci procura uno speciale piacere del tutto unico e soggettivo, sempre diverso e variabile. Allo stesso modo nutre, appaga e soddisfa, o al contrario può non essere di nostro gradimento. Solo provando letture e piatti che non conosciamo, o non abbiamo mai provato, scopriremo che, contrariamente a quello che pensavo di credere, potrebbe piacerci. “Buono da mangiare, buono da pensare, affermava Claude Lèvi-Strauss, cibo quindi come nutrizione non solo per la crescita delle nostre ossa e dei nostri muscoli, cibo per la mente, per la conoscenza, per lo spirito. Ma anche stimolo per il gusto, quel senso che ci procura piacere come la lettura” (Grazia Gotti e Silvana Sola, p.7).

E come accade spesso per alcuni personaggi delle fiabe, la cui storia può cambiare a seconda del paese di appartenenza, la stessa cosa accade con il cibo. Ed è interessante scoprire ad esempio che i nostri tanto amati spaghetti si dice siano stati inventati dai cinesi e che fu Marco Polo in seguito a farli conoscere agli italiani.

20160111_183544

Esiste infatti una storia antica raccontata ai bambini, che narra di come questa pasta, apprezzata e conosciuta in tutto il mondo, nacque per gioco dalle disavventure tra i fornelli di una mamma e dei suoi due figli. Così quello che doveva essere un piatto straordinario di ravioli al vapore, si trasformò in qualcosa d’altro e in quell’inedita versione, diventò ben presto il piatto preferito dell’imperatore.

20160111_183532

Illustrazione di Luca Tagliafico

In cucina in effetti la storia ci insegna che spesso grandi piatti e ricette ormai diffuse sono spesso nati da disavventure, errori e contrattempi vari. Come ad esempio la Tarte Tatin che in origine doveva essere una torta di mele di cui però fu infornata solo la frutta,  o il formaggio gorgonzola nato secondo una leggenda da un oste della città omonima che non lo conservò come avrebbe dovuto,  tanto per citarne un paio (fate un giretto qui se l’argomento vi incuriosisce!)

Tra queste pagine tanti spunti dunque per parlare di cibo e di alimentazione. Se poi siamo curiosi di saperne di più, alla fine del volume ecco la lista di alcuni ingredienti presenti nelle storie, con brevi informazioni e curiosità utili.

Con un menù così ricco viene proprio voglia di mettersi ai fornelli, magari per preparare qualcosa di insolito. Che ne dite dei Dango? Deliziose Palline di riso o di patate, tutte colorate, da infilzare come spiedini. Questi dolcetti giapponesi, facilissimi da preparare, solitamente si mangiano accompagnati da te verde. Sono perfette dunque con queste temperature invernali per imbandire una bella merenda da proporre ai nostri bambini, cucinandola con loro dopo aver letto naturalmente queste splendide storie … perfette anche per la lettura ad alta voce.
Volete provarli? nel caso eccovi la ricetta!

20160111_203051

Illustrazione di Martina Bonina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...