Pensieri fuori dal coro: sorpresine alle arachidi (e cioccolato) con frolla all’olio

sorpresine ok6

L’adolescenza è l’epoca in cui l’esperienza la si conquista a morsi” (Jack London)

Per il giorno della liberazione eccomi all’ultimo round della sfida Mtc n.56 che per questo mese ha come tema i biscotti scelti da Dani e Juri del blog Acqua e menta. Per questa bellissima prova la mia cucina ne ha viste di cotte e di crude, la dolce metà ha acquistato diversi chili in poche settimane ed io finalmente con questi biscotti mi ritrovo stranamente soddisfatta. Non avevo mai fatto la frolla all’olio e sinceramente non ho nemmeno mai avuto il desiderio di sperimentarla. Ho sempre pensato che la frolla per essere tale fosse strettamente legata alla presenza del burro, sopratutto dopo essermi cimentata con alcune ricette al quanto deludenti che prevedevano la sostituzione di questa materia grassa con yogurt o ricotta. Anche per questo alla fine ho sempre preferito optare per la frolla tradizionale, sablee, montata o al limite per una buona brisè. Ma mi sono dovuta ricredere. Al primo tentativo l’impasto è venuto discretamente bene anche se a mio avviso è un po’ più difficile lavorarlo rispetto a quello classico. La mia frolla tendeva un pochino a sbriciolarsi perchè come ha ben illustrato la Dani quiSenza burro si ottengono biscotti con una consistenza e un gusto differenti, e più difficilmente lavorabili […]. Se in sostituzione del burro (grasso all’85%) si utilizza un grasso anidro come l’olio (grasso al 100%), si deve aggiungere il liquido mancante (pari al contenuto d’acqua del burro). Al posto di 100 g di burro, mettiamo 85 g di olio e aggiungiamo 20 g di latte vegetale. La capacità di emulsione del “latte” apporta un legame migliore dell’acqua“.

La consistenza tra burro e olio,  il primo solido e il secondo liquido, è differente e inevitabilmente influisce sulla lavorazione dell’impasto e sul risultato finale. Per rassodare l’olio e conferirgli maggior corpo, Luca Montersino consiglia un semplice trucchetto: lavorare uovo, acqua e olio come se dovessimo preparare una maionese. Emulsionando gli ingredienti liquidi il composto diventa più corposo e denso.

Scansati i vari problemi dal caso quindi, fiduciosa come mai mi capita nella vita, mi sono messa all’opera per realizzare questi frollini alle arachidi che racchiudono una golosa sorpresa: un quadretto di cioccolato del Perù. L’idea nasce da una full immersion negli anni novanta che io e la dolce metà abbiamo fatto ricordando le sigle dei cartoni animati, le canzoni e gli snack americani che amavamo mangiare in quel periodo… Con questi dolcetti ho provato così a rievocare alcuni di quei sapori che hanno caratterizzato la nostra adolescenza. I biscotti sono davvero ottimi ma c’è un unico problema: creano dipendenza!

PS: Durante l’adolescenza ero un tipino al quanto strano e complicato. Indossavo le felpe super larghe di mio padre portate al contrario, le sue Lacoste e i pantaloni a zampa con i tagli sulle ginacchia e dei motivi disegnati da me con l’aerografo. Con questo attrezzino spettacolare avevo rimodernato l’intero mobilio di camera, termosifoni, tende e pareti compresi. Ero fusa,  ribelle e decisamente poco affidabile. Come oggi anche allora avevo le mie fisse e …insieme alla musica rock, al metal, al disegno, ai manga giapponesi, ai vampiri e altre stranezza stile dark, collezionavo poster del wwf, adesivi (molti trovati all’interno del famoso giornalino per teenager Cioè!), gommine colorate e timbri di ogni forma… Insomma non sono mica cambiata poi tanto da allora !!??!! 🙂

SORPRESINE ALLE ARACHIDI (E CIOCCOLATO) CON FROLLA ALL’OLIO

Sorpresine alle arachidi con frolla all olio 6

Ingredienti per 15 biscottini circa:
115 g di farina 00
50 gr di arachidi tostate non salate + 1 cucchiaio di zucchero semolato
1 pizzico di sale
20 gr di zucchero semolato
30 gr di zucchero di canna
20 gr di olio evo delicato
30 gr di olio di riso
25 g di tuorlo + 12 gr di acqua circa (o latte per legare meglio la frolla)

mezzo cucchiaino di scorza d’arancia

Per la farcia: Una barretta sottile di cioccolato Perù extra fine al 77% di ottima qualità

Per la glassatura: zucchero a velo, cacao in polvere amaro q.b., acqua tiepida q.b.

