Pensieri fuori dal coro: Cookies golosi del bosco

cookies golosi del boscoSono triste, preoccupata, rassegnata, ansiosa e malinconica. In questo periodo lo sono sempre più spesso. Lo sono sempre. Leggo per non pensare, per compensare qualsiasi mia mancanza: passo dall’immaginario grigio e spietato della Trilogia della città di K (Ágota Kristóf), a quello onirico e magico un poco inquietante del libro L’oceano in fondo al sentiero (Neil Gaiman). Cerco conforto tra le pagine del meraviglioso romanzo che ho letto l’anno scorso Nelle foreste siberiane (Sylvain Tesson). Qui la mia mente si perde tra le inospitali radure boscose descritte dall’autore, i suoi animali, gli altopiani e le salite rocciose. Mi perdo e vorrei rimanere là, in quella baita, per sopravvivere con ciò che la natura mi offre, sotto un cielo stellato nero come la pece, un paesaggio così bello e selvaggio da togliere il fiato, una cena frugale fatta di pesce pescato con le proprie mani accompagnato dai frutti della terra ritrovati a primavera e raccolti con i pochi mezzi a disposizione.
Sento l’odore di quei boschi, il freddo pungente siberiano, il tepore appena accennato di un rifugio in cui restare per ritrovare se stessi, per imparare ad amare il tempo che trascorre lento, per prendere coscienza dei propri limiti nel tentativo di venire a patti con la vita: godere delle piccole cose, del momento, della semplicità, del silenzio incombente che tutto avvolge, ma che può rivelarsi un terreno fertile per “crescere”, per trovare infine il senso e il significato profondo del proprio agire, del proprio divenire, dei mesi, delle settimane, dei giorni, delle ore e dei minuti che, interminabili, trascorrono lenti. E’ la scommessa di riuscire a sopravvivere al nulla con nulla, di sopravvivere a se stessi. Sopravvivere per imparare a vivere.
Quando ho letto anche l’ultima pagina, provo un misto di invidia e di ammirazione per l’autore che, dopo aver lasciato affetti e amori, trascorre sei mesi in totale isolamento in quelle foreste.
Ora ho voglia di ruscelli freschi, del rumore dell’acqua e del fruscio delle foglie, del profumo del muschio. Ho voglia di andare a zonzo tra i boschi alla ricerca di funghi, castagne, more e nocciole come quando curiosa seguivo i miei nonni tra i boschetti nascosti dell’appennino bolognese. Con mia nonna si coglievano more, con mio nonno funghi. Tutti insieme andavamo a cogliere castagne e nocciole. Mi ricordo le vacanze trascorse a Monte Acuto delle Alpi, quelle da adolescente passate in Trentino insieme a poche e intime amiche. Mi ricorso i week end di qualche anno fa a Villa Daiano nella casa di una coppia di amici. I ricordi più belli sono come sempre quelli d’infanzia. Anche allora i boschi erano protagonisti delle mie letture preferite. Leggevo e immaginavo di vivere come il cercatore d’oro protagonista del romanzo “La mia vita con gli orsi” o magari sognavo di vivere strane avventure tra le foreste incantate descritte in molti libri fantasy della mia adolescenza.
Dopo una passeggiata immaginaria tra sentieri, boschi e magiche foreste ci vuole una merenda golosa speciale. Io la preparo così, una pasta frolla integrale e tante gemme di mandorle, nocciole e noci saporite. Preparo i biscotti, con i pochi tesori del bosco che ho a disposizione, anche se questi non potranno mai competere con quelli raccolti con le mie mani tra i rovi carichi di more e la terra umida del sottobosco.

