Pensieri fuori dal coro: Bottoni e spumini di meringa

spumini bianchi di meringa

Le meringhe in casa mia sono un dolce molto richiesto. La dolce metà le adora, ma io cerco di limitare il consumo perchè per prepararle ci vuole tanto, tantissimo, troppo zucchero. Solo a guardarlo potreste incorrere in un picco elevato della glicemia! Io però sono di parte dato che non amo i dolci e le cose troppo zuccherate. Preferisco di gran lunga i sapori amari, aspri, salati e piccanti! Ma alla fine, devo dire che questi bellissimi dolcetti si rivelano davvero utili per smaltire gli albumi avanzati. Poi, conservandosi per molto tempo sono perfetti per riempire le calze della befana! Si possono realizzare con forme, dimensioni, colori e sapori diversi a seconda dei gusti. Anche se rimango sempre molto attratta da quelle belle meringhe colorate che si vedono spesso sui banconi delle pasticcerie, io personalmente non amo usare i coloranti alimentari. Anzi diciamo pure che mi stanno proprio antipatici. E poi obiettivamente a livello gustativo non aggiungono assolutamente nulla. Opto quindi per un’altra soluzione variegando parte della meringa con qualche goccia di sciroppo di amarena o menta, oppure spolverando con cacao, aggiungendo polvere di caffè o una volta cotte, bagnando la punta delle meringhe nel cioccolato per una versione ancora più golosa. Le possibilità sono infinite, ad esempio se preferiamo non osare per evitare di perdere l’equilibrio della ricetta, possiamo semplicemente accoppiare due piccole meringhe con un velo di marmellata di gusti diversi, cioccolata fusa o crema spalmabile alla nocciola.

Realizzarle è davvero semplice, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti:

  • La quantità di zucchero da utilizzare deve essere sempre il doppio rispetto al peso degli albumi
  • Possiamo usare anche solo zucchero semolato, Montersino ad esempio opta per questa soluzione. L’importante è unirlo all’albume in due riprese: una parte mentre si monta la meringa e la seconda parte alla fine, quando è pronta, incorporandola con una spatola
  • Un goccio di limone spruzzato sulle pareti della ciotola nella quale monteremo gli albumi aiuterà le meringhe a rimanere bianche, evitando che in cottura ingialliscano
  • Per lo stesso motivo anche il forno è meglio impostarlo sulla modalità statica
  • Il passaggio cruciale è sicuramente la cottura. O meglio, le meringhe non devono cuocere, ma solo asciugarsi. La temperatura va tenuta bassissima da 90 a 110/120° massimo e per far circolare l’aria ed evitare che si brucino il trucco è inserire una ramina o una spatola di acciaio  per lasciare socchiuso lo sportello del forno. Così le nostre meringhe non correranno alcun rischio!

BOTTONCINI E SPUMINI DI MERINGA

cestini di meringhe

Ingredienti base
200 gr albumi
200 gr zucchero a velo vanigliato
200 gr zucchero semolato
un goccio di limone, un pizzico di sale e una bacca di vaniglia

Per  meringhe di altri gusti:
cacao amaro in polvere
sciroppo di amarena
sciroppo di menta
codette colorate

Pesa gli albumi e versali in una grande ciotola, meglio se in metallo. Spruzza sulle pareti della ciotola un goccio di limone.  A parte pesa lo zucchero, deve essere il doppio del peso degli albumi, metà vanigliato e metà semolato. Mischiali e uniscine metà agli albumi con un pizzico di sale. Inizia a montare con le fruste al massimo o con l’impastatrice fino ad ottenere una meringa densa, lucente e compatta. Sollevando le fruste deve rimanere aggrappata senza colare. La consistenza giusta per intenderci assomiglia molto a quella della schiuma da barba. Con una spatola incorpora anche la seconda metà di zucchero e la polpa della stecca di vaniglia. Procedi delicatamente senza smontare il composto.

In base alla forma e alla dimensione delle meringhe che vuoi ottenere prepara la sac a poche con beccuccio a stella se vuoi ottenere i classici spumini o con beccuccio tondo e largo se vuoi preparare dei piccoli bottoncini simili a quelli che ho fatto io. In questo caso se usi una sac a poche usa e getta basterà tagliare la punta con le forbici.

bottoncini di meringa

Versa la meringa nella sac a poche e forma le meringhe su una teglia foderata di carta forno distanziandole.

prima della cottura

Infornale a 100/120° nella parte centrale del forno, modalità statica, lasciando lo sportello leggermente socchiuso. Basterà inserire un mestolo da cucina tra questo e la guarnizione.

Per altri tipi di meringa, unisci con la seconda parte di zucchero altra vaniglia o polvere di caffè. Se aromatizzi con sciroppo versane giusto un goccio solo alla fine e gira 1 volta con la spatola per ottenere un effetto variegato. Meglio utilizzare sciroppi densi tipo quelli che vengono messi sul gelato. Oppure lascia le meringhe naturali e prima di infornarle spolverale di cacao amaro in polvere o usa delle codette colorate.

Le meringhe non devono cuocere ma asciugarsi. Quando sono pronte spegni il forno e lasciale raffreddare al suo interno con lo sportello aperto. Poi staccale con estrema delicatezza dalla teglia.

Ora puoi accoppiarle con marmellata e cioccolato fuso, puoi glassarle o mangiartele così come sono… e anche se una tira l’altra, mi raccomando però non esagerare  o altrimenti i tuoi denti ne pagheranno le conseguenze!

cestini di meringhe

collage bottoni di meringhe

spumini di meringa al profumo di cacao

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...