Polverizza nel mixer le arachidi tostate con un cucchiaio di zucchero semolato. Versale in una ciotola insieme alla farina, allo zucchero semolato, allo zucchero di canna e al pizzico di sale, poi mescola e fai la fontana. Nel boccale del minipinner  emulsiona per qualche minuto i tuorli con l’acqua e continuando a frullare versa a filo l’olio come per preparare una maionese.

emulsione tuorlo e olio

Aggiungi il composto ottenuto alle polveri e profuma con mezzo cucchiaino di scorza d’arancia. Impasta bene il tutto fino ad assorbimento degli ingredienti lavorandolo con la punta delle dita quel tanto che basta affinché la frolla stia insieme. Non lavorarla troppo! Se la frolla tende a sbriciolarsi unisci qualche goccio di acqua. Ponila coperta a riposare in frigo per 1 ora circa. Dopo il riposo in frigo la frolla assume una maggiore elasticità.

Una volta trascorso tale tempo stendila sottilmente  con il mattarello (circa 2, 3 mm di spessore) tra due fogli di carta forno. Dividi la la frolla in due metà. Spezza la tavoletta di cioccolato in tanti quadratini, in base alla grandezza dello stampino scelto per confezionare i biscotti, e distribuiscili sulla prima parte di frolla distanziandoli bene. Ricopri con la seconda metà. Esercita una leggera pressione con le dita sulla superficie e tutt’intorno al pezzetto di cioccolata, per farla aderire bene a quella sottostante. Coppa i biscotti posizionando lo stampino sopra la frolla in corrispondenza del pezzetto di cioccolato che dovrà trovarsi più o meno al centro. Prosegui fino ad esaurimento dell’impasto. La frolla è abbastanza fragile quindi procedere con delicatezza.

sorpresine croccanti alle arachidi con frolla allolio 2

Posiziona i biscotti su un piatto, lasciali riposare 3o minuti in frigo poi trasferiscili su una teglia foderata di carta forno. Cuoci in forno a 180 gradi per 13 minuti circa. appena iniziano a dorarsi sfornali e senza toccarli lasciali raffreddare completamente.

sorpresine 2

Una volta pronti procedi con la decorazione. In una ciotola mescola 5 o 6 cucchiai di zucchero a velo, qualche cucchiaio di cacao in polvere amaro e di acqua tiepida fino ad ottenere una glassa densa e lucente. Io vado sempre ad occhio e mi regolo in base alla consistenza che di volta in volta ottengo. La glassa deve essere fluida ma non liquida! L’acqua assolutamente deve essere tiepida e non fredda!

sorpresine alle arachidi con frolla all olio 5

Versa la glassa in una sac a poche decora a piacere la superficie dei biscotti. Infine, al centro di ognuno posiziona  mezza arachide tostata. Lascia solidificare bene la glassa.

sorpresine alle arachidi con frolla all olio 4

I biscottini sono ottimi dolcetti da sgranocchiare a merenda o per un goloso ma ridotto (si fa per dire!) fuori pasto. Per il ripieno usate liberamente il cioccolato che più vi piace ma consiglio di utilizzare una barretta sottile così da ottenere dei quadratini di poco spessore, che faciliteranno il confezionamento dei biscotti. Una volta cotto, l’interno delle sorpresine risulterà piacevolmente morbido e scioglievole in bocca creando un gradito contrasto con le arachidi croccanti.

sorpresine 7

Se amate come me i biscotti fate un salto sul sito MTC per scoprire le ricette degli altri partecipanti. Qui invece i miei biscotti.

sorpresine ok2

Per le ricette base dei biscotti senza lattosio o senza glutine non perdetevi il post di Acqua e menta. Buon 25 aprile e buon biscotto a tutti!

sorpresine ok5

sorpresine alle arachidi con frolla all olio 8

con questa ricetta partecipo alla sfida MTC n. 56

mtc 56

Annunci

5 pensieri su “Pensieri fuori dal coro: sorpresine alle arachidi (e cioccolato) con frolla all’olio

  1. Mile81 ha detto:

    Grazie a tutti voi, questa sfida é stata davvero motivante e creativa. Dani e juri ci hanno fornitodelle ricette base perfette e ottimi consigli tecnici x personalizzarle. Ora chi ci ferma piú!!!

    Mi piace

  2. alessandra ha detto:

    la frolla all’olio funziona, se si parte da una buon ricetta- e quella di Juri e Daniela lo è. Se poi ci si aggiungono la tua fantasia e la tua creatività, ecco che ci si diverte tanto quanto, sia a realizzarla che a mangiarla! complimenti ancora, per questi biscotti e per gli altri che ci hai regalato! Grazie!

    Mi piace

  3. Juri ha detto:

    Ciao! La frolla all’olio qualche differenza ovviamente ce l’ha rispetto a quelle col burro, non da ultima una certa fragilità, però vedo che ti è venuta bene e hai ottenuto dei biscotti molto golosi. Bravissima!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...