✰Pensieri fuori dal coro: Crostata stellare alla confettura di more di rovo e mirtilli… e buon Natale a tutti!

FotorCreatedIn essenza di quelli preparati dalle manine d’oro della mia nonnina, avevo comprato due vasetti di confettura artigianale da regalare: all’albicocca con stecca di vaniglia e alle more di rovo e mirtilli. La prima è finita sotto l’albero di una cara collega, la seconda invece giaceva sulla mensola della cucina in attesa di essere impacchettata. Fino a quando non ha iniziato a fissarmi, con insistenza. Ho provato ad ignorarla, ma poi senza accorgermene ho sollevato l’etichetta e svitato il coperchio. Sia chiaro però, non è stata colpa mia, ho dovuto aprirla. E’ lei che ha insistito tanto affinché lo facessi, ed io ho provveduto semplicemente ad accontentarla! E nonostante i sensi di colpa iniziali, che senza sosta mi hanno assalito, posso ammettere che ne è valsa proprio la pena! Con questa confettura dal profumo di bosco e di sole ho deciso di preparare un dolce per renderle giustizia ed esaltarne i sapori.  E cosa poteva esserci di meglio di una bella crostata? Un dolce genuino che sa tanto di casa e di coccole capace con la sua semplicità di esaltare il sapore della frutta. L’ho preparato pensando a qualcosa di goloso ma non troppo pesante da servire al termine del pranzo natalizio in famiglia. Proprio per questo volevo che questa crostata fosse magica, nella speranza che in questo Natale ognuno di noi possa riuscire a seguire la sua stella, ritrovando quella serenità ormai persa e la voglia di combattere ancora, soli e insieme, per dare un senso alla propria piccola ed effimera vita.

Con questa crostata auguro a tutti un felice Natale!!! E speriamo proprio che lo sia.

CROSTATA STELLARE ALLA CONFETTURA DI MORE DI ROVO E MIRTILLI CON NOCI MACADAMIA

intera

Ingredienti per uno stampo di circa 18/20 cm di diametro
Per la pâte sucrée di Michel Roux*
100 gr di burro
100 gr di zucchero a velo setacciato
2 uova
250 gr farina 00 (180 w)
un pizzico di sale
io ho aggiunto scorza di limone e qualche goccia del suo succo

Per il ripieno:
320 gr di confettura artigianale di more di rovo e mirtilli di ottima qualità (1 vasetto) o altra confettura a scelta, 3 o 4 noci  macadamia pulite e ridotte a granelli o noci pecan

*Solitamente utilizzo la frolla fine di Montersino (che potete trovare qui), ma ho trovato altrettanto buona anche questa. Nel suo libro “Frolla&sfoglia” Michel Roux, chef pluristellato, descrive la pasta sucrée come un impasto adatto in particolare per le torte alla frutta e per la cottura in bianco. Meno delicato della pasta sablée poichè contiene meno grassi, è più facile da lavorare e altrettanto gustoso. Ben avvolto nella pellicola si può conservare in frigo per una settimana o in freezer per circa 3 mesi. Non ho mai provato, ma posso fidarmi 🙂

Procedimento: versa la farina in una ciotola o sul piano di lavoro. Al centro metti lo zucchero a velo, il burro e il sale. Inizia a lavorarli velocemente con le punta delle dita (meglio avere le mani ben fredde per mantenere bassa la temperatura del burro) incorporando piano piano la farina. Lavora l’impasto fino a quando non avrà raggiunto una consistenza granulosa. Fai di nuovo la fontana radunando le grosse briciole di impasto ottenute. Al centro aggiungi le uova, la scorza di limone e qualche goccia del suo succo se decidi di usarlo. Continua a lavorare delicatamente l’impasto con le punta delle dita giusto il tempo necessario affinché stia insieme. Infine, lavoralo leggermente con il polso per farlo diventare liscio, forma un panetto, avvolgilo nella pellicola e lascialo riposare per 1 ora o 2 in frigo.

Fotor_145082138346882

Trascorso tale tempo, su un foglio di carta forno, stendi circa un po’ di più della metà di impasto ad uno spessore di mezzo cm. La frolla stesa dovrà avere una dimensione maggiore rispetto al diametro di 18 cm del nostro stampo. Con delicatezza solleva la carta da forno con sopra la frolla stesa e sistemala nello stampo. Fai aderire bene la pasta ai bordi dello stampo. Bucherella leggermente con la forchetta la base della frolla e versaci dentro la confettura. Aggiungi in superficie la granella di noci poi rifila i bordi della crostata ripiegandoli leggermente sul ripieno. Metti a riposare in frigo. Stendi su un altro foglio di carta forno la frolla rimasta e ricava un cerchio con un diametro inferiore a quello dello stampo. Con un coppa pasta a forma di stella intaglia la base ottenuta e tieni da parte gli scarti che potrai utilizzare per ricavare dei biscotti o delle piccole crostatine. Togli dal frigo lo stampo con la crostata e posizionaci sopra la frolla intagliata con le stelle.

crostata

Per garantire in cottura che le incisioni a forma di stella non si deformino, rimetti in frigo per 15 minuti. Poi cuoci la crostata a 180 gradi per circa 20 minuti controllando la cottura. Quando sarà dorata sfornala, fai raffreddare bene e poi con estrema attenzione e aiutandoti con la carta forno sistema il dolce su un piatto.

cotta

In estate, al posto delle noci, è ottima con l’aggiunta di more e mirtilli freschi! Noi ce la gusteremo domani in versione invernale sperando che, con tutto quello che la nonna Vit preparerà, ci rimanga un buchino anche per il dolce!

nonna vit

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...