Pensieri fuori dal coro: gioielli di sablee alle mele e mandorle con pietre preziose di caramello

biscotti gioiello3

Un biscotto è un gioiello di inestimabile valore, l’apoteosi della semplicità e della perfezione. Come il diamante un biscotto è per sempre. Lo assaggi la prima volta poi non puoi più farne a meno. L’idea stessa del biscotto cresce con te e ti accompagna nella quotidianità così come nelle occasioni speciali: genuino a colazione, goloso a merenda, sfizioso e ricercato dopo un pranzo o una cena. Un biscotto è come un gioiello classico e intramontabile. Si abbina a tutto. Puoi mangiarlo sfoggiando un costoso completo di alta moda, un pigiamone comodo per stare in casa al calduccio, un bikini succinto in riva al mare o ad un bel paio di jeans con i tagli sul ginocchio.

Un biscotto è un monile senza tempo, sempre in auge, di forme, misure e fatture diverse. Impossibile non trovare il proprio biscotto ideale, ne esiste uno per ogni gusto, uno per ogni epoca: antico, moderno, contemporaneo o futuristico lo compri nelle “boutique” artigianali, ma lo puoi anche creare tu con le tue mani, e quello sarà il biscotto migliore. Unico, autentico, non replicabile, non esiste al mondo altro esemplare uguale. Ogni biscotto ha il suo personale patrimonio genetico. Un suo DNA.

Un biscotto è l’essenza stessa della vita, la ricerca continua di quella perfezione che va oltre l’apparenza.  Un biscotto è chimica, amore e magia, un biscotto è pura pazzia.

Un biscotto è come un prezioso Bijoux; per forgiarne uno ci vuole tecnica, precisione, creatività eppure anche rigore. Poche materie prime ma di qualità, fare un biscotto ti stupirà. Dalla scelta degli ingredienti alla cottura ogni dettaglio va studiato con cura: uova, zucchero, burro, farina sembra banale la ricettina.. ma i veri eletti loro lo sanno, per fare un biscotto ci vuole tatto!

Burrosi Inzupposi Super Croccanti O Teneri Ti Innamorerai di loro, dei biscotti, i protagonisti della sfida MTC n. 56 scelti da Danipensacuoca e Fotomangio del blog Acqua e menta. Loro, gli eletti, ci hanno fornito ricette di base, indicazioni, consigli, e trucchi per realizzare i nostri biscotti perfetti. A loro farei un monumento per aver condiviso con noi poveri comuni mortali tutto il loro sapere in materia. A me invece farei il lavaggio del cervello nel tentativo di fermare la produzione di biscotti alla  quale ho dato il via. La mi cucina si è trasformata in una vera e propria catena di montaggio e facendo due conti veloci direi che per almeno due mesi avrò una ricetta diversa di biscotti da pubblicare ogni giorno. Direi quindi di iniziare da questa, dai gioielli di sablèè mandorle e mele con inserto di caramello croccante. La dolce metà, terrorizzato dalla paura di dover trangugiare tacchini, minestrine in brodo e arieti volanti, ringrazia di cuore MTC e Acqua e Menta per il tema proposto in questa sfida.

GIOIELLI DI SABLEE ALLE MELE E MANDORLE CON PIETRE PREZIOSE DI CARAMELLO

sablee mele mandorle e caramello3

Sablee mandorle e mele (qui la ricetta base della sablee e di altre frolle di Leonardo di Carlo) ingredienti per 12 biscotti circa:
110 g di farina
75 g di burro (82% materia grassa)
1 pizzico di sale
scorza di limone biologico
40 g di zucchero a velo vanigliato
40 gr di mandorle sgusciate + 1 cucchiaio di zucchero
40 gr di mele essiccate*
25 g di tuorli

Per il caramello: zucchero semolato q.b, qualche goccia di limone

Per la glassatura: zucchero a velo, succo di limone q.b., acqua tiepida q.b.

*1 giorno prima: lava perfettamente 2 o 3 mele, meglio se biologiche. Lascia la buccia e con l’apposito strumento elimina il torsolo ed eventualmente le parti guaste. Affetta le mele ad anelli sottilissimi. Spennellali con un po’ di succo di limone spremuto fresco e spolverale con un pizzico di cannella. Accendi il forno a 40/50 gradi. Posiziona sopra la grglia del forno coperta con carta forno gli anelli di mela, distanziandoli bene. Con i polpastrelli esercita una leggera pressione sulle fette in modo da farle aderire bene alla griglia. Cuocile per circa due ore poi girale per cuocere anche l’altro lato. Sfornale dopo 4/5 ore una volta che si saranno completamente essiccate. Sfornale e falle raffreddare completamente. Si conservano in una scatola di latta chiusa ermeticamente.

ingredienti mele e mandorle

Prepara la sablee: frulla nel mixer le mele essicate fino a polverizzarle. Metti da parte il composto. Frulla nel mixer anche le mandorle, precedentemente tostate in forno per qualche minuto, con il cucchiaio di zucchero fino ad ottenere una farina grossolana.

