MTC n.71 l’Afternoon tea in stile primavera con cake alle fragole e biscotti

te 1

Eccoci qui, proprio all’ultimo minuto utile per partecipare alla settantunesima sfida MTC che per il mese di marzo ha come protagonista l’Afternoon tea in puro stile British, tema proposto da Valeria Caracciolo, dal blog Murzillo Saporito.
banner_sfidadelmese_71-1024x489
Una sfida bellissima, profumata ed elegante che prevede la preparazione del tè, ovviamente, e del buffet di accompagnamento dolce o con qualche elemento salato.
il rituale del tè del pomeriggio nasce nell’Inghilterra ottocentesca grazie a Anna Russell, Duchessa di Bedford. Visto che come la maggior parte della popolazione inglese, la nobil donna era abituata a consumare solo due pasti al giorno (colazione e cena), per spezzare la fame un giorno decise di farsi servire verso le 16 una tazza di te caldo e una fetta di pane morbido. Quell’idea nata per caso divenne ben presto una piacevole routine da condividere con amiche, e conoscenti dell’alta borghesia, fino ad allargarsi all’intera comunità.
Più tardi, la nascita delle sale da tè dedicate trasformarono pian piano questo famoso rito aristocratico in un momento sociale collettivo aperto a ceti più bassi.
Anche il menù di accompagnamento pian piano si allargò arricchendosi di dolcetti tipici della pasticceria secca accompagnati da marmellate, curd e creme al burro, ma anche cake, focaccine, buns, scones, crostini e sandwich con tendenza salata.

diamantini 4A prescindere dalle sue origini, il rito del tè non è un’esclusiva inglese.  Appuntamento fisso, rito, cerimonia con le sue usanze e le sue “regole”, l’Afternoon tea è diffuso in diverse culture dove assume significati e valori molteplici.
Per me, rimane un momento dolce e rilassante di convivialità che mi riporta alla mente la mia infanzia, quando, tenendo per mano la mia gigantesca bambola di pezza “Camilla”, chiedevo a mia mamma di giocare alle signore, ovvero preparare tè e pasticcini da condividere con lei e le mie numerose bambole.
A casa mia, l’ora del tè è anche un’occasione un tantino folle e fuori dalle righe per far festa, ma sempre rimanendo delle perfette Lady di buone maniere come Alice nel paese delle Meraviglie al tavolo imbandito del Cappellaio Matto e del coniglio bisestile o Mary Poppins seduta sul soffitto a testa in giù con amici e parenti.

Per il mio tè, trasportata dalla ventata di fantasia della mia infanzia e dal mese di marzo, ho voluto prendere spunto dalla primavera proponendo un tè classico ma profumato, un cake alla fragole fresche, Shortbread con ciliegie candite, biscottini al cacao accompagnati da una marmellata di mele, arance, zenzero e vaniglia. Spero vi piaccia… Buon Afternoon tea a tutti!

Tè Darjeeling*

Tè Darjeeling in foglie
acqua minerale
zucchero, latte, limone a piacere per accompagnare

*questo tipo di tè indiano ha un aroma floreale delicato

Preriscaldare la teiera e/o le tazze versandovi un pó di acqua calda e lasciandola fino a farle diventare calde al tatto. Quindi buttate via l’acqua e versare sul fondo le foglie del té, 1-2 cucchiaini per persona.
Scaldare (una sola volta) l’acqua  minerale senza farla bollire portandola alla temperatura di circa 90-100°C. e versarla sulle foglie del té. Lasciare in infusione dai 3 ai 5 minuti massimo per un gusto più intenso.

Special Shortbread allo zucchero muscovado e ciliegie candite
(ricetta tratta da Mary Berry, Baking Bible, Ed. BBC Books)

biscotti ciliegie 1

175 g farina 00
75 g zucchero muscovado
100 g Burro a dadini a temperatura ambiente
25 g di ciliegie candite

Preriscaldare il forno a 160 ° C / Ventola 140 ° C / Gas.
In una ciotola mescolare farina e zucchero. Unire il burro e con le punte delle dita strofinarlo con le polveri fino ad ottenere tante piccole briciole. Compattare l’impasto e stenderlo sul piano di lavoro leggermente spolverato di farina. con il mattarello infarinato stendere la frolla ad uno spessore di circa 5 mm. Tagliare a pezzetti le ciliegie e sistemarli sull’impasto facendo pressione con le dita per farli affondare leggermente nella pasta. Tagliare la frolla usando uno stampino dentellato di 5-5.5 cm di diametro.
Sistemare i biscotti ottenuti su una teglia foderata da carta forno. Infornare per 15/20 minuti. Sfornare e far raffreddare.