I MIEI COOKIES GOLOSI DEL BOSCO

cookies golosi del bosco 2

Ingredienti
160 gr. di farina integrale
160 gr. di farina di mandorle
150 gr. di burro
1 uovo
un pizzico di sale
un pizzico abbondante di bicarbonato
80/100 gr. di zucchero di canna grezzo
frutta secca: 10 nocciole, 3 noci, 3 mandorle pulite e sminuzzate grossolanamente (proporzione variabile … andate a sentimento a seconda dei gusti!)
2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente

In una ciotola unisco le farine. A parte, frullo con il mixer il burro e lo zucchero. aggiungo 1 uovo e frullo fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungo il pizzico di sale e metà del composto di farine. Aggiungo il bicarbonato e il resto della farina. frullo ancora con il mixer, raccolgo le briciole ottenute formando una palla d’impasto. Avvolgo il panetto di frolla nella pellicola trasparente e lo pongo in frigo per mezz’ora. Nel frattempo accendo il forno a 190° e sminuzzo grossolanamente la frutta secca a cui aggiungo le gocce di cioccolato. Trascorsa la mezz’ora, unisco alla pasta frolla il mix di frutta secca. Impasto velocemente per unire il tutto e poso l’impasto nel congelatore per 10 minuti circa.
Fodero una teglia con carta forno. Sul piano di lavoro stendo un altro foglio di carta forno su cui adagio l’impasto. lo tiro delicatamente con il mattarello ad un spessore di circa 1 cm. Con una formina semplice tonda o quadrata (evitare stampini con forme troppo particolari per via dell’impasto irregolare per la presenza della frutta secca che risulta difficile da intagliare) ricavo tanti biscotti fino ad esaurimento dell’impasto. Li poso sulla teglia ben distanziati. Se voglio aggiungo un pezzetto di nocciola al centro per decorarli ulteriormente, oppure bagno i bordi con una chiara d’uovo sbattuto e faccio aderire un po’ di frutta secca frullata fine. Li cuocio per circa 15 minuti fino a doratura. Devono essere dorati ma non troppo o altrimenti risulteranno secchi.
Sforno e lascio raffreddare. Si conservano friabili in un contenitore con coperchio di latta o di vetro e sono gustosissimi per merenda o a colazione con il te o un bel succo di frutta!

•Con i cookies golosi del bosco leggo i mie libri preferiti:

•·.·´¯`·.·•Per bambini•·.·´¯`·.·•

•·.·´¯`·.·•Per ragazzi•·.·´¯`·.·•

  • Le avventure di Aquila e Giaguaro, Isabel Allende, Ed. Feltrinelli (contiene: La città delle bestie ; Il regno del drago d’oro ; La foresta dei pigmei)
  • Bambi: la vita di un capriolo, Felix Salten, Ed. A. Vallardi
  • La mia vita con gli orsi: le avventure di un cercatore d’oro nel Canada Settentrionale, Robert Franklin Leslie, Ed. Salani
  • Bambini nel bosco, Beatrice Masina, Ed. Fanucci
  • Cronache dell’era oscura, Michelle Paver, Ed. Mondadori (serie composta da sei libri)
  • Le cronache di Narnia, C. S. Lewis, Ed. Mondadori – (versione integrale)
  • Il richiamo della foresta, Jack London
  • Ronja, Astrid Lindgren, Ed. Mondadori
  • Storie del bosco antico, Mauro Corona, Ed. Mondadori
  • Wildwood : i segreti del bosco proibito, Colin Meloy, Ed. Salani
  • Wildwood: nelle profondità del bosco proibito, Colin Meloy, Ed. Salani

•·.·´¯`·.·•Per adulti•·.·´¯`·.·•

  • La bambina che amava Tom Gordon, Stephen King, Ed. Sperling & Kupfer, 1999!
  • Dentro la foresta, Ed. Roddy Doyle, Ed. Guanda
  • D’un tratto nel folto del bosco, Amos Oz, Ed. Feltrinelli
  • Nelle foreste siberiane : febbraio-luglio 2010, Sylvain Tesson, Ed. Sellerio
  • Robin Hood, Alexandre Dumas, Ed. Newton Compton – Versione integrale
  • Storie del bosco antico, Mauro Corona, Ed. Mondadori
  • Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, Luis Sepulveda, Ed. Guanda
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...