Taglia il burro a dadini, aggiiungi il sale e la scorza di mezzo limone. Mescola la farina 00, la farina di mandorle e la mele polverizzate e unisci il composto al burro. Procedi con la sabbiatura. Lavora la materia grassa e le polveri con i polpestrelli delle dita quel tanto che basta per ottenere un composto sabbioso. Aggiungi le uova e lo zucchero a velo fino ad assorbimento. Per  evitare di “bruciare” il burro e stressare l’impasto si può utilizzare la planetaria con il gancio a foglia.

Raccogli la pasta, coprila con la pellicola e trasferiscila in frigo per almeno 10 ore.

Trascorso tale tempo riprendi l’impasto e stendilo  con il mattarello  tra due fogli di carta forno. Per una cottura omogenea è importante che i biscotti abbiano tutti all’incirca lo stesso spessore. Con un coppa pasta a tua scelta, in questo caso circolare, ricava tanti dischetti fino ad esaurimento dell’impasto. Fora il centro di ogni biscotto con uno stampino più piccolo di forma diversa. Impasta i ritagli di sablee e realizza  altri biscotti procedendo nello stesso modo. Passa i biscotti preparati in frigo per 1 ora o in freezer per 30 minuti. Infornali a 180 gradi per 10/12 minuti. Sfornali non appena accenneranno a dorarsi. Ancora caldi i biscotti sono fragilissimi, non toccarli! Solo quando saranno completamente freddi trasferiscili sul piano di lavoro coperto da un foglio di carta forno.

sablee mele mandorle e caramello

Prepara un caramello secco con lo zucchero semolato. Versane un po’ in un pentolino dai bordi alti e il fondo spesso e cuocilo a fiamma bassa senza mai toccarlo. Muovi la pentola facendola roteare, unisci altro zucchero e qualche goccia di limone e lascialo caramellare. Toglilo dal fuoco quando avrà assunto un bel colore ambrato. Attenzione a non scurirlo troppo. In questo caso il caramello assumerà una nota amara poco gradevole.

Con cautela versalo subito all’interno dei fori dei biscotti. Lascia che si solidifichi.

ccOK

In una ciotola mescola un po’ di zucchero a velo con qualche cucchiaio di acqua tiepida e qualche goccia di limone. Amalgama bene il tutto fino ad ottenere una glassa bianca e lucida. Dovrà essere fluida ma abbastanza densa da non colare. Trasferiscila in una sac a poche usa e getta. Taglia con le forbici la punta e utilizzala per guarnire la superficie dei biscotti. Decorali come se fossero dei medaglioni preziosi con tante goccioline di glassa bianca. Aspetta che si sia completamente asciugata poi… Buon appetito!

biscotti gioiello 5

Con questa ricetta partecipo alla sfida MTC n. 56

mtc 56

 

Annunci

8 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: gioielli di sablee alle mele e mandorle con pietre preziose di caramello

  1. alessandra ha detto:

    il cuore duro mi ricorda i biscotti -finestra, quelli che si preparano per Natale, con la caramella colorata al centro che si scioglie in cottura. Tutto il resto, mi rimanda a quei libri per bambini su cui abbiamo sognato anche da grandi, deprecando con la ragione l’insensatezza di Hansel e Gretel e sapendo in cuor nostro che avremmo fatto lo stesso, se non di peggio. Un capolavoro di precisione, gusto ed eleganza, un vero gioiello goloso. Bravissima!

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Alessandra grazie mille per le tue bellissime parole. A leggere il tuo commento mi sono emozionata! In effetti l’ispirazione è nata proprio da quei biscotti… La letteratura per l’infanzia è una delle mie grandi passioni e spesso, magari senza pensarci, ritrovo nel cibo che cucino le atmosfere e i richiami delle storie e dei racconti che ormai fanno parte del mio immaginario. Grazie di cuore!

      Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      Ciao katia sono felice che ti sia piaciuto! Il caramello preparato cosí a secco di solito si usa per preparare il croccante ad esempio. Appena solidifica si indurisce. Garantisco che, come dice mia zia “non spacca i denti”! La cosa migliore é preparare dei biscotti non troppo spessi cosí anche lo spessore del caramello, una volta colato nei biscotti non sará eccessivo. Se li fai fammi sapere cosa ne pensi mi raccomando!!! Io magari se li rifaccio posto una foto del biscotto tagliato in due.

      Mi piace

  2. acqua e menta ha detto:

    Arrivo ora da un blogtour in cui ho scoperto le “polveri” ottenute da frutta/verdura essiccata e macinata. Mi stupisce molto ritrovarle in un biscotto, io non ci avrei mai pensato, è una bellissima idea!! Adoro il cuore di caramello dei tuoi biscotti, per un effetto extracroccante, e il modo in cui li hai decorati. Se questo è il risultato, non farti il lavaggio del cervello: continua la tua produzione di biscotti!!

    Mi piace

    • Mile81 ha detto:

      🙂 grazie mille sono dei super complimenti! La frutta essiccata e polverizzata nei biscotti ho iniziato ad usarla per caso tempo fa e devo dire che a noi piace molto anche se non ho ancora capito come essiccare le mie amate fragole! Un abbraccio e grazie a voi per tutte le ricette e i consigli che avete condiviso. PS: tra poco arriverà il secondo biscotto!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...