Diamantini al cacao e zenzero
(Ricetta tratta e modificata dal libro di Martha Stewart “Biscotti” Ed. Giunti)

diamantini 2

140 g di farina 00 più altra per il piano di lavoro
60 gr di zucchero a velo
25 g di cacao amaro in polvere
un pizzico di sale
120 g di burro freddo a pezzettini (io 130 g)
Un pizzico abbondante di zenzero in polvere (nella ricetta originale 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia)
Zucchero a velo e succo di limone per la decorazione (nella ricetta originale cioccolato bianco fuso)

Riscaldare il forno a 150 gradi. Mescolare in una ciotola farina, zucchero a velo, cacao e sale. Aggiungere il burro e lo zenzero in polvere (o essenza di vaniglia) quindi frullare tutto con il mixer elettrico.  Formare una palla con l’impasto.
Far riposare 20 minuti in frigo (la ricetta non lo prevede). Stendere l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato aiutandosi con il mattarello, ad uno spessore di 5 mm. Ricavare con uno stampino per biscotti dei rombi di 9X6,5 cm circa (io li ho fatti quadrati cm 5,5 ricavandone così circa 20).  Disporli su una teglia rivestita di carta forno distanziandoli bene tra loro. Infornare per una ventina di minuti. Quindi sfornare, far raffreddare completamente poi decorarli con tante righe di zucchero a velo diluito quel tanto che basta con il succo di limone, oppure con il cioccolato bianco fuso.

Una parte dei biscotti li ho accoppiati con la marmellata di mele e arance profumata alla vaniglia e zenzero.

Marmellata di mele e arance profumata alla vaniglia e zenzero

Seguire la ricetta che troverete qui aggiungendo la vaniglia alle mele cotte in forno e lo zenzero fresco grattugiato nella pentola con le mele frullate e le arance.

Strawberry Cake di Martha Stewart
(qui la ricetta in inglese originale)

torta alle fragole di martha stewart

Per una torta di 24 cm di diametro (io ho usato uno stampo di 20 cm. La torta è venuta benissimo, solo leggermente più alta)

85 g di burro
180 g di farina
150 g di zucchero (io 160 g di canna)
125 ml di latte intero
un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
mezzo cucchiaino scarso di sale
un uovo intero grande
Polpa di una bacca di vaniglia
280/300 g di fragola lavate e pulite
2 cucchiai di zucchero per la copertura (io di canna)

Scaldare il forno  a 180° C. Imburrare uno stampo di 24 cm di diametro.
In una ciotola frullare con il mixer elettrico il burro con lo zucchero per 3 minuti. Abbassare la velocità e unire l’uovo. Una volta incorporato versare pian piano anche il latte fino ad ottenere un composto semiliquido.
Setacciare la farina con il lievito e il sale. Incorporarla poco alla volta mescolando sempre a bassa velocità. Versare il composto nella teglia imburrata, livellarlo bene e inserire le fragole tagliate a metà.
Cospargere la superficie con lo zucchero. Infornare e cuocete per 10 minuti alla temperatura di 180°, poi abbassate la temperatura a 160° e terminate la cottura per altri 45-50 minuti, a secondo del forno che avete.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente, prima di consumare la torta.

torta alle fragole di martha stewart6

 

Annunci

16 pensieri su “MTC n.71 l’Afternoon tea in stile primavera con cake alle fragole e biscotti

  1. Tina ha detto:

    Sono contenta che tu sia riuscita a partecipare e lo hai fatto con una tavola superinvitante che vorrei avere ora qui di fronte anche se è solo ora di colazione. Un abbraccio

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Tina grazie mille! scusa se risp solo ora ma ultimamente anche stare al pc mi mette sonno! Sono diventata una bella pigrona. Sarebbe bello riunire l’MTC intorno ad un tavolo pieno di delizie e spuntini chiaccherando tutte insieme in compagnia di una bella tazza di tè. chissà magari un giorno si potrà fare! Grazie mille per essermi passata a trovare, un saluto caro e buon fine settimana!

      Mi piace

  2. alessandra ha detto:

    Giusto due cosette, eh, Milena 🙂
    Grazie per avercela fatta, intanto: questo tè è anche un segno tangibile di una community che va oltre la sfida, con legami cosi forti che ora sostengono, ora spronano, ora girano anche le cose in modo da vederle nella prospettiva giusta, che è sempre meno angosciante e faticosa di quella da dove le guardavamo noi.
    E grazie anche per questo tè, cosi britannico e nel contempo cosi “tuo”, con questa generosità che fuoriesce da ripieni, dalle marmellate ultragolose, dall’abbondanza di una tavola a cui vorremmo partecipare tutti, per abbracciarti stretta, in primis- e per procedere con gli onori della mensa poi 🙂 Dita incrociate, per tutto.

    Piace a 1 persona

    • Mile81 ha detto:

      Con un ritardo astronomico ti ringrazio tanto per tutto il sostegno e le belle parole. Diventare mamma è davvero qualcosa di così speciale da non trovare parole per poter descrivere ciò che si prova. Spero di poter tornare presto attiva e più creativa. Ora sono tanto stanca e non vedo l’ora di conoscere la mia bimba. Un bacio grande Alessandra.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...